venerdì 12 luglio 2013

Cosa vedere a Copenaghen in tre giorni, anzi due! Un itinerario di visita

copenaghen nyhavn
Il nostro fine settimana anomalo (dal giovedi al sabato) a Copenaghen ci ha regalato due certezze: la prima è che la capitale danese è davvero una bella città! La seconda è che ci torneremo di nuovo appena ci sarà la possibilità perché assolutamente tre giorni non bastano per vederla!!!!!!
Per la verità, se consideriamo quando siamo arrivati e partiti, le giornate di permanenza sono state appena due.... un pomeriggio, un giorno intero e alcune ore della mattina. Tempo sufficiente a malapena a visitare le principali attrazioni. Noi non ci siamo certamente dilungati in sonni ristoratori, come nostra abitudine abbiamo trottato, ma comunque abbiamo dovuto fare una scelta delle cose da vedere
Se anche voi avete le "ore contate", forse vi potrà servire il nostro itinerario di visita. Pianificato attentamente a casa e poi... inevitabilmente modificato in loco! :)

1° GIORNO

Alle 14:30 arriviamo all'aeroporto di Kastrup con volo Vueling da Firenze (tutte le informazioni necessarie le trovate nel primo post), abbiamo cambiato un po' di euro in corone danesi al primo sportello disponibile (scelta che poi si rivelerà azzeccata in quanto in città il tasso è praticamente uguale e le commissioni sono più alte) e ci siamo messi in coda per acquistare i biglietti della metropolitana per arrivare in centro (gli altri collegamenti da/per l'aeroporto li trovate nello stesso post segnalato prima). Dopo 15 minuti saliamo sulla linea gialla M2 che si trova al Terminal 3 e in altri 15 minuti arriviamo Nørreport. 

Il nostro hotel si trova a un centinaio di metri da Radhusplatzen, la piazza del Municipio, nella parte meridionale di Copenaghen città. Per arrivarci scegliamo di fare due passi a piedi. In 20 minuti giungiamo al First Hotel TwentySeven, sbrighiamo le formalità del check-in, lasciamo i bagagli e partiamo alla scoperta di Copenaghen!

copenaghen radhus
Radhusplatzen
Da quando siamo scesi dall'aereo sono trascorsi 1 ora e 30'... A due passi dall'hotel si trova il museo Nazionale (NationalMuseet) ma alle 17 chiude, come quasi tutti i musei della città (alcuni anche alle 16!), quindi preferiamo dirigerci verso Radhusplatzen. Poco prima della piazza si trova il Museo dedicato ad Hans Christian Andersen, da queste parti un'icona! Non rappresenta il loro Shakespeare o Dante Alighieri ma l'unione dei due insieme a Esopo e Omero...

Il museo è molto carino ed in una mezzora si vede agevolmente ma sinceramente se proprio non siete dei fan dello scrittore (autore di fiabe celebri come "Il brutto anatroccolo", "La piccola fiammiferaia", "I vestiti nuovi dell'imperatore" e come dimenticare "La sirenetta"!) potete anche fare a meno di vederlo. Noi avevamo la Copenaghen Card e non abbiamo speso niente per l'ingresso.

copenaghen museo andersen
Museo Hans Christian Andersen
Se riuscite ad arrivare in città a un'orario precedente al nostro, vi consiglio di fare una visita al museo NY Carlsberg Glyptotek che Ospita una serie notevole di dipinti dei maestri dell'Impressionismo (Van Gogh, Gauguin, Monet e Cezanne) e una collezione di sculture acquistate negli anni dal "re della birra" Carl Jacobsen.
Noi abbiamo fatto un giro sull'isoletta di Slotsholmen e visitato gli esterni del massiccio Christiansborg slot, gli edifici pittoreschi di Gammel Strand che si affacciano sul canale e il bellissimo palazzo che un tempo ospitava la Borsa (adesso sede della Camera di Commercio, non aperto al pubblico) facilmente riconoscibile per la guglia formata dall'intreccio delle code di quattro draghi.

copenaghen borsen
Borsen
La sera ci siamo diretti a Tivoli (ingresso compreso nella Copenaghen Card, altrimenti sono 95 Kr) che in quei giorni ospitava un evento musicale rock. In estate specialmente ogni weekend (anzi, ogni giorno) ci sono in programma concerti o spettacoli che giustificano il prezzo del biglietto, altrimenti un po' salato... le attrazioni del parco divertimenti costano infatti da un minimo di 25 Kr a un massimo di 75 Kr ciascuna (1 euro circa 7,46 Kr) quindi se volete trascorrere una giornata a Tivoli all'insegna delle montagne russe e similari potete comprare il biglietto All Inclusive a 450 Kr. 

copenaghen tivoli

L'ambiente è piacevole: i giardini sono ben curati e in alcune zone circolano liberamente anatre e pavoni. Quando tramonta il sole poi si accendono le mille lucine che addobbano gli edifici. Forse le illuminazioni un po' kitch ma sono di gran effetto!All'interno del parco ci sono molti ristoranti, un po' da tutti i prezzi. Noi siamo stati al Madklubben Vesterbro, consigliato dalla guida italiana Linda. Considerando che i prezzi dei ristoranti è abbastanza elevato (non solo a Tivoli) direi che è una buona scelta specialmente se volete assaggiare un piatto tipico danese senza spendere troppo.

Accanto all'ingresso principale di Tivoli si trova anche il Rock Cafè, una visita irrinunciabile per i "collezionisti" di magliette della catena.

copenaghen hard cafè

2° GIORNO

Di primo mattino prendiamo il bus 11A (abbiamo la Copenaghen Card, no? E allora sfruttiamola!) e ci dirigiamo alla chiesa di Frederiks, nota a tutti come Marmorkirken, la chiesa di marmo. Il motivo non occorre spiegarlo. E' sicuramente l'edificio religioso più bello di Copenaghen, riconoscibile da lontano grazie alla sua cupola che ricorda un po' quella della basilica di San Pietro, anche se è più piccola (ma non di molto) ed ha un colore verde chiaro. Dopo un giretto al suo interno vorremmo salire sulla cupola per ammirare il panorama dall'alto, ma, sorpresa, l'accesso è momentaneamente chiuso...

marmorkirken copenaghen

Passiamo allora alla tappa successiva: a 50 metri si apre la piazza intorno alla quale sorge il palazzo di Amaliensborg slot. Quattro edifici settecenteschi che ospitano la famiglia reale e che ogni giorno vedono avvicendarsi il cambio delle guardie alle 12 in punto. Prima della cerimonia visitiamo il museo, piccolo ma meritevole di una visita, composto da sale arredate con i mobili originali di varie epoche, dal XIX secolo fino alla 2^ guerra mondiale.

Scocca mezzogiorno, è l'ora del cambio della guardia. I turisti affollano la piazza già dalle 11:30 ed alle 12:10 ancora nessun segno di vita... la parata infatti inizia al castello di Rosenborg e si conclude in piazza. Quando la regina è nella residenza reale le guardie sono accompagnate anche da una banda, evidentemente quel giorno i reali erano in trasferta. Le guardie si danno il turno seguendo il rito davanti ad ogni postazione, quindi se volete assistere a tutto il cerimoniale considerate di impiegare almeno un'ora del vostro tempo.

copenaghen cosa visitare
Amalienborg - cambio della guardia
Noi andiamo un po' di fretta e dopo mezzora siamo già in cammino lungo il canale in direzione della Sirenetta. In attesa di fare la conoscenza del monumento più fotografato di Copenaghen ci imbattiamo in un volto noto... 
ma che ci fa il David di Michelangelo a Copenaghen???

copenaghen cosa visitare

Proseguiamo fino alla chiesa di Sankt Alban (carinissima) e l'imponente scultura mitologica Gefion Springvandet che occupa il centro di una bella fontana a cascatelle. Passiamo attraverso i bellissimi giardini di Kastellet (la Cittadella) tra i petali bianchi portati dal vento... bellissimo!!! Ed eccoci finalmente alla Sirenetta. Qualche foto e poi torniamo indietro verso il Rosenborg Castle. A chi ha tempo consiglio di fare una visita al forte militare e di soffermarsi al mulino a vento che si vede spuntare da lontano. 

copenaghen cosa visitare
fontana Gefion Springvandet
Noi non avevamo tempo e siamo andati direttamente al Rosenborg Slot. Le visite terminano alle 16, quindi programmate bene la vostra giornata!!! Il castello è bellissimo ed anche i suoi giardini meriterebbero una sosta... purtroppo il tempo corre e noi lo inseguiamo a passo veloce!

copenaghen cosa visitare

E' l'ora di scoprire Nyhavn. Il porto nuovo è di gran lunga la zona più affollata di Copenaghen grazie alle casette colorate che si affacciano sul canale ed alle imbarcazioni che sono lì ormeggiate. Ogni 30' minuti circa parte un'escursione in battello da uno dei due moli e anche noi non ci sottraiamo alla visita che si dipana tra i canali che si ramificano dentro la città ed il mare aperto. Andiamo anche a vedere la Sirenetta da un'altra prospettiva e passiamo davanti alla Royal Library e all'Opera, due edifici ultra moderni che a me non hanno particolarmente colpito ma sono il vanto della città.

copenaghen cosa visitare
Royal Library
Rientrati dal giretto (circa 45' minuti) pensiamo che sia giunta l'ora per andare al quartiere di Christianshavn. Prendiamo il 2A e scendiamo un po' distanti da Christiania, per farci un pezzetto a piedi e vedere le vecchie case e le case sui battelli. E' quasi l'ora di cena ma il sole è ancora alto. Varchiamo la soglia della città libera fondata da un gruppo di hippie nel 1971. L'atmosfera non è come me la immaginavo... c'è tanta gente, ci sono ragazzi che fumano sigarette (ed anche qualcos'altro di più pesante) ma tutto è tranquillo. Stessa cosa dicasi per il Green Light District, dove... ve lo racconterò in un altro post! 
Dico solo che l'importante è attenersi alle tre regole d'oro di Christiania: 1) divertirsi 2) non fotografare 3) non correre (potrebbe generare panico!)

copenaghen cosa visitare
Christiania
Dopo esserci ripresi da 5 minuti di risa incontrollate per aver letto quell'ultima riga, facciamo un salto in uno dei ristoranti che sono all'interno dei vecchi edifici per goderci una cena (discreta, con prezzi abbastanza buoni per Copenaghen); ci prendiamo qualcosa da bere in uno dei locali all'aperto e facciamo una passeggiata lungo il laghetto interno, osservando le casette, alcune niente male, degli abitanti di Christiania.

3° GIORNO

Il nostro ultimo giorno abbiamo avuto solo il tempo per visitare il NationalMuseet (per saperne di più al riguardo leggete "10 cose gratuite da fare a Copenhagen"). Ma se avete qualche ora in più potreste dedicarla alla torre rotonda, il Rundetårn, l'osservatorio astronomico più vecchio d'Europa oltre che il punto di osservazione - dicono - più bello, grazie ai suoi 209 metri di altezza.
La prossima volta che torneremo sarà oggetto delle nostre prime visite!

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento