sabato 2 gennaio 2010

Il Presepe vivente di Santa Brigida, sulle colline di Firenze

Santa Brigida è una piccola frazione di Pontassieve (FI) adagiata in collina. Un luogo fresco d'estate e freddino d'inverno, almeno rispetto a Firenze e agli altri paesi dei dintorni che si trovano in pianura. Ogni anno a settembre viene animata dalla sagra del crostino e nel periodo natalizio dal presepe vivente, uno dei più belli della provincia di Firenze. La rievocazione storica viene ripetuta 3 volte: la domenica prima del Natale, il 26 dicembre e il 6 gennaio.

Al primo appuntamento è festa grande, con i suonatori di cornamuse e quelli di zampogna del gruppo storico musicale Gandalus che si muovono per le vie del paese, i pittori di strada e l'apertura della mostra di presepi provenienti da tutto il mondo. Ma l'evento è il presepe vivente, che si svolge ogni anno a partire dal 1984.
Nello spazio aperto davanti alla chiesa parrocchiale, in un paesaggio formato da avvallamenti e dossi che assume la forma di un anfiteatro naturale, viene rappresentata la nascita di Gesù, con una voce narrante fuoricampo che legge alcuni passi del Vangelo di Luca.

L'inizio della rappresentazione è alle 22 per il primo appuntamento e alle 18 nei giorni di Santo Stefano ed Epifania.

(L'immagine in alto è il quadro di Giotto, "L'adorazione dei re Magi", esposto nella Cappella degli Scrovegni a Padova)


Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento