giovedì 10 dicembre 2015

Un weekend nel Burgeland: l'Austria che non ti aspetti

burgenland
Basta allontanarsi poco da Vienna per ritrovarsi nella terra dove il sole splende 300 giorni all'anno. Il Burgenland è una regione confinante con Ungheria, Slovenia e Repubblica Slovacca, e fece parte della Corona d’Ungheria per poi divenire in seguito ad un plebiscito uno dei 9 Land, ovvero stati federali dell’Austria, nel 1921.

Ho avuto modo di scoprire questa terra in 3 intensi giorni caratterizzati da ottimo cibo, infinite distese di vigneti, visite a storiche cittadine e ottimi panorami, il tutto ovattato da una calda atmosfera natalizia.
Non aspettatevi i caratteristici paesaggi alpini innevati o i paesini di montagna che noi italiani siamo soliti visitare nelle nostre veloci fughe in Austria, qui ci si trova in piena pianura Pannonica, nella terra che dà vita ad alcuni dei migliori vini europei grazie al clima mite e ai terreni pianeggianti.

ATTIVITA' SPORTIVE


In questa piccola lingua di terra il Lago di Neusiedl rappresenta uno dei protagonisti principali: dichiarato Patrimonio dell’Unesco, è meta di visitatori provenienti da ogni parte del mondo ed è considerato un paradiso della barca a vela e del surf. 

burgenland

Vi sono ben 2500 km di piste ciclabili, percorsi asfaltati e ben segnalati, perfetti per i cicloamatori che desiderano scoprire questa terra in sella alla propria bici. Numerosissimi sono anche i percorsi podistici e i campi da golf, infatti il Burgenland viene considerato il più grande resort golfistico d’Austria. Imperdibile per gli sportivi che sono alla ricerca di un posto stimolante ed allo stesso tempo rilassante.

NATURA


La biodiversità e la varietà paesaggistica del Burgenland la rendono una regione interessante per tutti gli amanti della natura. Escursioni in jeep con i rangers locali e birdwatching lungo il lago Neusiedl sono solo alcune delle attività possibili in questa terra, che rappresenta una tappa obbligatoria per molti uccelli migratori tra l’Europa del Nord e l’Africa (sono più di 300 le specie documentate!).
In alcuni dei sei parchi naturali è possibile trovare numerosi scavi archeologici e rovine di antichi castelli, visitare cantine con i tetti in paglia e degustare vini unici.

burgenland


I CASTELLI


Terra di castelli ed imponenti fortezze ricche di storia e di fascino, il Burgenland ospita più di 75 musei e mostre dedicate alla storia e alla cultura locale. Il famoso castello Esterhàzy situato nella capitale Eisenstadt, dimora principale della dinastia degli Esterhàzy e a lungo frequentato da Joseph Haydn (a quel tempo compositore di corte), rappresenta sicuramente la meta principale e più interessante, ma di questo vi parlerò più nello specifico prossimamente.

burgenland

Se come me amate la sensazione di essere catapultati nel passato, visitando magici castelli, un tempo sedi di prestigiose famiglie, per voi non esiste terra migliore dell’Austria.

MERCATINI DI NATALE


Mi ha stupito il modo con il quale viene sentito il Natale in questa regione. Camminando per le vie di Rust, Bad Sauerbrunn e di Eisenstadt e visitando i mercatini di Natale di queste città ho avuto modo di percepire il calore con il quale gli abitanti vivono questa festività.


Addobbi e lucine colorate davano vita a luoghi che di giorno sembravano assopiti mentre di sera si animavano di persone, pronte a festeggiare e a ritrovarsi sotto le luci di banchetti natalizi con un buon bicchiere di Gluhwein (vin brulé) tra le mani, perfetto per il clima rigido invernale.


Persone di ogni età, e tanti bambini che approfittavano di questa occasione per gustare ottimi dolci e divertirsi correndo tra i banchetti, cercando di sfuggire alle mani e soprattutto alle scope dei temuti Krampus (uomini travestiti da diavoli-caproni che si aggirano per le strade alla ricerca dei bambini “cattivi” seguendo una tradizione legata alla mitologia cristiana nata più di 500 anni fa).

burgenland

Il Burgenland è un territorio da scoprire ed esplorare, in grado di trasmettere serenità e relax, di regalare ottime esperienze culinarie e di sorprendere chiunque con la gentilezza e disponibilità del proprio popolo. Se dovessi descrivere con 3 termini le mie giornate passate in questa terra questi sarebbero cultura, vino, divertimento, e posso aggiungere che un luogo in grado di donare tutto questo non viene facilmente dimenticato!
...to be continued
Foto e testo di Barbara Fogher.

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento