venerdì 17 giugno 2016

Il Molinetto della Croda, l'angolo più scenografico della Marca Trevigiana

Oggi torno virtualmente nella Marca Trevigiana, il nome con cui storicamente viene identificata la provincia di Treviso, per parlare del Molinetto della Croda, nella valle del Lierza. "Ti piace vincere facile eh?", potrebbe dire qualcuno :). In effetti è così. Da tutti è definito uno dei posti più suggestivi del territorio e un rapido sguardo è sufficiente per avere la conferma di quanto sia meritata la sua fama e innamorarsene... 
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
Il "piccolo mulino della roccia" si trova a 2 km dal centro del paesino di Refrontolo (un nome che già di per sé ispira simpatia!), a 6 km da Soligo, 15 km da Conegliano e 38 km da Treviso, giusto per individuare geograficamente la sua posizione. In auto ci si arriva impostando il navigatore su via del Molinetto e appena la strada diventa sterrata, parcheggiate nell'ampio spazio e incamminatevi per un centinaio di metri circa. 
Alla fine del breve sentiero si apre un piazzale e in fondo, come se fosse incastonato nella parete in pietra, ecco che appare il piccolo mulino. Il fragore della cascata diventa più forte man mano che la distanza si riduce e le prime espressioni di meraviglia cominciano a stamparsi sui volti. Potrei ricorrere a facili analogie (non lo nominerò ma a tutti verrà in mente quello spot che da anni imperversa e condiziona l'immaginario comune facendo associare un paesaggio bucolico d'altri tempi a galline dai nomi improbabili e attori spagnoli che non si capisce che cosa c'azzecchino con tutto ciò!) ma senza comunque allontanarmi troppo dalla retorica, preferisco dire che davanti agli occhi si spalanca uno scenario d'altri tempi. Della serie: c'era una volta un mulino ad acqua in mezzo a una natura incontaminata... Non è molto originale ma la realtà non si discosta molto da questa frase.

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

LA STORIA DEL MOLINETTO DELLA CRODA


Il torrente Lierza che scorre impetuoso, la ruota del vecchio mulino che gira dal XVII° secolo, la cascatella che si getta da un'altezza di 12 metri e di fianco la casetta del mugnaio. Ogni elemento sembra comporre un quadro perfetto e non penseresti mai che questo luogo di bellezza sia stato anche teatro di dolore a causa di numerose esondazioni. Quella del 1953 portò alla chiusura della macina, l'ultima invece è una ferita ancora viva nella memoria degli abitanti di Refrontolo: era la sera del 2 agosto 2014 e una festa paesana si stava svolgendo sotto un tendone accanto al Molinetto quando all'improvviso irruppe l'alluvione. Quattro morti e otto feriti, una tragedia definita dall'allora governatore del Veneto "una piccola Vajont, un'episodio indelebile nella storia del Molinetto.

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

Una storia travagliata, iniziata nel 1630 con la sua costruzione e andata avanti tra alterne fortune, in gestione a mugnai che si narra non fossero particolarmente abili; nel 1991 il Comune di Refrentolo decise di acquistare questo patrimonio storico e culturale della Marca Trevigiana salvandolo dall'abbandono e dall'oblio e lo restaurò con attenzione, rimanendo fedele al suo aspetto originario e riportando in funzione la ruota idraulica e gli ingranaggi per la macina del mais.
Adesso il Molinetto della Croda è uno dei pochi mulini ad acqua funzionanti in Italia.

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

LA VISITA GUIDATA


Grazie all'Associazione Molinetto della Croda potete visitarlo accompagnati da una guida e vedere da vicino una delle poche testimonianze esistenti di una civiltà rurale che fu: all'interno dell'edificio che un tempo ospitava la famiglia del mugnaio ci sono la stanza della mola, che continua a lavorare per produrre il mais per la polenta come si faceva una volta, un museo della molitura, ricavato negli altri locali con la camera del mugnaio e la cucina; altre sale sono adibite a mostre fotografiche e a tema sulla vita contadina della Marca o sul vino e la viticultura (siamo nella terra del Prosecco Superiore e del Refrentolo Passito! Ce lo ricordano i magnifici vitigni che si incontrano percorrendo le strade che portano al Molinetto e le bottiglie di vino che è possibile acquistare o degustare al prezzo di costo nel piazzale). 

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde
molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

Seguendo un breve sentiero dal biavèr (il granaio) stalla si sale sopra alla cascata e da lì, oltre ad ammirare il mulino da una diversa angolazione, si può proseguire lungo il fiume per una passeggiata in mezzo al verde. 

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

Cos'altro aggiungere se non che si tratta di una meta ideale per un picnic o una scampagnata?

ORARI DI APERTURA (2016)

  • fino al 15 settembre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 tutti i giorni (nei festivi la chiusura è posticipata alle 18:30).
  • Dal 16 settembre al 24 novembre è aperto solo dal mercoledì al sabato e nei giorni prefestivi dalle 15 alle 18 e nei giorni festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
  • A dicembre e gennaio nei locali del Molinetto è allestita una mostra di presepi aperta da mercoledì a sabato e nei prefestivi dalle 10 alle 12 e dalle 14:30 alle 18 e nei festivi in orario 10-12 e 14-18.

INFORMAZIONI UTILI


Per ulteriori info vi rimando al sito dell'Associazione Molinetto della Croda www.molinettodellacroda.it
e al Consorzio di promozione turistica Marca di Treviso, in via Venier 55 a Treviso. Sul sito della Marca potete prenotare direttamente l'alloggio dove dormire e reperire informazioni per organizzare un weekend o una vacanza nella Marca, magari in concomitanza di uno dei tanti eventi in programma nel territorio.

molinetto croda Refrontolo marcatrevisoinverde

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento