mercoledì 10 febbraio 2010

Craco, il paese fantasma disabitato dal 1963, tra i monumenti da salvare

Craco Ghost Town Basilicata
Era il 1963 ed in provincia di Matera un piccolo paesino di nome Craco venne fatto evacuare a causa di una frana. Da allora nessuno degli abitanti ci ha mai più fatto ritorno. Il rischio che crollasse tutto era troppo grande e inevitabilmente fu preso il drastico provvedimento. Probabilmente se al giorno d'oggi si avesse più coraggio, o forse più senso di responsabilità, altri centri abitati a rischio smottamento avrebbero seguito la stessa strada e si sarebbero evitate alcune tragedie. Ma col senno del poi è sempre troppo facile agire. L'aspetto terribilmente negativo della faccenda è che da allora nessun intervento è stato compiuto (anche questa è l'Italia) e a distanza di 50 anni il paese lucano si presenta perfettamente uguale ad allora, con i suoi palazzi, il castello e le contrade.

Un bellissimo ritratto della Vecchia Graco (un nuovo paese sorse dopo l'evacuazione), l'antica Gracolum sorta nel VII secolo e sede universitaria nel 1276, la trovate sul sito www.basilicata.cc in un articolo di Michele Ascoli che descrive in maniera accorata l'agonia dei vecchi abitanti del borgo costretti a fuggire dalla propria terra ed i vicoli, le strade di ciottoli e le costruzioni di pietra, le cui mura furono "tagliate come fette di pane" e che per secoli resistettero a frane e terremoti ma non seppero sopravvivere a quell'ultimo colpo mortale inferto dalla natura.

Craco Ghost Town Basilicata

Lo stato di conservazione e la richiesta della Regione Basilicata di fondi per realizzare progetti di ricerca e valorizzazione hanno convinto il WMF, World Monuments fund (www.wmf.org) ad inserire Craco insieme a Oppido Lucano e alla laziale Ponte Lucano vicino a Tivoli (a dispetto del nome l'unica che non si trova in Basilicata) nella lista 2010 dei Monumenti mondiali da salvare.
Insieme alle tre località italiane Craco fa parte dei 93 siti in pericolo a cui appartengono anche il monastero Phajoding nel Bhutan ed il cimitero di San Luis a New Orleans.

In passato la vecchia Craco è stata utilizzata come set cinematografico: qui è stato girato "Cristo si è fermato ad Eboli", film di Francesco Rosi interpretato da Gian Maria Volontè e tratto dal romanzo di Carlo Levi, e più recentemente alcune scene del film  "The Passion" di Mel Gibson (girato in gran parte nella vicina Matera) e di "Agente 007 - Quantum of Solace".

(Photo credits: Drumsara su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento