martedì 8 settembre 2009

pedalando lungo l'ex confine tra le due Germanie

muro Berlino
La caduta del muro di Berlino, il 9 novembre del 1989, con la fine della Guerra fredda e della divisione della città, rappresenta uno dei momenti storici più importanti della storia contemporanea.
A 20 anni di distanza l'ex confine tra le due Germanie è adesso una zona protetta ed il progetto in atto lo trasformerà in una lunghissima pista ciclabile che attraverserà tutta l'Europa centrale, dal mar Baltico nei pressi di Lubecca verso sud incrociando il fiume Elba ed arrivando poco ad est della tedesca Hof, in Moravia (nell'odierna Repubblica Ceca).



La guida turistica "German-German border trail" di Michael Cramer suddivide il percorso di 600 km in 10 tappe, alla ricerca di una Germania poco conosciuta, passando da luoghi diversissimi: dal lago di Schaalen a nord, nel Meclemburgo (dove regnano le aquile di mare) ai rilievi di Harz e nel mezzo le tranquille cittadine, mai toccate dalla guerra, di Domitz, Salzwedel o Brome.

Lungo la strada piccoli musei che testimoniano come fosse il confine tra la ex DDR (dell'est) e la RFT (dell'ovest), quali fossero le funzioni delle stazioni di confine, delle officine che smontavano i veicoli in transito per evitare le fughe, e quanto grande la gioia alla distruzione della barriera.
A Hotensleben si trova anche qualche centinaio di metri della cortina di ferro originale.

(foto di Skley su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento