venerdì 26 giugno 2009

Il Palio del Niballo di Faenza

Sono di gran moda e spopolano in ogni dove ma ci sono alcune che possono vantare una lunga tradizione; sto parlando delle feste medievali. A Faenza (in provincia di Ravenna) il 28 giugno (e in generale l'ultima domenica di giugno) si rievoca il Palio del Niballo, una giostra di cavalieri (con questa espressione si intende una competizione a cavallo dove l'obiettivo è di colpire in galoppo con una lancia un bersaglio posto all'estremità di una sagoma girevole, la "giostra" appunto) che risale al 1164, anno in cui Federico Barbarossa fu ospite dei Manfredi, signori di Faenza.

A contendersi il Palio i 5 Rioni storici della città: il Bianco Borgo Durbecco, il Rosso Porta Imolese, il Giallo Porta Ponte, il Verde Porta Montanara e il Nero Porta Ravegnana.
Il "Niballo", il nome della giostra, è Annibale, così chiamato nel linguaggio popolare, e alle sue estremità (le braccia distese lateralmente a formare una corce con il tronco) si trova il bersaglio di 8 cm di diametro che vale, per ogni colpo centrato, uno scudo. Ovviamente il Rione che ottiene più scudi si aggiudica il Palio...
Questa è la 53^ edizione e si svolgerà allo stadio comunale Bruno Neri alle ore 18 preceduta dalla sfilata di un corteo storico composto da 400 figuranti.
Altre informazioni su http://www.paliodifaenza.it/
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e adesso anche su Twitter!

Posta un commento