lunedì 2 maggio 2011

La cattedrale gotica di Reims, una delle più belle della Francia, compie 800 anni

interni cattedrale Reims
Il 6 maggio iniziano i festeggiamenti per gli 800 anni della Cattedrale di Reims. Per 6 mesi sono in programma illuminazioni speciali, conferenze, conferenze,  visite guidate, "passeggiate musicali" e concerti
E sabato 7 maggio per la NOTTE DELLE CATTEDRALI non solo a Reims ma in tutto il Paese le chiese saranno aperte fino a tardi ed illuminate.
Se avete in programma di fare un viaggio nel nord della Francia non dimenticate di farci un salto...
Reims si trova nella regione dello Champagne-Ardenne e da sempre è al centro della storia transalpina: dall'893 fino al 1825 infatti fu teatro di 32 incoronazioni di re di Francia, anche quella celebre di Carlo VII nel 1429 a cui assistette anche Giovanna d'Arco. Non solo, a Reims vennero anche battezzati futuri regnanti, come il franco Clodoveo nella notte del Natale del 496.
L'attuale maestosa Cattedrale di Notre-Dame venne costruita nel 1211 - al posto di quella vecchia che risaliva addirittura al 401 - e divenne presto la "cattedrale degli angeli" per la presenza di numerose statue, la più nota delle quali è l'Angelo del sorriso che abbellisce il portale di sinistra della facciata ovest, quella principale.
In seguito a dei lavori di ristrutturazione (per i danni risalenti alla 2^ guerra mondiale) adesso la cattedrale che dicono essere la più amata dai francesi e che Victor Hugo definì "fra tutte, la più bella", è tornata all'antico splendore.
Cattedrale Reims
Incredibili i suoi numeri, su tutti l'enorme e bellissimo rosone dal diametro di 12 metri (del XIII secolo) in cui la Vergine si mostra circondata dagli angeli musicanti, le due torri tronche che raggiungono un'altezza di 82,50 metri e l'incredibile Galleria dei Re sulla facciata principale (sulla fascia alla base delle torri) decorata con oltre 2300 statue tra cui 56 raffiguranti re francesi.
All'interno, oltre alla navata centrale sostenuta secondo lo stile gotico da lunghe colonne i cui capitelli sono decorati con edera e bacche, meritano una menzione speciale le finestre della cappella assiale realizzate dagli artigiani locali e disegnate da Marc Chagall.

Nota: per i festeggiamenti dell'8° centenario, davanti alla facciata principale sarà collocato il "cage à écureuil", la macchina che permetteva ai capomastri del XIII secolo di sollevare pietre pesanti anche una tonnellata a diverse decine di metri d’altezza.


Ti piace il blog? Seguilo su Facebook o via Feed!

Posta un commento