sabato 25 luglio 2009

La compagnia aerea gli rompe la chitarra e lui si vendica con una canzone...

Una storia curiosa questa che vede coinvolti la compagnia aerea canadese United Airlines e Dave Carrol, leader del gruppo country Sons of Maxwells.
Tutto ha inizio nella primavera dello scorso anno quando il gruppo è in volo da Halifax in Canada verso Omaha nello stato americano del Nebraska: durante uno scalo a Chicago una passeggera attira l'attenzione di tutti dicendo che gli addetti ai bagagli stanno distruggendo una chitarra... e in effetti è quello che sta succendendo. Dave Carroll arrivato a destinazione nota che alla sua bellissima (e costosissima) chitarra Taylor manca il manico... un danno di ben 3500 dollari! Alquanto irritato il cantante chiede spiegazioni e inoltra una denuncia ma la compagnia aerea ignora tutte le lamentele e le mail che nel periodo successivo vengono spedite per il risarcimento. Dave Carrol abbassa anche le sue richieste fino a 1200 dollari ma la risposta è sempre no... a questo punto cambia tattica: decide che scriverà 3 canzoni su questa vicenda. E così avviene. Da qualche giorno è in rete la prima, intitolata "United breaks guitars" (La United rompe le chitarre) e su Youtube è già un successo! (Qui sotto il video).
La singolare protesta sembra adesso aver fatto cambiare idea alla compagnia canadese ma ormai è tardi e la canzone spopola con il suo ritornello"l'avete rotta e dovestre ripararla / è colpa vostra, ammettetelo / Avrei dovuto volare con un'altra compagnia".
C'è bisogno di una canzone di successo affinchè le compagnie rispettino di più i loro clienti??
Posta un commento