mercoledì 13 settembre 2017

Gita in barca all'isola di Saria | Escursione imperdibile a Karpathos

L'escursione in barca all'isola di Saria è una bellissima gita di un giorno che non dovreste perdervi in una vacanza a Karpathos. I motivi potete leggerli in questo post in cui vi racconto la nostra esperienza!

spiaggia palatia saria karpathos

A un iniziale colpo d'occhio può sfuggire ma osservando la mappa di Karpathos noterete che la parte settentrionale dell'isola è separata da una sottile lingua di mare da un isolotto: Saria. La distanza tra le due è di appena un centinaio di metri, provocata da un devastante terremoto che oltre alla conformazione fisica ha mutato anche i loro destini portando la più piccola (20 kmq) a una condizione di isolamento che in passato ha attirato sulle sue coste rocciose solo pirati saraceni e pastori. 

I primi si insediarono nelle anguste abitazioni in pietra di cui oggi rimangono solo alcuni resti visibili dal mare sulle alture di Palatia , i secondi invece hanno abitato in modo stabile nell'entroterra fino agli anni '70, quando decisero di abbandonare il villaggio di Argos e di tornarci solo saltuariamente. Entrambi li abbiamo visitati partecipando a "un'escursione nell'escursione"... se continuerete a leggere vi sarà tutto più chiaro 😄.

escursione barca Saria Karpathos
gli insediamenti dei pirati saraceni
argos paese fantasma saria karpathos
Argos
Il paese fantasma e i resti delle casette saracene non sono gli unici, seppur validissimi, motivi per dedicare una giornata a Saria. Una spiaggia fantastica bagnata da un mare cristallino e ideale per lo snorkeling, la vista della costa orientale di Karpathos dalla barca, la scoperta di un paesaggio affascinante punteggiato da cespugli di colore viola, un panorama indimenticabile dalla minuta chiesa bianca che domina la baia di Palatia dall'alto... ecco, adesso di ragioni ve ne ho fornite più di una e vi assicuro che ciascuna da sola vale il viaggio.

IL RACCONTO DELLA NOSTRA ESCURSIONE A SARIA


Saria è un'isola incontaminata e selvaggia. Come il nord di Karpathos è rocciosa ed è diventata la dimora delle capre, presenza fissa sulla spiaggia di Palatia, e di altri inquilini speciali un po' più difficili da scovare... la foca monaca, l'aquila di Bonelli, il falcone pellegrino e tantissime altre specie di uccelli.

spiaggia palatia saria karpathos

L'unico modo per arrivarci ovviamente è rappresentato da una gita in barca che nella gran parte dei casi inizia al mattino per concludersi a fine pomeriggio. Dal porto di Pigadia, la base dei nostri 8 giorni di vacanza (nel post "10 cose che è meglio sapere prima di un viaggio a Karpathos" trovate alcuni consigli sulla scelta di quella più strategica per visitare al meglio l'isola), salpano alcune imbarcazioni che generalmente effettuano questo giro 1/2 volte alla settimana.

escursione barca isola saria karpathos

Noi siamo saliti a bordo della barca Chrisovalantou III Vasilios capitanata da una signora tosta dai modi spicci che è un autentico tuttofare! Vi dico solo che nelle escursioni che prevedono lo sbarco a Diafani e la ripartenza da lì verso Olympos lei si mette alla guida anche del pullman da 60 persone per compiere il tragitto tutto curve di 8 km! (*)
Grazie all'organizzazione dell'agenzia turistica CretaTour un pullman raccoglie i partecipanti che non si recano direttamente al molo di partenza passando dagli hotel di Pigadia convenzionati e da altre località limitrofe come Amoopi (che dista appena 7 km) e alle 8:30 di ogni domenica la barca parte per fare ritorno alle 18!
(*) Quali altre escursioni potete fare da Pigadia? In sintesi:
  • la visita in pullman dei villaggi di Karpathos (compreso Olympos)
  • la gita in barca fino a Diafani + la visita a Olympos

IN BARCA DA PIGADIA A SARIA 


La traversata in barca da Pigadia alla spiaggia di Palatia sull'isola di Saria dura poco più di 2 ore. Un tempo abbastanza lungo che permette ai più vacanzieri di crogiolarsi al sole e ai più curiosi (come me e Sara) di ammirare dal mare Pigadia e Diafani, i due centri urbani più grandi di Karpathos sulla costa est, e di avvistare le spiagge più belle: tra tutte Kira Panagia è quella più facilmente avvistabile grazie alla cupola rossa della chiesetta cima a un promontorio ma se chiedete alla guida presente sull'imbarcazione (Martina, carinissima!) vi indicherà anche altre spiagge famose.
Volete scoprire quali sono le spiagge più belle di Karpathos? Leggete la mia guida completa.

gita in barca Karpathos Saria
le chiese di Pigadia viste dal mare
gita in barca Karpathos Saria
Pigadia dal mare
 gita in barca Karpathos Saria
gita in barca Karpathos Saria
l'istmo tra Karpathos e Saria

LA CAMMINATA FINO AL PAESE FANTASMA


Dopo aver fiancheggiato l'istmo che separa Karpathos e Palatia la navigazione è giunta quasi al termine e non trascorre molto tempo da quando in lontananza si inizia a scorgere un'insenatura circondata da alte scogliere.

Un post condiviso da Girovagate (@girovagate) in data:


Alcuni alti pinnacoli di roccia emergono dall'acqua e mano a mano che ci avviciniamo scorgiamo dietro alla spiaggia di sassi bianchi le chiome di una decina di alberi e le corna di un paio di caprette che per niente intimorite ci vengono incontro subito dopo l'attracco.

isola saria karpathos
isola saria karpathos

I partecipanti all'escursione sono davanti a un bivio:
  • rimanere in spiaggia e godersi questo angolo di paradiso in totale tranquillità?
  • O mettersi in cammino fino alla chiesetta bianca appollaiata in alto... Quella che si vede alzando lo sguardo? (E un tuffo o anche due, al ritorno?).
Il gruppo si spacca a metà e noi - nemmeno a chiederlo - siamo tra quelli che iniziano la scarpinata sotto il sole che conduce al punto panoramico sopra la spiaggia passando per il villaggio abbandonato di Argos.

escursione barca Saria Karpathos

"L'escursione nell'escursione", come l'ho chiamata prima in modo contorto, ha una durata di 1h e 15' circa e un dislivello di 250/300 metri. Il sentiero non è particolarmente difficile, anzi: si sale abbastanza gradualmente, la fatica è dovuta soprattutto al fatto che il sole picchia forte e l'ombra compare solo nel primo tratto per poi sparire del tutto. Le scarpe da trekking non sono necessarie ma sono consigliabili almeno scarpe comode se non da tennis, sicuramente le infradito non sono la calzatura ideale per camminare lungo un percorso accidentato fatto in gran parte da sassi e pietre... nonostante le raccomandazioni dei giorni precedenti gli avventurieri che si accingono all'impresa indossando un paio di ciabatte ci sono e in pochi si portano dietro una bottiglietta d'acqua.

escursione barca Saria Karpathos
escursione barca Saria Karpathos
escursione barca Saria Karpathos

In meno di un'ora attraversiamo le gole in uno scenario in cui gli unici spruzzi di colore sono forniti dai segni rossi sulle pietre che indicano il sentiero e dai fiori viola di timo selvatico, e arriviamo ad Argos.

argos paese fantasma saria karpathos
argos paese fantasma saria karpathos
argos paese fantasma saria karpathos
argos paese fantasma saria karpathos

Il villaggio di 30/40 case in pietra, di origine medievale, è ancora frequentato da qualche pastore e dagli apicoltori di Diafani o Olympos, ma nessuno ci abita più stabilmente da svariati decenni. Lontano dalla vista dei pirati che si trovavano a transitare nelle acque di Saria, Argos è adagiato su di un piccolo altipiano arido circondato da sassi e da qualche arbusto ma l'approvvigionamento di acqua non è un grosso problema grazie alla presenza insospettabile di un pozzo!

IL PANORAMA DALLA CHIESETTA BIANCA


La marcia riprende seguendo una stradina che si fa spazio tra splendidi cespugli di timo color viola acceso finchè dopo 10/15 minuti, oltre un poggio, compare la chiesetta bianca di Agios Zacharias!

escursione barca Saria Karpathos
chiesa agios zacharias saria karpathos

Il panorama sulla spiaggia di Palatia è fantastico, valeva la pena arrivare sin quassù!

Un post condiviso da Girovagate (@girovagate) in data:

L'edificio è stato ricostruito sulle rovine di una chiesa ottocentesca e un paio alla volta entriamo dentro per dare un'occhiata. Fuori, sul pavimento della terrazza, c'è un altro pozzo e io e Sara ne approfittiamo per farci una doccia a secchiate. I nostri compagni di camminata ci guardano inizialmente un po' di traverso ma poi seguono il nostro esempio (incauti!) anticipando il bagno che da lì a meno di un'ora avremmo fatto al ritorno in spiaggia.

chiesa agios zacharias saria karpathos
chiesa agios zacharias saria karpathos

LA SPIAGGIA DI PALATIA


Finalmente il meritato tuffo nelle acque trasparenti di Palatia!


Un post condiviso da Girovagate (@girovagate) in data:

L'insenatura è protetta da costoni di roccia che trasformano il mare di fronte alla spiaggia in una tavola piatta. Tra le pareti a dirupo ci sono delle grotte e fare il bagno tra i vividi riflessi azzurri dell'acqua è senz'altro il finale migliore del soggiorno su quest'isoletta incontaminata.

spiaggia palatia saria karpathos
spiaggia palatia saria karpathos
grotte isola saria karpathos

INFORMAZIONI PRATICHE


L'escursione sull'isola di Saria con breve sosta per lo scalo a Diafani, organizzata da CretaTour, viene effettuata ogni domenica da maggio a fine settembre al costo di 35/40 € compreso il pranzo di 10 €.

Altre foto di Karpathos le trovate nel mio album su Pinterest → qui.

Un ringraziamento all'Ente del turismo di Karpathos che ci ha aiutato e supportato nell'organizzazione del viaggio.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento