lunedì 25 settembre 2017

Dove vedere i panda giganti in Cina: la riserva di Chengdu!

Sono innumerevoli i motivi che spingono ad andare a Chengdu in Cina ma il principale è rappresentato dalla presenza della riserva naturale e del centro di Centro di allevamento e ricerca sul panda gigante!
Dopo i due giorni a X'ian e la visita al sito archeologico che ospita l'Esercito di Terracotta Ilaria ci racconta l'arrivo a Chengdu e la giornata trascorsa al Chengdu Panda Base.

riserva panda gigante chengdu cina
Chengdu è una popolosa città (14 milioni nel 2010, chissà adesso!) e la capitale del Sichuan, un'importante regione del sud-ovest della Cina per quanto riguarda la storia, il commercio (è soprannominata "la Terra dell'abbondanza" o "Paese celeste" grazie alla fertilità dell territorio, al clima mite e alla sua posizione di snodo dei trasporti) e il turismo: qui potete fare delle bellissime escursioni naturalistiche nella valle Huanglong e nelle aree di interesse archeologico dell'Età del Bronzo, ripercorrere l'antica Via della Seta del sud della Cina e visitare i tempio Wuhou e la statua del Buddha più grande del mondo a Leshan (a due ore di distanza) ma soprattutto andare alla riserva e centro studi del panda gigante che in questa zona ha trovato il suo habitat naturale.

Purtroppo abbiamo scoperto l'enorme ricchezza di questa regione soltanto in un secondo momento e a causa del poco tempo a disposizione e della difficoltà ad organizzarci in poco tempo abbiamo deciso di visitare solamente solamente due delle sue attrazioni.

L'ARRIVO A CHENGDU E LA SISTEMAZIONE IN HOTEL


Siamo arrivati a Chengdu di notte e abbiamo subito chiamato un taxi per portarci all'ostello che avevamo fissato su internet. Il tassista è stato cosi gentile da chiamare i gestori al telefono per venire a prenderci in quanto non riusciva a capire dove si trovasse, così abbiamo scoperto di aver prenotato un piccolo ostello accanto ad un fiume e che per raggiungerlo dovevamo attraversare i cortili delle case dei vicini... Appena messo piede nella camera abbiamo trovato una sorpresa ad accoglierci: un bellissimo mega scarafaggio! Presi dallo sconforto e poco attratti dalla prospettiva di dormire con quella bestia terribile, siamo praticamente fuggiti, scatenando l’ilarità dei gestori per i quali evidentemente i mega scarafaggi sono assolutamente normali.

Fortunatamente la sistemazione che abbiamo rimediato è andata oltre ogni speranza possibile. In piena notte abbiamo trovato una camera al Dorsett Grand Chengdu ed è stato amore a prima vista!

Hotel bellissimo, camera spettacolare, posizione centrale, personale gentilissimo.

Un 5 stelle a prezzo di un nostro hotel italiano con qualche stella! Abbiamo cenato entrambe le sere al suo interno che offriva un buffet in promozione 2x1 e ci siamo trovati benissimo anche col cibo. È stato l’hotel che più abbiamo amato e siamo stati più che felici di essercene andati nel cuore della notte dall'altro ostello.

LA RISERVA NATURALE DEL PANDA GIGANTE


La prima giornata a Chengdu l’abbiamo passata interamente alla riserva naturale del panda gigante, situata a circa 18 km a nord del centro cittadino e raggiungibile quindi in breve tempo col taxi o con l’autobus 902.

riserva panda gigante chengdu cina

Il prezzo di ingresso è di 58 euro, anche se tecnicamente non si può parlare di biglietto... loro la chiamanano "donazione" al centro di ricerca.

riserva panda gigante chengdu cina

Il Chengdu Panda Base è sicuramente il modo migliore per poter osservare questi deliziosi e paffuti animali in quanto non è uno zoo, non si sono recinzioni ma grandi zone divise da fossati in cui i panda vengono salvaguardati e soprattutto aiutati nella riproduzione. I panda infatti sono notoriamente poco inclini all'accoppiamento e per evitare la loro completa estinzione è stato creata questa riserva naturale. In un filmato molto interessante viene mostrato come i ricercatori cerchino di farli accoppiare e come i tentativi siano spesso fallimentari a causa della loro incredibile pigrizia... l'unica soluzione rimane quindi l'inseminazione artificiale.

riserva panda gigante chengdu cina
riserva panda gigante chengdu cina

Nel centro si possono vedere i panda giganti a pochissima distanza, intenti a dormire o mangiare il bamboo. In realtà queste innocue bestiole potrebbero mangiare anche la carne ma ormai si limitano a ingurgitare solamente queste piante prive di ogni sostanza che li rendono di conseguenza deboli.
Come se non bastasse la pigrizia, ciclicamente le piantagioni di bamboo muoiono completamente e fino a poco tempo fa i panda erano costretti a lunghi spostamenti per trovare altre piantagioni dove rifocillarsi e non sempre ci riuscivano! Per questo motivo oggi i panda sono una razza protetta.

riserva panda gigante chengdu cina

La riserva è un’aerea davvero vasta, al suo interno abbiamo potuto ammirare sia i cuccioli neonati nell’"asilo" che quelli di qualche mese fino agli esemplari di età adulta.

riserva panda gigante chengdu cina
riserva panda gigante chengdu cina
riserva panda gigante chengdu cina

Non vi dico la goffaggine e la simpatia di questi animali che li fanno assomigliare a dei bambinoni!

riserva panda gigante chengdu cina

Il mio consiglio è recarsi di prima mattina per assistere alla colazione, uno spettacolo. Vedrete tutti i panda riunirsi e rubarsi a vicenda il bamboo anche se lo possono trovare ovunque, in quanto sono praticamente circondati da queste piante! Io avrei davvero potuto passare ore e ore ad osservarli senza mai stancarmi.
Nelle ore più calde si rifugiano dentro le tane ed è più difficile osservali.

riserva panda gigante chengdu cina
riserva panda gigante chengdu cina
riserva panda gigante chengdu cina

Tutto il parco è cosparso di informazioni, statue di panda e ovviamente tantissimi souvenir.

centro ricerca panda chengdu cina

La grande scoperta è stata il panda rosso (o panda minore) anch’esso ospitato in questa riserva. Molto più vivace ed è più difficile da avvistare in mezzo alla vegetazione. Stupendo!

panda rosso chengdu cina
panda rosso chengdu cina
panda rosso chengdu cina
panda rosso chengdu cina

IL RITORNO A CHENGDU


In serata siano tornati in città, stanchi ma felici. E affamati! Abbiamo così deciso di andare a piedi a cercare del cibo, grossissimo errore! Tutto le scritte erano in cinese, non c’era da nessuna parte il menù bilingue, neanche al McDonalds. A forza di camminare siamo arrivati fino a piazza del popolo, con la statua di Mao e un immenso centro commerciale proprio sotto la piazza ma ormai scoraggiati siamo tornati in hotel e abbiamo cenato al buffet.

chengdu sichuan cina
la statua di Mao a Chengdu
chengdu sichuan cina
Chengdu
 Col senno di poi avrei chiesto in hotel di organizzarci una visita a un casa da Tè (in questa regione ce ne sono tantissime) che sono molto costose ma dicono che valgano la pena di dedicarci qualche ora.

Il giorno dopo decidiamo di andare a Leshan per vedere la statua più grande al mondo del Buddha.
...to be continued
Testo e foto di Ilaria Guerzoni

State organizzando un viaggio fai da te in Cina?
Allora potrebbero interessarvi:
Cosa vedere a Pechino? Ovviamente piazza Tienanmen, la Città Proibita e un'escursione alla Grande Muraglia, ma c'è molto altro....
Altre mete imperdibili
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento