venerdì 24 aprile 2009

La Ryanair introdurrà la tassa sul peso?

Molto probabilmente è una delle solite trovate di quel burlone di O'Leary, capo della Ryanair anche perchè se non lo fosse ci sarebbe da preoccuparsi.
Avevo letto qualche giorno fa che la compagnia irlandese stava pensando ad introdurre una FAT-TAX, una tassa sul grasso... se il peso del passeggero va oltre un certo limite allora il costo del volo è maggiorato.
Adesso però proprio sul sito della Ryan c'è il risultato di un sondaggio secondo il quale, "messi alle strette", i passeggeri preferirebbero una tassa per i passeggeri in sovrappeso piuttosto che altri tipi di tasse (bagno a pagamento o addirittura la carta igienica a pagamento con l'effige di O'Leary... ).
A parte che ciò non significa che ci sia il gradimento per questo tipo di aumento (per estremizzare è come se chiedessero quale fine uno preferirebbe: impiccato, fucilato o decapitato) ribadisco che si tratta con tutta probabilità di una trovata per far parlar di sè. Anche se questa forma di pubblicità è di dubbio gusto...
La Ryan starebbe esaminando di far pagare un extra per ogni kg di eccesso rispetto al limite massimo da loro stabilito come indice di obesità (130 Kg per gli uomini e 100 kg per le donne; in ogni caso bisognerebbe anche vedere come sono distribuiti i chili prima di parlare di obesità...) o in base al girovita se questo oltrpassa 114 pollici per i maschi e 102 pollici per le femmine.
In tutti i casi è giusto che si debba pagare tutti lo stesso prezzo. Purtroppo negli Stati Uniti c'è già un precedente: la United Airlines qualche giorno fa ha introdotto una specie di fat-tax... Agli extralarge resta la speranza che il volo non sia pieno: in questo caso, ha garantito la United, potranno sedersi comodamente senza pagare alcun sovrapprezzo.

Considerazione finale: c'è da tenere presente che i sedili della Ryanair non sono molto grandi e quindi chi è un pò in carne in ogni caso non sceglie questa compagnia.

=====================================================================
E' possibile inviare un SMS al numero 48580 da tutti i cellulari nazionali (Tim- Vodafone- Wind – Tre); il costo di un euro verrà interamente devoluto alla popolazione abruzzese. Anche da rete fissa è possibile comporre lo stesso numero al costo di donazione di 2 €.
http://www.notiziarioitaliano.it/?sezione=italia&articolo=6913
=====================================================================
Posta un commento