venerdì 13 maggio 2016

Noto, fugace bagliore di bellezza | #SicilyTour #TheGira 1°-2° giorno

Noto, la capitale del barocco detta anche "il giardino di pietra", è per noi la prima tappa del SicilyTour con #TheGira. Cosa dire di Noto che non sia già stato decantato? Più che una città è un gioiello che ti abbaglia con la sua bellezza, di giorno (anche se alla luce del Sole l'abbiamo vista solo da lontano) e di notte grazie a un'illuminazione suggestiva che mette in risalto i suoi monumenti.
noto sicily tour thegira
Dopo il racconto dell'incontro con l'incredibile Scala dei Turchi faccio un passo indietro al primo giorno dei "viaggi dell'Apetta"... al "battesimo dell'apetta"! :)
Anche se come dicevo nel post "viaggiare in rickshaw: istruzioni per l'uso" in realtà avevo già guidato un'apecar a tre ruote, seppur di cilindrata superiore. Mai però avrei pensato di poter fare un viaggio di 6 giorni a bordo di un Ape Calessino! Di godermi il paesaggio durante gli spostamenti, spostarmi agevolmente senza il problema del parcheggio e... attirare la simpatia dei passanti! :)

noto sicily tour thegira

La prima delle 10 spiagge del nostro SicilyTour è quella della pineta del Gelsomineto, nel comune di Avola (SR). Il viaggio in aereo e quello in ape calessino da Catania rendono una sosta obbligatoria e quando giunge l'ora di salutarla per raggiungere la nostra sistemazione per la prima notte il distacco è più doloroso del previsto... a fine giornata siamo rimasti solamente io, Sara e pochi altri estimatori del mare al tramonto, ma per noi è il momento di andare all'agriturismo riservato da Agriturismo.it: A Lumia!

Ci mettiamo in marcia e dopo appena 10 km siamo alla meta nella Contrada di Madonna Marina. Nel buio serale solo il motore della nostra apetta echeggia probabilmente per chilometri. Silenzio. C'è un silenzio irreale quassù, in posizione sopraelevata rispetto a Noto. Siamo un po' spaesati e non ci rendiamo perfettamente conto di dove siamo capitati... Due chilometri più a valle si scorge Noto, una pennellata di luce bianca in un quadro scuro color pece. I proprietari Laura e Salvatore sono molto gentili e ci fanno sentire a casa nostra: giusto il tempo di posare i bagagli nella nostra cameretta, rustica, accogliente e con l'aria condizionata (è il 6 agosto!), che siamo di nuovo in sella diretti verso la città. 

Sulle strade ci siamo solo noi. Parcheggiamo il nostro bolide rosso e iniziamo a perlustrare questo piccolo grande capolavoro del barocco siciliano

noto sicily tour thegira
la cattedrale di Noto
E' strano visitare una città di notte. A me è sempre piaciuto, anche se le chiese e i palazzi sono chiusi e non possiamo salire sul tetto della chiesa di Santa Chiara (però è l'unica che troviamo aperta dopo cena!) o sul campanile della chiesa di San Carlo al Corso per fare una delle cose che mi piacciono di più, ammirare il panorama dall'alto.

noto sicily tour thegira
all'interno della chiesa di Santa Chiara
noto sicily tour thegira

Nota è un museo al cielo aperto e di notte l'ottima illuminazione garantisce la visione di uno spettacolo di alta qualità. Corso Vittorio Emanuele è la via pedonale principale che taglia in due il centro storico e incrocia i principali siti turistici: oltre alla chiesa di Santa Chiara ci sono la regina del barocco, la cattedrale di San Nicolò con la monumentale scalinata e ai suoi fianchi i palazzi Landolina e Ducezio. Davanti si trova il municipio e un centinaio di metri prima la parrocchia di S. Francesco d'Assisi all'Immacolata frati minori conventuali, un nome lunghissimo come la sua gradinata che nelle sere d'estate accoglie i ragazzi e i turisti che si siedono su questi gradoni e su quelli sotto la Cattedrale.

noto sicily tour thegira
noto sicily tour thegira

Proprio davanti alla parrocchia si trovano alcuni tavoli all'aperto della trattoria "Al Buco" e decidiamo di cenare lì, con quella magnifica visuale e un buon piatto di spaghetti con bottarga e pistacchio di Bronte.

noto sicily tour thegira

La serata scivola via piacevolmente, anche perchè troviamo casualmente due nostri amici di Firenze! Il mondo è veramente piccolo, eh! :)
Osserviamo i disegni che in via Nicolaci tracciano i contorni dei quadri dell'Infiorata, facciamo un po' di zig-zag tra le stradine e cerchiamo di posticipare il più possibile il momento dei saluti che, ahimè, inevitabilmente ci coglie insoddisfatti.

noto sicily tour thegira

Il mattino dopo il Sole splende, il cielo e azzurro e... wow! Ma dove ci troviamo?
La sera prima non ci eravamo resi conto che l'agriturismo A'Lumia si trova in un angolo dell'Eden!
Siamo circondati da mandorli, ulivi e limoni in un podere di 15 ettari che produce prodotti biologici certificati. Ci tratteniamo a parlare un po' con i proprietari mentre ci arriva una colazione da primato: crostate di frutta, vari tipi di focacce, torte e marmellate!

noto sicilia agriturismo lumia
noto sicilia agriturismo lumia
noto sicilia agriturismo lumia

Non mancano nemmeno due granite alla mandorla strepitose. Quella super colazione la ricorderemo per tutto il nostro soggiorno e resterà indimenticabile, gustata al fresco davanti al panorama di Noto all'orizzonte.

noto sicilia agriturismo lumia
noto sicily tour thegira

L'apetta ci reclama, dobbiamo ripartire per Agrigento!

sicily tour thegira

La nostra visita a Noto è stata breve ma intensa e se ritorneremo - anzi no, quando torneremo! Non può bastarci una toccata e fuga - ci ricorderemo dell'agriturismo A'Lumia, dei suoi colori e dei suoi sapori.
I diari dell'Apetta continuano...

Vi è piaciuto il racconto? Volete provare anche voi l'esperienza di un viaggio in Ape Calessino? Guardate le offerte sul sito di TheGira!

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento