venerdì 13 luglio 2012

Da Sorrento a Procida, le locations dei più bei film girati sulla costa campana

"Vir'o mare quant’è bello,
Ispira tanto sentimento"

Chi non ha mai ascoltato le parole del classico della canzone napoletana Torna a Surriento? Testo e melodie d'altri tempi, si dirà, ma a distanza di ben 110 anni dall'opera scritta e composta da Ernesto e Giambattista De Curtis almeno due elementi sono rimasti immutati: la passione partenopea e la bellezza della costa campana.
Il Golfo di Napoli, la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana, tanti sono i luoghi che meritano una visita, ma invece di parlarvi dei soliti posti stavolta vi propongo un giro alternativo tra le location dei migliori film (a mio modesto parere) che sono stati girati in questo territorio diviso tra la provincia di Napoli e Salerno.


CASTALLABATE. PORTATEVI I FAZZOLETTINI!



Un itinerario che può partire ad esempio da Castellabate: un paesino che da anni vede sventolare la bandiera arancione ad appannaggio dei borghi più belli d'Italia ma che come si suol dire, è salito agli onori delle cronache grazie al successo del film "Benvenuti a Sud" e del seguito "Benvenuti al Nord". Passeggiando per le stradine del borgo medievale salernitano e gettando lo sguardo sul mare vi torneranno probabilmente in mente le scene più divertenti dei protagonisti Claudio Bisio (il milanese) e Alessandro Siani (il castellabatese) e, chissà, anche a voi scenderà una lacrimuccia quando lo saluterete.

"Quando un forestiero viene al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte."

SORRENTO. DA VEDERE E TORNARCI PIU' VOLTE...


Salendo verso nord andiamo a scoprire la location di un successo del cinema italiano degli anni a cavallo tra il '50 ed il '60, “Pane, amore e fantasia”, capostipite di una serie di 4 film che raccontavano con leggerezza un'Italia povera ma genuina. A Sorrento mosse i primi passi nel mondo della celluloide la nostra attrice più famosa, Sophia Loren, ed anche se non avete mai visto nessuno dei film che ho citato, sarà facile innamorarsi di Capo Sorrento o dei suoi monumenti: il Duomo,  la Basilica di San Francesco e quella di Sant'Antonino, il palazzo Sedile Dominova e la Cattedrale di S.Filippo e S. Giacomo. E magari vi recherete a Sant'Agata, la località che fa da punto di congiunzione tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno.

POSILLIPO, LA NAPOLI COLLINARE


Il viaggio prosegue in direzione del capoluogo campano! Ma solo per soffermarsi a Posillipo, alla Villa Volpicelli. Qualcuno la conoscerà come Palazzo Palladini, location dal 1996 della soap opera di Rai Tre “Un posto al sole”, in realtà l'ho inserita in questo percorso per omaggiare il più grande di tutti i comici italiani, Totò. Qui vennero infatti girate alcune scene del mitico “Toto', Peppino e la malafemmina”. Non ve lo ricordate? Non vi dice niente la famosa lettera dei fratelli Capone? :)

"Signorina, veniamo noi con questa mia addirvi una parola che scusate se sono poche, ma sette cento mila lire noi ci fanno specie che questanno (tutto attaccato, questanno) c’è stato una grande morìa delle vacche, come voi ben sapete.:"

Per finire andiamo sul set de “Il Postino”, l'ultimo film di Massimo Troisi, girato a Procida (NA) e tratto dal romanzo “Il postino di Neruda”.
Che dire di quest'isola? Se avete visto il film vi ricorderete delle casette colorate dei pescatori, della Locanda del postino e dei luoghi (in particolar modo Pozzo Vecchio e Marina Corricella) che fanno da sottofondo ad una storia che tocca l'anima....

"La poesia non è di chi la scrive, è di chi... gli serve!"

PS: la canzone Torna a Surriento continuava così:
[..]
"Vir'o mare de Surriento, (Vedi il mare di Sorrento)
che tesoro tene 'nfunno: (Che tesori ha nel fondo)
chi ha girato tutto 'o munno (Chi ha girato tutto il mondo)
nun l'ha visto comm'a ccà (Non l'ha visto come qua)

(Foto in alto 

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento