venerdì 5 febbraio 2016

Un giorno a Beauvais: che sorpresa! Tanti motivi per dedicarla una visita

cosa vedere Beauvais
Beauvais è conosciuta quasi esclusivamente grazie al suo aeroporto, utilizzato dalla compagnia aerea Ryanair (ma non solo) come scalo per Parigi, distante circa 70 km. In pochi sanno che in realtà l'aeroporto si trova a Tillè e soprattutto che invece di prendere in fretta e furia il pullman diretto verso la capitale una visita alla città è da prendere in seria considerazione! Nel nostro ultimo viaggio in Francia abbiamo deciso di seguire un itinerario meno battuto dai turisti e dedicare alcuni giorni all'Oise, uno dei tre dipartimenti che fanno parte della regione della Piccardia ed ha per capoluogo proprio Beauvais.

Probabilmente sarà capitato anche a voi almeno una volta di lamentarvi degli aeroporti periferici delle compagnie low cost. In questo caso (non l'unico! Penso a Charleroi, ad esempio, via di accesso per Bruxelles e la Vallonia, da Mons a Charleroi stessa) Beauvais-Tillè non è solo una risorsa a basso costo per recarsi a Parigi ma rappresenta un'opportunità per un giro insolito e per molti versi sorprendente,

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
la chiesa di Saint-Etienne
La prima sorpresa è arrivata al momento della prenotazione, il 27 dicembre dello scorso anno, quando io e Sara abbiamo scovato 2 voli A/R da Pisa a poco più di 60 € l'uno (adesso li trovate a 20 € A/R a marzo, anche dal venerdì alla domenica) con partenza il giorno dell'Epifania. La seconda, meno piacevole della precedente, è spuntata inaspettatamente sfogliando l'edizione italiana della guida Lonely Planet sulla Francia settentrionale e centrale: in 672 pagine nemmeno un piccolo cenno a Beauvais! Per fortuna tutto ciò non ha intaccato la nostra curiosità e la volontà di partire... e quella che per qualcuno poteva essere un'idea stramba si è rivelata felicissima.

COME ARRIVARE A BEAUVAIS?


All'aeroporto di Beauvais-Tillè atterrano i voli delle compagnie Ryanair, Wizz Air, Air Moldova e Blue Air. Dall'area bus che si trova tra i 2 terminal parte una navetta ufficiale diretta a Parigi (destinazione Pershing Porte Maillot) dopo 25-30' dall'arrivo effettivo di ogni volo (prezzo a tratta di 17 € o 15,90 € se la prenotazione avviene online | durata del tragitto, senza soste, 1h e 15' circa).
A poca distanza dal piazzale, di fronte all'edificio dove si trovano le compagnie di autonoleggio, ci sono le fermate delle due linee di autobus che si dirigono a Beauvais: la prima è un servizio aeroporto-hotel che effettua 12 stop (di cui 10 davanti a un hotel e una alla stazione ferroviaria SNCF) e costa 4 € a corsa, la seconda è lo shuttle n°12 che al costo di 1 € (il biglietto è acquistabile a bordo) vi porta in 10-15' nel centro di Beauvais.

Noi abbiamo preso quest'ultimo e siamo scesi nella grande place Jeanne Hachette, a 200 metri circa dall'attrazione principale della città.

LA CATTEDRALE INFINITA


Nemmeno il tempo di mettere piede a Beauvais che subito abbiamo fatto la conoscenza del suo gioiello più prezioso, la Cattedrale Saint-Pierre! Già in autobus l'avevamo vista da lontano ergersi sopra le case del centro storico ma ci si rende conto della sua effettiva imponenza solo quando si è a un passo dall'entrata principale e alzando gli occhi verso l'alto la luce del sole che filtra dalla nuvole mette in risalto le guglie, inconfondibile segno di un'architettura gotica che in Piccardia vanta notevoli esempi.

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
la porta settentrionale e la porta principale
La "Cathedrale infinie" è davvero immensa ma è chiamata così anche a causa alla sua incompiutezza... I lavori per la costruzione della chiesa più alta del mondo - questo era l'ambizioso progetto - iniziarono nel 1227 ma la rovinosa caduta del tetto del coro, per ben due volte, provocò dei rallentamenti che insieme alla mancanza di fondi e al successivo crollo della crociera nel 1573 portarono all'interruzione definitiva. Nonostante tutto, il coro gotico rimane tuttora il più alto del mondo con i suoi 48,50 metri!

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

Le sue volte inarrivabili e le magnifiche vetrate policrome nel transetto, alcune risalenti al XVI secolo, lasciano senza fiato e destano ancor più meraviglia della vecchia chiesa dell'anno Mille, la Basse-Oevre, che occupa una navata dell'edificio ed è chiaramente visibile dall'esterno.

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

Se andate a Beauvais durante il periodo natalizio e nelle notti estive dei mesi più caldi, da un paio di anni potete anche ammirare lo spettacolo di luci che viene proiettato sulla facciata della Cattedrale.

LO STRAORDINARIO OROLOGIO MECCANICO


La Cattedrale Saint-Pierre ha un'altra attrattiva, anzi due! Al suo interno si trova uno dei più vecchi orologi a carillon del mondo, costruito nel XIV secolo e ancora perfettamente funzionante!

cosa vedere Beauvais
l'orologio medievale del XIV secolo
A un paio di metri, un altro orologio... un autentico capolavoro, opera di Lucien Auguste Vérité, un orologiaio di Beauvais che impiegò quasi 4 anni (dal 1865 al 1868) per assemblare gli oltre 90.000 pezzi che compongono questo orologio astronomico alto 12 metri, largo 5 e profondo quasi 3.
Lo straordinario marchingegno non si limita ovviamente a fornire solamente l'ora di Beauvais: ci sono 52 quadranti che indicano l'ora in 18 città diverse del mondo, l'orario in cui sorge il Sole e la Luna, il ciclo delle stagioni, le posizioni dei pianeti, l'arrivo delle maree, il verificarsi delle eclissi e così via.

cosa vedere Beauvais

La parte superiore è una rappresentazione della Città Celeste e 5 volte al giorno (al minuto 40 delle 10, 11, 14, 15 e 16) uno spettacolo di luci e suoni animato da un meccanismo che coinvolge 68 autonomi (per lo più personaggi biblici) mette in scena il Giudizio Universale. La rappresentazione costa 4 € e dura più di mezzora, accompagnata da due video con spiegazione che potete ascoltare nelle audioguide fornite (anche in italiano).

cosa vedere Beauvais

L'ingresso nella Cattedrale, come ogni altro accesso ai musei di Beauvais, è gratuito.

IL MUSEO DELL'OISE


Quella porta sostenuta da due torrette cilindriche mi aveva immediatamente riportato alla mente l'Holstentor di Lubecca e quando l'ufficio del turismo di Beauvais (in rue Beauregard 1, a 50 metri dalla Cattedrale) ci aveva consigliato di visitare il Museo dell'Oise ospitato nel palazzo vescovile pensavo che le sale fossero in quell'edificio che si affaccia sulla piazza della Cattedrale. Invece no, si attraversa l'arco e davanti si spalanca la visuale del bel giardino alla francese e del palazzo rinascimentale che accoglie una collezione di dipinti di paesaggi francesi ed italiani, reperti archeologici dall'età preistorica all'epoca merovingia, arazzi e ceramiche locali.

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

Riaperto il 25 gennaio 2015 in seguito a un grosso progetto di ristrutturazione, il Mudo (Museè Departemental de l'Oise,  rue Saint Pierre,) è visitabile gratuitamente seguendo un percorso che attraversa la sezione dedicata al pittore francese Thomas Couture e l'area delle mostre temporanee.

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

UN STRADA DI CUI INNAMORARSI


Segnatevi questo indirizzo: Rue du 27 juin. Una strada intrisa di storia, dedicata a un evento che gli abitanti di Beauvais tengono nel cuore, il 27 giugno del 1472. Quel giorno Beauvais respinse definitivamente l'assalto delle truppe reali di Carlo il Temerario, duca di Borgogna, grazie all'intervento della popolazione e in particolare delle donne, motivate e trascinate dall'esempio coraggioso della giovane Jeanne Hachette. Una statua del 1850 commemora l'eroina nella piazza principale a lei dedicata e una festa con un corteo che sfila nel centro storico, con un gruppo di donne in testa, la ricorda ogni anno nell'ultimo weekend di giugno.

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

Le case di Rue du 27 juin risalgono al XVII secolo e sono caratterizzate dall'avere la classica facciata a graticcio, in legno, che si riscontra anche in altre regioni della Francia e dalla conformazione sporgente rispetto al suolo delle abitazioni, un metodo per ottenere uno spazio maggiore ai piani superiori. Un editto di Enrico IV vietò che venissero costruiti altri edifici di simile fattura, che gettavano letteralmente ombra sulla strada e soprattutto recavano con sè un alto rischio di incendio, per tale motivo qui si trova la più alta concentrazione di case in legno di tutta Beauvais. 

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

DUE ITINERARI DI VISITA DEL CENTRO STORICO


Per non perdervi niente di tutto quello che Beauvais può offrire, appena arrivati in centro andate all'Ufficio del Turismo della regione di Beauvais, chiedete una mappa cittadina e fatevi consigliare in base al tempo che avete a disposizione. 
Nel centro storico troverete due circuiti, quello blu della durata di 1h e 30' e quello rosa di 2h e 30'. Il secondo è un'estensione del primo e passa dalle principali attrazioni di Beauvais comprese quelle ubicate nelle immediate vicinanze della Cattedrale, inserite nel percorso blu: in tutto sono 22 tappe, con partenza dai resti della più vecchia chiesa cittadina (di fronte all'ufficio turistico) Saint Bathelemy, del 1037, a arrivo in place Jeanne Hachette, risalente all'XI secolo, distrutta nel 1940 e ricostruita 10 anni dopo dall'architetto Georges Noel adattando in chiave moderna lo stile originario della piazza.

cosa vedere Beauvais

In particolare vi consiglio di non perdere:
  • la porta settentrionale della Cattedrale (del XVI secolo) e il piccolo quartiere annesso dove, sopravvissute ai bombardamenti, si trovano edifici del XV secolo compresa la più vecchia casa di Beauvais, del 1410.
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

  • La chiesa di Saint-Etienne, bellissima. Costruita tra il XII e il XVI secolo, parte in stile gotico e parte in stile romanico, custodisce al suo interno alcune vetrate originali policrome del XVI secolo (la più famosa è intitolata "l'albero di Jesse") opera della famiglia di vetrai Le Prince.
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

  • La Galerie Nationale de la Tapisserie. L'arte della tappezzeria venne importata dalle Fiandre e fu il primo ministro di Luigi XIV, Colbert, a far costruire il laboratorio reale di tappezzeria nel 1664. In pochi anni Beauvais divenne famosa per i suoi lavori e conobbe l'apice durante il regno di Luigi XV ed il talentuoso pittore e tappezziere Jean Baptiste Oudry. All'interno del museo potete vedere un'ampia collezione di arazzi e ripercorrere l'intera storia della nascita di questa tradizione.

UNA SOSTA RIFOCILLATRICE


All'ora di pranzo siamo andati al ristorante El Campo in Rue Philippe de Dreux 6, a 100 metri dalla Cattedrale, visibile dalla vetrata principale. 

cosa vedere Beauvais
cosa vedere Beauvais

Il locale è diviso in due sale con una cinquantina di posti ai tavoli e serve esclusivamente piatti cucinati con prodotti francesi di prima qualità. Noi abbiamo ordinato due tra i piatti unici del giorno, uno a base di riso e carne di manzo e l'altro con patate e 2/3 tipi di pesce, tra cui il salmone. Entrambi accompagnati da un sidro di mele. 
Noi siamo stati bene ed i prezzi sono buoni. Ci tornerei sicuramente.

CENNI STORICI E INFORMAZIONI UTILI


Seguendo le orme della salamandra (l'icona che indica i circuiti di visita) vi accorgerete che Beauvais conserva i resti di un passato che va indietro nel tempo ben oltre il XII e XIII secolo, periodo in cui vennero costruiti i suoi edifici più importanti. I Romani la fondarono nel I secolo con il nome di Caesaromagus (il mercato di Cesare) e per proteggerla dalle invasioni barbariche tra il III e IV secolo eressero delle mura perimetrali della lunghezza di 1370 metri intervallate da 14 torri semicircolari, che solo in parte sono giunte fino a oggi.
Nel Medioevo, grazie alla sua fiorente industria tessile, Beauvais era una città ricca e ambiziosa che per affermare il suo potere decise di costruire la più grande cattedrale gotica che fosse mai stata vista e nei secoli a venire, fino al XVIII secolo, continuò a prosperare grazie a Jean-Baptist Oudry. I pesanti bombardamenti del 1940 durante la 2^ guerra mondiale la danneggiarono gravemente e solo dagli anni '60 iniziò un'opera di ricostruzione e valorizzazione che portò Beauvais a essere insignita del titolo "Ville d'art et d'historie" nel 2012 dal Ministero della cultura francese.

cosa vedere Beauvais

Oggi Beauvais si presenta come una graziosa cittadina di 60.000 abitanti, con ampie aree verdi, tranquilla e lontana dal flusso turistico di massa, perfetta per chi ha una giornata a disposizione e buon punto di partenza per visitare l'Oise ed in particolare:
  • il fiabesco castello di Pierrefonds (80 km di distanza)
  • la città di Compiegne e il suo meraviglioso palazzo (60 km)
  • l'imperdibile castello di Chantilly (55 km)
  • il villaggio di Gerberoy (20 km)
  • la città reale di Senlis (60 km)
Per maggiori informazioni vi consiglio di consultare il sito www.destination-beauvais-paris.it.

Ufficio del Turismo della regione di Beauvais: rue Beauregard 1, Beauvais, tel.+33(0)3 4415 3030.
Un punto informazioni turistiche è presente anche all'aeroporto Tillè-Beauvais al Terminal 2.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento