sabato 28 novembre 2009

La reggia delle meraviglie: Caserta festeggia in costume borbonico

Oggi la Reggia di Caserta rivivrà i fasti del periodo borbonico ed ospiterà danze, concerti costumi d'epoca e parate per il progetto "La reggia delle meraviglie" voluto ed organizzato dall'Ente provinciale per il turismo, con l'intenzione di promuovere sul territorio nazionale ed internazionale questo capolavoro di architettura.
All'estero in effetti non è molto conosciuta e in questo senso fu un grande colpo mediatico l'aver concesso gli interni del palazzo per le riprese del primo capitolo della saga di Starwars (il primo della secondo trilogia, "La minaccia fantasma") che ne esaltò la magnificenza e la maestosità.
Ispirata alla reggia di Versailles, venne costruita tra il 1752 e il 1774 e presenta ben 1200 stanze, 34 scale e 1970 finestre... insieme al palazzo, l'architetto italiano Luigi Vanvitelli ideò anche il meraviglioso parco, un tipico esempio di giardino all'italiana, costruito con vasti prati, aiuole squadrate e soprattutto un trionfo di giochi d'acqua che zampillano dalle numerose fontane a partire dalla Fontana del Canalone, detta anche Cascata dei Delfini perché il getto scaturisce dalle gole di tre giganteschi cetacei. (immagine a lato). Il parco comprende anche un Giardino Inglese, voluto da Maria Carolina d'Austria ed è completamente illuminato, come il palazzo, di notte, a rendere l'atmosfera ancora più suggestiva.
Durante il regno di Ferdinando IV la reggia ospitava la corte in primavera e in estate ed era spesso teatro di feste, ricevimenti e battute di caccia. Divenne poi la dimora preferita di Ferdinando II.

Tornando al programma del 28 novembre, la rievocazione del lungo regno di Ferdinando IV e Maria Carolina d'Austria avverrà attraverso queste iniziative:
  • Il Gran Ballo dei Borbone: 230 ballerini sfileranno e si esibiranno sia all'esterno che all'interno di Palazzo Reale in abiti e su musiche d'epoca in un'operazione di ricostruzione storica del periodo borbonico.
  • La parata: la storia sarà anche il filo conduttore principale del corteo per le strade cittadine e il cambio della guardia di cui sarà protagonista un reparto rappresentativo dell'esercito borbonico.
  • Muscia e dintorni: Una serie di concerti completeranno la rievocazione dell'atmosfera del regno, accanto a un insieme di performance e animazioni affidate a artisti internazionali, che contamineranno la Reggia in chiave contemporanea.
  • La moda: sarà inaugurara la mostra inedita "La Reggia e le Regine" curata dalla Casa di Costumi Tirelli che fino al 10 gennaio 2010 esporrà tra l'altro per la prima volta un abito autentico di Maria Carolina, lo stesso indossato in un dipinto di Filippo Marsigli (1789) che farà da sfondo all'originale. I 22 costumi in mostra ricostruiscono, attraverso gli abiti indossati dai regnanti di tutta Europa, anche l'intreccio di relazioni tra quest'ultimi e la Real Casa Borbonica. La mostra degli abiti, nella ricostruzione scenica di Flora Brancatella, sottolinea l'illuminata visione dei Borbone che con la realizzazione delle Seterie di San Leucio dettarono i canoni della moda a cavallo del '700 e dell'800 in cui solo un'altra tessitura godeva della fama internazionale, quella del francese Joseph Marie Jacquard.
Madrina della manifestazione l'attrice Maria Grazia Cucinotta.

(fonte parziale: i viaggi di Libero)

Leggi anche Il parco della Reggia di Caserta è il più bello del 2009
Posta un commento