mercoledì 29 luglio 2009

Come inviare il proprio nome su Marte (e le prossime missioni spaziali)

A 40 anni di distanza dallo storico sbarco sulla Luna, a Mosca stanno pensando di... prendersi la "rivincita" con l'esperimento Mars500: per testare la resistenza fisica e psicologica degli astronauti, li rinchiuderanno per 18 mesi in un container sorvegliandoli giorno e notte e studiandone le reazioni.
La partenza per Marte è infatti prevista tra 20 anni e la durata della missione sarà di 520 giorni, poco meno di un anno e mezzo, il tempo necessario per effettuare i voli di andata e ritorno dalla terra al Pianeta rosso...

Ma non solo solo i russi ad investire sulla nuova conquista spaziale. Anche gli Stati Uniti e l'Europa stanno lavorando per metter piede su Marte. Allo stesso tempo alcune imprese stanno mettendo a punto lo Shuttle per miliardari (o quasi) desiderosi di fare un giro in orbita intorno alla Terra... (ne ho parlato qui qualche tempo fa) mentre non si parla quasi più di basi sulla Luna o addirittura di turismo spaziale sul suolo lunare...

Alla NASA però hanno pensato anche al grande pubblico, dando la possibilità a tutti di "partecipare" alla prossima missione su Marte in un modo insolito: inviando la propria firma...
Basta andare sul sito http://mars.jpl.nasa.gov/msl/participate/sendyourname/ e inserire in un form il proprio NOME, COGNOME e CODICE DI AVVIAMENTO.

I dati saranno immagazzinati in un microchip contenuto nel robot-laboratorio Curiosity che atterrerà (o si dice "ammarzianerà"?... pessimo neologismo)) sul Pianeta rosso nel 2011.
Finora si sono registrati 5.000 italiani su un totale di 180.000 terrestri...

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento