lunedì 11 ottobre 2010

I colori del foliage nel New England

Già ad agosto i boschi del Vermont, del New Hampshire e del Maine, gli stati settentrionali del New England (nel nord-est degli Stati Uniti al confine con il Canada), cominciano a cambiare colore e con l'arrivo dell'autunno anche il paesaggio degli stati più meridionali (il Massachussetts e il Connecticut) si presenta profondamente mutato. Il cambio di colore delle foglie, che prende il nome di Foliage, è uno spettacolo a cui assistono ogni anno tra metà settembre e la fine di ottobre (a seconda delle condizioni climatiche) le migliaia di turisti che percorrono le strade alberate delle montagne del New England.

 

Indicare una zona in particolare sarebbe fare un torto alle altre... sono tantissime le regioni in cui si assiste al contrasto tra i sempreverdi con il giallo e l'arancione delle betulle o il rosso delle querce! Gli aceri del Quechee Gorge, il Grand Canyon del Vermont, brillano di mille colori e si traformano con l'avanzare della stagione più fredda e la diminuzione delle ore diurne, condizione che determina lo stop della produzione di clorofilla da parte degli alberi decidui e comparsa di un'altra pigmentazione delle foglie.

Lo stesso succede più a nord a Penobscot Bay e nell'Aroostock State Park, nel Maine. Una delle zone più estese e maggiormente frequentate è quella delle Litchfiled Hills nel Connecticut, ricca di boschi, laghi e vallate mentre spostandosi più a sud si trova la  Kangamagus Highway (nel New Hampshire), ritenuti dai leafpeepers (i "guardiafoglie", i turisti in cerca di questo tipo di spettacolo) il percorso più bello per ammirare il foliage autunnale: l'itinerario parte da Lincoln Woodstock e attraversa la White National Forest - luogo adatto per il trekking, il birdwatching e altri sport all'aperto - lungo 55 km dell'autostrada Route 112 per arrivare alla cittadine di Conway.


(foto tratte dagli album ConstantineD e parl e su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento