venerdì 16 dicembre 2016

10 cose da sapere prima di un viaggio a Sofia

Com'è Sofia? E' sicura? E' davvero economica? Come si raggiunge dall'aeroporto? Dove è meglio fare il cambio euro-lev? Mezzi pubblici e taxi?... Ecco 10 cose che secondo me è meglio sapere prima di partire: informazioni pratiche, consigli e considerazioni personali sulla base del nostro viaggio a Sofia a dicembre.
Sofia da sapere prima partire
Iniziamo da un punto fermo: Sofia è la capitale della Bulgaria. Beh, ovvio!? Mica tanto...! Vi assicuro che qualche mio amico sapeva solo questo ma non aveva ben chiaro dove si trovasse di preciso. Almeno finché al mio ritorno non ho attaccato un pippone che gli ha fatto pentire di aver sempre snobbato l'ora di geografia alle scuole superiori 😆.
Sofia è la città più grande della Bulgaria, con una popolazione che si aggira sul milione e duecentocinquantamila abitanti, ma non è questo che interessa a noi viaggiatori. A chi è alla costante ricerca di nuovi posti, nuove esperienze, nuove storie, interessa sapere quel che si cela dietro una delle capitali meno conosciute del nostro caro Vecchio Continente. Io e Sara abbiamo provato a colmare questa nostra lacuna e mossi dalla nostra inguaribile curiosità abbiamo preso al volo un'offertona e ci siamo catapultati per 48 ore in questa città. Il risultato è stato un city-break davvero piacevole, a tratti sorprendente. Perché Sofia è una signora elegante ma poco appariscente che se ne sta un po' sulle sue ma che ti regala sprazzi interessanti di conversazione non appena riesci a infrangere la sua riservatezza e a scavalcare il tuo muro di diffidenza.

Sofia da sapere prima partire
la cattedrale Alexander Nevski
Poco prima di acquistare il volo ho cercato di documentarmi un po' sulla nostra destinazione ma in rete sinceramente non ho trovato moltissime informazioni (soprattutto non aggiornate), quindi, sulla scia delle mie ormai tradizionali #10cosedasapereprimadiunviaggio ecco tutto quello che secondo me è utile sapere e personalmente avrei gradito conoscere prima di partire alla volta di Sofia

1. A SOFIA IN AEREO


Sofia è collegata molto bene all'Italia e con le tariffe abbordabilissime che la Ryanair (e non solo) ha lanciato sul mercato da qualche tempo gli italiani in viaggio verso questa meta sono verosimilmente destinati a crescere nel giro di poco tempo. 
Noi abbiamo scelto di partire perché ci attrae l'Est Europa e perché abbiamo trovato dei prezzi davvero low cost (36,70 € a testa A/R nei giorni del ponte dell'Immacolata) ma adesso si trovano voli a partire da 7,99 € a tratta nel mese di gennaio e febbraio.
Dal'Italia effettuano voli diretti per Sofia le seguenti compagnie aeree:
  • Ryanair (Terminal 1) con partenze da Milano Malpensa, Pisa, Roma Ciampino e Venezia.
  • Wizzair (Terminal 1) da Bologna, Catania, Bergamo, Roma (Ciampino e Fiumicino) e Napoli.
  • Alitalia (Terminal 2) da Roma Fiumicino e Milano Malpensa (tramite vettore della Bulgarian Air).

2. COLLEGAMENTI AEROPORTO -CENTRO CITTA'


L'aeroporto di Sofia (SOF codice IATA) si trova ad appena 10 km a est della città ed è collegato molto bene al centro. Potete scegliere tra queste alternative:

LA METROPOLITANA


E' assolutamente la soluzione più comoda ed economica. Il Terminal 2 (T2) è raggiunto da una diramazione della linea 1 (quella rossa) e in circa 25 minuti e 12 stop potete ad esempio arrivare alla fermata della stazione centrale dei treni Serdica. T2 e T1 sono collegati da un servizio di navetta gratuito attivo dalle 7 alle 19 con una frequenza di uno ogni 30 minuti (ai minuti :00 e :30 di ogni ora dal T1 al T2 e dai minuti :15 e :45 dal T2 al T1) e dall'autobus n°84 (gli orari potete leggerli nel paragrafo successivo). Il biglietto per una corsa in metro costa 1,60 BGN (Lev bulgaro) cioè circa 0,80 €.

Sofia da sapere prima partire

L'AUTOBUS


La linea 84 (che trovate sulla destra appena uscite dal Terminal 1) è attiva dalle 5 fino alle 00:20 nei giorni feriali e fino alle 23:23 in quelli festivi e nei fine settimana. Parte dal T1 ogni 20/30 minuti a seconda della fascia oraria e dal T2 5/10 minuti dopo. Il prezzo del biglietto è lo stesso della metropolitana ma il tempo di percorrenza è un'incognita...
Il traffico all'ingresso dell'aeroporto e della città è spesso caotico e per un tragitto che si percorre in 20 minuti ci può volere anche il doppio del tempo! A noi è successo al ritorno quando ci siamo serviti del servizio navetta messo a disposizione dal nostro hotel.
La linea 384 opera solo dal T2 dalle 5:52 alle 22:58 nei giorni feriali mentre nei restanti giorni inizia il servizio 4 minuti dopo e termina 8 minuti prima.
Per chi viaggia con grossi bagagli al seguito tenete presente che quelli che superano le dimensioni 60-40-40 cm hanno bisogno di un biglietto a parte.
Altre informazioni sui mezzi di trasporto dall'aeroporto per/da il centro città, gli orari e le fermate le trovate sul sito: www.sofia-airport.bg/en/passengers/and-airport/public-transport.

TAXI


Oltre alle soluzioni sopra citate, ai transfer degli hotel e a quelli privati ci sono i taxi, da prendere in considerazione ad esempio se atterrate a Sofia a fine giornata. All'aeroporto così come in città troverete decine e decine di auto gialle ma fate attenzione perchè molti tassisti sono abusivi. In base a quel che ho trovato sul web e alla nostra esperienza durante un'escursione fuori Sofia vi consiglio di utilizzare i taxi della compagnia Ok-Supertrans. In ogni caso diffidate di coloro che si presentano al Terminal Arrivi e dei tassisti che non attivano il tassametro a inizio corsa.
Dall'aeroporto al centro città o viceversa della città il prezzo si aggira intorno ai 15-25 Leva e in linea generale viaggiare in taxi costa relativamente poco.


Sofia da sapere prima partire

3. CAMBIO MONETA


La Bulgaria è uno stato membro dell'Unione Europea dal 2007 - per l'ingresso è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto | ulteriori informazioni sul sito Viaggiare Sicuri della Farnesina - ma per adesso ha mantenuto come valuta il Lev (plurale Leva) che al cambio ufficiale è pari a circa 1,95 €.

I prezzi quindi sono facilmente calcolabili, basta dividere per 2!

Noi abbiamo cambiato qualche euro all'ufficio del cambio in aeroporto ma nel centro se ne trovano parecchi e a tassi migliori. Di solito noi preferiamo prelevare al bancomat e quindi cambiare i soldi al tasso ufficiale e senza spendere commissioni (questo però dipende dalla vostra banca perché alcune le applicano) però stavolta abbiamo preferito andare sul sicuro per evitare qualsiasi problema di "carte clonate".


4. COSTO DELLA VITA A SOFIA


Sofia è decisamente una meta low cost nonostante lo sia meno di quanto lo fosse qualche anno fa e rispetto al resto della Bulgaria. I mezzi di trasporto sono economici ma soprattutto lo sono gli alloggi: ci sono alberghi a 2/3 stelle a 30/40 € a notte per una camera doppia e si trovano 4 stelle a partire da 55-70 € a notte come il nostro hotel DownTown, ottimo, a 15' minuti dal centro!

Sofia da sapere prima partire
la Hall dell'hotel DownTown in bulevard Vasil Levski 27-А
Ci sono ristoranti per tutte le tasche (ne parlerò in un post a parte) e trovare un posticino dove mangiare piatti della cucina bulgara e spendere a testa 10 € al massimo per un pranzo o cena completo non è un miraggio. Tra l'altro coperto e servizio non si pagano.
Un consiglio: fate un salto al Mercato centrale coperto Tsentralni hali, alla fermata della metro di Serdika, proprio nel mezzo tra la Moschea e la Sinagoga.
Li troverete un po' di tutto (dai prodotti tipici ai souvenir) anche uno forno dove abbiamo comprato alcuni dolci squisiti dal nome impronunciabile... uno assomigliava a una grossa bignè dalla forma allungata ripiena di crema e ricoperta di cioccolato (1,40 leva di pura bontà!).


Sofia da sapere prima partire
Sofia da sapere prima partire
il Mercato centrale coperto Tsentralni hali
La voce più consistente delle spese per noi è incredibilmente stata quella delle foto nelle chiese! In quelle che lo consentivano perché in molte c'è il divieto assoluto di fotografare o fare filmati.
Gli ingressi ai musei costano pochi euro e quelli alle chiese sono gratuiti in tutte quelle che abbiamo visitato (molte) ma ad esempio scattare fotografie all'interno della cattedrale Alexander Nevski costa 10 leva.

5. SOFIA E' SICURA?


Ed eccoci alla prima informazione che senza dubbio è pratica ed è filtrata come le altre dalla nostra esperienza ma che ha una connotazione più soggettiva. Premesso che tre giorni scarsi possono delineare un quadro però ovviamente non sono in grado di dare risposte in termini assoluti su una questione del genere, a noi Sofia ha dato una buona impressione. Abbiamo trovato persone gentili e ospitali e una città pulita e sicura, anche se ovviamente ci siamo limitati ai quartieri del centro dove sono raccolte le attrazioni principali e non ci siamo spinti nella periferia più povera.

Sofia da sapere prima partire

La prima sera, eccitati dalla curiosità di vedere la cattedrale Alexander Nevski di notte, abbiamo camminato per diverse ore dopo cena senza avvertire nessun pericolo. In questo periodo le temperature minime oscillano tra -10 e 0° e non abbiamo trovato moltissima gente per le strade, ma ugualmente la sensazione è stata positiva e sia la guida bulgara che ci ha accompagnato una mattina in un giro turistico, sia le impressioni del nostro amico blogger Nicola Spina di Viaggiatori Low Cost che il destino ha voluto che incontrassimo a Sofia negli stessi giorni, sia le opinioni che si leggono su internet sono concordi nell'affermare che le precauzioni di sicurezza da prendere a Sofia sono le stesse che si devono prendere nelle grandi città: in particolare occorre fare attenzione sui mezzi pubblici ai possibili ladri di portafogli.

6. COME SPOSTARSI A SOFIA


Il mio consiglio è di visitare la città a piedi. Gambe in spalla e via! E in autunno e inverno meglio partire presto al mattino perché quando cala il buio la temperatura si fa piuttosto rigida. 
Le attrazioni principali sono racchiuse in un'area abbastanza contenuta e raggiungibile in tempi mediamente brevi ma se il tempo a vostra disposizione è poco io valuterei attentamente di utilizzare anche i mezzi pubblici che sono puntuali, comodi e come dicevo anche economici: il biglietto per una corsa singola costa 1,60 leva, quello giornaliero 4 leva mentre l'abbonamento per 3 giorni 10 leva. 
  • La metropolitana è formata da 2 linee (M1 rossa e M2 blu), entrambe con una ramificazione, con l'aggiunta di una terza linea (verde) che taglia la città da est a ovest. Le fermate della metro sono 63 per un totale di 65 km di percorso. L'orario di apertura va dalle 5:30 alla mezzanotte.
La rete dei bus e del filobus è fitta e alle fermate sono indicati i tempi di attesa (occhio però che le scritte sono in cirillico!). Armatevi di una mappa con i percorsi dei mezzi pubblici e soprattutto non perdetevi una corsa su uno dei vecchi tram!

Sofia da sapere prima partire

7. L'ALFABETO CIRILLICO


Non tutti sanno che l'alfabetico cirillico è stato creato in Bulgaria e che deriva dall'alfabetico glagolitico, utilizzato nel IX secolo in alcuni Paesi di origine slava e creato, quest'ultimo, da Cirillo e Metodio.
A Sofia tutte le vie e la maggior parte delle insegne dei negozi sono in cirillico... 
Soprattutto sono scritte con i caratteri di questo alfabeto le stazioni della metropolitana e degli autobus. Quindi la prima cosa da fare appena arrivati a Sofia è procurarsi una mappa della città in una lingua a voi comprensibile!

Sofia da sapere prima partire
le statue di Cirillo e Metodio di fronte alla Biblioteca Nazionale

8. COME ORIENTARSI A SOFIA


Come ho scritto sopra la priorità n°1 appena giunti a Sofia è avere una mappa per sapersi orientare e raggiungere i punti di interesse. Generalmente gli hotel forniscono una piccola cartina stradale ma non è scontato che ciò avvenga né che la vostra abbia indicati anche gli itinerari del bus e le fermate della metro.
Il mio consiglio è di recarvi in uno degli uffici del turismo di Sofia, dove ovviamente potete chiedere informazioni, avere gratuitamente mappe e opuscoli sulle chiese, i musei e i monumenti con relativi orari di ingresso.
I Tourist information center sono tre:
  • il primo e più grande si trova a poche centinaia di metri dalla cattedrale Alexander Nevski, nel sottopassaggio della fermata metro  St Kliment Ohridski Sofia University in bulevard (in bulgaro si scrive senza la "o") Tsar Osvoboditel 22. 
  • Un'altra sede è il Largo Tourist Information Centre in piazza Sveta Nedelya 1 tra la fermata della metro Serdica 2 e il Palazzo di Giustizia.
  • La terza è l'Info Point Chitalnyata (The reading room) nel City Garden.
Per informazioni e spunti per il viaggio potete consultare il sito ufficiale del turismo Visit Sofia.

9. QUANTI GIORNI OCCORRONO PER UNA VISITA A SOFIA? COSA VEDERE?


Due giorni a mio avviso sono sufficienti per visitare le chiese più belle e i luoghi più importanti della città, dalla Sinagoga alla Rotonda di San Giorgio, dall'imponente e magnifica cattedrale Alexander Nevski al museo archeologico, ecc... Di tutto questo parlerò in un post dedicato a tutto quello che secondo me dovreste vedere a Sofia in 48 ore.

Sofia da sapere prima partire
la chiesa russa
Però... c'è un però. Se volete entrare nei musei principali (oltre a quello menzionato uno dei più importanti di Sofia è il museo nazionale di storia militare) e fare anche l'escursione alla chiesa di Boyana patrimonio dell'Unesco (a 8 km da Sofia) un giorno in più è sicuramente consigliabile.

Con 3 giorni potreste valutare anche di visitare un altro sito molto interessante, il Monastero di Ryla (a 120 km da Sofia), anch'esso patrimonio dell'Unesco.

10. VALE LA PENA FARE UN VIAGGIO A SOFIA?


Ed eccoci finalmente alla domanda delle domande: vale la pena fare un weekend a Sofia? La mia risposta è sì, per tante ragioni. Sofia è una bella città. Chi ama le chiese ortodosse ad esempio avrà pane per i suoi denti (le ho nominate un numero esagerato di volte... si è capito che mi sono piaciute?), ma al di là della bellezza architettonica di alcuni suoi monumenti a Sofia si avverte un senso di autenticità che in molte altre città europee è andato perduto.
Si vedono pensionati giocare a scacchi sulla panchina di un parco, signore vendere frutta secca in angusti casottini ai margini delle strade, persone di ogni età raccogliere l'acqua alle sorgenti pubbliche di acqua termale.
Sofia da sapere prima partire
le sorgenti pubbliche termali
Sofia è culturalmente stimolante. Ci sono tantissime gallerie d'arte e musei, ristoranti raffinati, locali dove gustare una birra e ascoltare musica dal vivo. E' una città che finalmente sta vivendo una timida ripresa economica dopo un lungo periodo di governi filo-sovietici e si sta aprendo al mondo. Prima che diventi una meta del turismo di massa sarebbe meglio farci un salto 😉.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento