martedì 9 agosto 2011

Alla scoperta del mare della Maremma toscana

Un tour tra quanto di meglio ha da offrire il mare della Maremma toscana! Dalle spiagge selvagge del Parco dell'Uccellina all'acqua cristallina di Cala Violina e delle isole di Giannutri e Giglio... e altro ancora! 

cala violina
Cala Violina
Maremma per parecchi fiorentini è innanzitutto un intercalare a cui si aggiungono vari simpatici aggettivi, ma per tutti gli altri è un'ampia zona della Toscana meridionale ricca di bellezze tutte da scoprire!
Una settimana è forse appena sufficiente per vedere le principali attrazioni, per cui le ho suddivise in categorie  di interesse in modo che poi, in base al tempo e alle preferenze, possiate organizzare il vostro giro. Iniziamo dalla costa e dalle isole!

MAREMMA TOSCANA: LOCALITA' DI MARE COSTIERE


Cominciamo dalla meta d'eccellenza dell'estate. Il tratto di costa tirrenico che va da Piombino fino al Monte Argentario è senza dubbio il più bello della Toscana, isole escluse. La spiaggia più bella è quella di Cala Violina (foto in alto) nel comune di Scarlino, poco segnalata sulla strada che va da Punta Ala a Follonica ma ben conosciuta dai vacanzieri. Dal parcheggio (a pagamento) si arriva a destinazione in 30/45 di cammino non troppo faticoso attraverso la pineta che si estende fino al mare. 
Chi ama fare trekking o andare in mountain-bike può seguire uno dei sentieri che salgono sui promontori che dividono Cala Violina da Cala Martina, un altro bel tratto dal mare trasparente.

Scendendo verso sud, molto carine (e frequentate) sono le spiagge delle Rocchette, località del comune di Castiglione della Pescaia, dove si può scegliere tra le rocce e la sabbia, ma non è niente male (tutt'altro!) anche la spiaggia di Castiglione. Il mare è ovunque trasparente!

Castiglione Pescaia Toscana
la spiaggia di Castiglione della Pescaia

Proseguendo si incontrano Marina di Grosseto, Principina a Mare, marina di Alberese e Talamone, piccolo paese il cui castello domina dall'alto sul promontorio. L'ansa a ridosso della rupe, il Bagno delle Donne, è quella più nota ma in luglio e agosto è una mezza impresa trovare un piccolo spazio nella "spiaggia" libera che altro non è che la zona di scogli che si trova accanto al bagno attrezzato.

Passato Talamone si susseguono una serie di campeggi collocati direttamente sul mare. Tra gli uni e gli altri si inseriscono delle spiagge libere, la più bella delle quali è quella dell'Osa, ma... niente a che vedere con le altre menzionate in precedenza.

Talamone bagno donne
il Bagno delle donne a Talamone
Anche la lunga spiaggia della Giannella personalmente non mi ha mai entusiasmato, mentre un discorso completamente diverso vale per le cale e calette del Monte Argentario!
In gran parte sassose o rocciose, sono solo in parte accessibili via terra attraverso sentieri a volte non proprio di facile percorrenza... alcuni nomi? Cala Grande, Cala del Gesso (ciottolosa, probabilmente la più bella), il Mar Morto, la Cacciarella, Cala Lunga,  i Bagni di Domiziano, la Soda, il Pozzarello, la Caletta, Cala del Bove, Acqua Dolce, Le Viste...

Chi preferisce una lunga distesa di sabbia deve andare alla Feniglia, sul ramo esterno della Laguna di Orbetello oppure scendere ancora ad Ansedonia o a Marina di Capalbio, entrambe splendide.

MAREMMA TOSCANA: LE ISOLE


Dal Porto di Santo Stefano, sul promontorio del Monte Argentario, si possono raggiungere due perle: l'isola del Giglio e Giannutri. Su entrambe è possibile soggiornare sebbene i posti a disposizione sulla seconda siano piuttosto limitati....

All'isola del Giglio si arriva in meno di un'ora col traghetto (partenze dalle 7 alle 20 in estate) e se avete solo una mezza giornata potete scegliere una delle spiagge vicine al porto di attracco: la più vicina è la Cala delle Cannelle (la 2^ dell'isola per estensione) alla quali si arriva dopo 20 minuti di cammino, poco più distante c'è la bellissima spiaggia delle Caldane, sempre poco affollata in quanto il sentiero non è dei più agevole e non è adatto ai bambini.
In barca invece si può raggiungere la piccola Cala dell'Arenella ed in bus la più grande di tutte, con una torretta che la delimita: Campese, un piccolo gioiello dotato di una sabbia a granelli rossastri (la mia preferita!).

In poco più di un'ora di traghetto si raggiunge anche l'isola di Giannutri. Più piccolina (solo 400 metri per 5 km di lunghezza) è l'ideale per chi ama lo snorkeling e le immersioni grazie ad un'acqua limpidissima e a degli splendidi fondali!
Solo due le spiagge, mai troppo affollate in estate in quanto le presenze sono limitate a 300 unità giornaliere: lo Spalmatoio e Cala Maestra
isola Giglio
Foto di Massimo Barsotti su Fotopedia
Posta un commento