giovedì 27 ottobre 2011

A Vienna in visita al Castello di Schonbrunn, la reggia imperiale degli Asburgo

reggia schonbrunn vienna
Uno dei posti più belli da visitare a Vienna è senza dubbio il Castello di Schönbrunn, l'antica residenza estiva della casata imperiale degli Asburgo.
Il palazzo di color giallo ocra ed il vasto giardino che si estende fino alla collina alle sue spalle meritano almeno una giornata per esser visti e goduti. Scegliere quale dei due perdersi sarebbe davvero un peccato!

Lo Schloss Schönbrunn si trova nella periferia ad ovest di Vienna ma arrivarci è molto semplice: si può scegliere tra il tram 10 e 58, il treno (il più scomodo), l'autobus 10A e la metropolitana, di gran lunga il mezzo consigliato (la linea è la U4 con la fermata Schönbrunn a 10 minuti a piedi dall'ingresso principale e la fermata successiva Hietzing a 5 minuti dalla Porta Hietzing a cui si accede alla parte ovest del parco).

reggia schonbrunn vienna

Entrando dall'ingresso principale potete decidere di iniziare la visita dal castello seguendo il Grand Tour o il giro imperiale che si snoda tra le 22 sale e gli appartamenti di stato. Fino al 1918 infatti gli Asburgo abitarono tra le stanze di questa magnifica reggia in stile rococò voluta da Leopoldo I agli inizi del XVIII secolo e patrimonio protetto dall'Unesco dal 1996.

L'interno contrasta nettamente con le linee rigide e simmetriche dell'edificio esterno: decorazioni rococò sono presenti negli sfarzosi saloni a partire dalla magnifica Gran Galleria, teatro di prestigiosi banchetti di ricevimento e di balli sia sotto Napoleone, sia durante il Congresso di Vienna del 1814 ed il periodo di regno di Francesco Giuseppe ed Elisabetta di Wittelsbach (la famosa "principessa Sissi").

reggia schonbrunn vienna
foto scattata "di nascosto" nella Gran Galleria...
La Gran Galleria è stata utilizzata per ospitare ricevimenti di stato fino al 1994, ma non è la sola degna d visita. Le altre sale, tutte al primo piano ed accessibili atraverso lo Scalone Blu, sono rivestite di legno bianco intarsiato con disegni floreali, come la Sala della colazione, rivestite da tappezzeria, come il Salone Cinese Blu, o decorate con pannelli orientali laccati come la splendida Sala Vieux-Lacque.

Da vedere anche il Gabinetto cinese circolare e la Grande sala di Rosa (dal nome dell'autore degli affreschi, a tema campestre, Joseph Rosa). Paradossalmente gli appartamenti occupati dalle imperatrici Elisabetta e Maria Teresa, dall'imperatore Francesco Giuseppe e dall'arciduca Carlo sono i meno sfavillanti.

 reggia schonbrunn vienna

Terminato il giro delle sale potete dirigervi verso l'ala destra del Palazzo per visitare il Museo delle Carrozze, dove sono presenti alcune decine di slitte, portantine e carrozze riccamente elaborate.

reggia schonbrunn vienna


All'esterno, il grande parco si presta a una tranquilla camminata fino al punto più alto dove fa mostra di sè la Gloriette, un porticato neoclassico risalente al 1775. Già, a proposito di date... il Castello venne edificato agli inizi del 1700 ma solo dal 1730 gli Asburgo andarono ad abitarci e solo a metà del secolo Nikolaus Pacassi completò il progetto originario di von Erlach su volere dell'imperatrice Maria Teresa.
Il nome deriva da Schöner Brunnen che in tedesco significa "bella fonte", in quanto la residenza venne costruita sulle pendici della collina dove un secolo prima venne scoperta una sorgente.

reggia schonbrunn vienna
reggia schonbrunn vienna

Degni di una visita sono anche il labirinto di siepi, la Serra delle Palme (all'interno di una bellissima struttura del 1882 che ospita anche uccelli ed insetti oltre a piante tropicali) e, se avete tempo, il piccolo zoo di Schonbrunn (del 1752) uno dei più antichi d'Europa.

reggia schonbrunn vienna
reggia schonbrunn vienna
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento