mercoledì 25 marzo 2009

28-29 marzo giornate FAI di Primavera 2009

Puntuale con l'arrivo della bella stagione tornano le giornate FAI di Primavera, giunte alla 17^ edizione.
Saranno ben 580 i beni aperti in 210 città il 28 e 29 marzo 2009. Molti di questi (monumenti, palazzi, chiese e teatri) sono normalmente chiusi al pubblico e saranno aperti in via straordinaria.

Quest’anno per la prima volta saranno organizzate aperture speciali riservate agli iscritti al FAI e a coloro che si iscriveranno durante la Giornata: tra questi, l’inaccessibile Isola Gallinara (immagine a fianco) davanti ad Albenga (SV), straordinaria riserva naturale ricca di ritrovamenti archeologici, le cave di pietra arenaria a Varese, oggi abbandonate, che conservano ambienti suggestivi; gli interni di Villa Mazzarosa a Capannori (LU), antica dimora che ha ospitato molti personaggi illustri e Palazzo Pepoli Campogrande a Bologna, con visita esclusiva dell’appartamento privato.
Inoltre una serie di aperture dedicheranno corsie preferenziali e orari di visita riservati agli iscritti FAI.

Per maggiori informazioni vi rimando al sito ufficiale del Fondo Italiano per l'Ambiente


Qui l'elenco di tutti i beni aperti, suddiviso per regione.
In particolare segnalo:
  • a Roma saranno aperti lo scenografico Palazzo Koch, sede della Banca d’Italia, realizzato tra il 1888 e il 1892 e Villa Lubin, sede del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, costruita tra il 1906 e il 1908;
  • a Milano saranno aperte alcune sale della Biblioteca Ambrosiana, fondata da Federico Borromeo e della quale ricorre il quattrocentesimo anno dalla Fondazione, e si potrà visitare la nuova sede dell’Università Bocconi come esempio di architettura contemporanea;
  • a Fucecchio, in provincia di Firenze, in occasione del centenario dalla nascita di Indro Montanelli il FAI celebra il primo evento a Palazzo Montanelli della Volta – Fondazione Montanelli Bassi: per l’occasione saranno allestiti i due studi del giornalista, quello di Roma e quello di Milano con mobili e arredi originali e sarà esposta la famosa macchina da scrivere “Olivetti lettera 22”;
  • a Venezia per la prima volta si potrà entrare nel Teatro Verde della Fondazione Cini, il più grande parco privato della città edificato nel 1952, costruito sul modello dei teatri antichi greci e romani;
  • ad Ascoli Piceno verrà aperto, dopo dieci anni di lavori di restauro, il Forte Malatesta, costruzione fortificata legata alla storia religiosa, civile e militare della città, con l’annessa chiesa di epoca cinquecentesca, edificata sui ruderi di un impianto termale di epoca romana;
  • a Palermo apre per la prima volta al pubblico Villa Cardillo e a Bagheria apertura straordinaria della Certosa di Palazzo Butera con il suo museo delle cere, meta nell’Ottocento di scrittori e viaggiatori stranieri. 
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento