Page Nav

HIDE

Grid Style

GRID_STYLE

Post/Page

Weather Location

La leggenda del faraglione di Pizzomunno

faraglione Pizzomunno
Il bianchissimo “pilone” di calcare che spunta dal mare in prossimità di Vieste (Foggia) di cui è divenuta il simbolo, accompagna alla sua bellezza un'antica leggenda. Una storia d'amore e gelosie... protagonisti la bella Cristalda e il pescatore Pizzomunno, due giovani innamoratissimi che furono colpiti dagli incantesimi delle sirene, invidiose e gelose del loro rapporto amoroso, che trasformarono il ragazzo nel bianco faraglione che adesso prende il suo nome, e incatenarono la fanciulla alle caviglie trascinandola giù negli abissi.

Com'erano cattive queste sirene!!!

Solo un piccolo barlume di umanità (ma per creature metà donne e metà pesci... se ne può parlare?)
in questa vicenda tragico-romantica: i due amanti si ricongiungono una volta ogni 100 anni per vivere insieme un giorno di felicità.

Al di là della leggenda, il faraglione di Pizzomunno continua ad impressionare per la sua imponenza e con i suoi 26 metri di altezza sembra quasi un prode guardiano "senza macchia né paura" a protezione di questo tratto di costa del Gargano.

(Foto di pizzodisevo (therapy - terapia - Therapie))

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Nessun commento