giovedì 14 marzo 2013

Cosa vedere a Siena: il Museo Civico al Palazzo Pubblico

palazzo pubblico siena
I motivi per cui vale la pena andare a Siena? Tanti, tantissimi. E nei prossimi giorni ne sviscererò alcuni, di natura artistica, storica e gastronomica. Uno di questi è sicuramente il Palazzo Pubblico, quell'edificio merlato alla base dell'emiciclo di Piazza del Campo, di fianco alla Torre del Mangia (alla destra se vi ponete di fronte). Se da un lato è impossibile salutare Siena senza aver visto la piazza del Palio, dall'altro non si può dire lo stesso per il Museo Civico e la salita sulla Torre. Perderseli però sarebbe criminoso come mettersi dei tacchi a spillo per visitare la città.

Pur abitando ad appena 100 km da Siena devo ammettere che le volte in cui ci sono venuto non ho mai pensato di entrare all'interno del Palazzo Pubblico. Grave mancanza! Il suo museo è veramente bellissimo e meritevole di un paio d'ore di visita se ci si vogliono ammirare con calma i capolavori dell'arte senese medievale e rinascimentale e le sale ottocentesche.

Il Palazzo Pubblico (o Comunale) venne costruito nel periodo d'oro di Siena tra le fine del XIII e gli inizi del XIV secolo per diventare la sede del Governo dei Nove (i Nove Signori della Repubblica) e tuttora mantiene la funzione di municipio. Da Piazza del Campo si entra nel Cortile del Podestà, sulla sinistra troverete l'accesso alla Torre del Mangia, sulla destra la biglietteria e le scale che portano al Museo Civico, al primo piano. Prima di effettuare la vostra scelta, datevi un'occhiata intorno e soprattutto alzate lo sguardo verso l'alto.

siena palazzo pubblico

Il Museo Civico si articola in 14 sale, tutte affrescate e con soffitti in legno. Peccato solo che non si possano fare fotografie! Quelle che vedete di seguito sono di Wikipedia e non rendono per niente l'idea della magnificenza dei dipinti (tra l'altro molte sono anche sfuocate...). Le prime quattro sale sono chiamate la Quadreria ed espongono opere di pittura italiana ed europea del XVI e XVII secolo e pittura senese dal XIV al XVIII secolo con alcuni manufatti di oreficeria. Nella stessa ala c'è anche la Sala di Vittorio Emanuele II o Sala del Risorgimento in cui sono presenti anche dei cimeli della spedizione dei Mille (alcune camice rosse sopravvissute al tempo!).

Nella parte opposta si trovano le sale che mi hanno più colpito: su tutte la più ampia, la Sala del Consiglio detta anche del Mappamondo perché ve n'era uno gigante, girevole, andato perduto ma che ha lasciato le sue tracce sulle pareti. Qui si trova il dipinto più famoso del Palazzo Pubblico, la Maestà di Simone Martini (1315), in cui la Madonna, regina del paradiso, è circondata da angeli e santi:

maesta martini museo civico siena
foto tratta da Wikipedia
e Guidoriccio da Fogliano all'assedio di Montemassi, sempre di Simone Martini (1330):

siena palazzo pubblico museo civico
foto tratta da Wikipedia
a fianco si trova la Sala dei Nove (o della Pace), celebre per le scene allegoriche affrescate da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del Buon e del Cattivo Governo (1338-1339). Si tratta di una vasta opera allegorica in cui vengono mostrati da una parte i benefici di un governo sorretto dagli ideali di "giustizia", "concordia", "sapienza", "sicurezza" ed altri ancora, tutti principi base del Governo dei Nove ed esplicitati con scritte; dall'altra le conseguenze nefaste di un governo malsano quali la violenza, la distruzione, la povertà e la morte:

siena palazzo pubblico museo civico
foto tratta da Wikipedia
Dopo aver visto anche le altre sale (quella del Concistoro, di Balia, dei Pilastri, dei Cardinali... tutte splendide, ma vi consiglio di avere una guida cartacea a portata di mano per apprezzarle al meglio), si sale al piano superiore dove si trova la Gipsoteca e dei calchi in gesso di sculture di artisti senese e proseguendo la scalinata si arriva alla Loggia, da cui si ammira un bel panorama su piazza del Mercato e sulla parte meridionale della città.

siena palazzo pubblico loggia
siena palazzo pubblico panorama loggia
siena loggia museo civico
siena loggia museo civico

Scesi al pian terreno non resta che riprendere fiato e dirigersi sulla cima della Torre del Mangia!

INFORMAZIONI UTILI


La visita al Museo Civico costa 8 €, assolutamente ben spesi! Se li prenotate il prezzo è di 7,50 € (studenti, over 65 e militari 4,50/4 €) ma il consiglio è di acquistare un biglietto cumulativo:
  • 13 € insieme alla salita sulla Torre del Mangia (il cui ingresso da solo costa 8 €), la scelta migliore a mio avviso se poi decidete di acquistare l'OPA PASS e visitare tutto il complesso museale del Duomo
  • 11 € insieme al museo di Santa Maria della Scala (validità 2 giorni)
  • 14 € con il museo di Santa Maria della Scala, il Battistero ed il Museo dell'Opera (solo in inverno | validità 7 giorni)
  • 17 € con i musei sopra citati ed in più Sant'Agostino e San Bernardino (solo in estate | validità 7 giorni)
Abbiamo visitato il Museo Civico durante il blog tour organizzato da #unterzociascuno insieme all'hotel Borgo Grondaie.

Altre info sul Palazzo Pubblico le trovate sul sito del Comune.

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento