venerdì 25 marzo 2011

Villa Spadolini e gli altri beni aperti in Toscana per le Giornate di Primavera del Fai

Villa Spadolini
Questo finesettimana si prevede bel tempo in tutta la penisola e le Giornate di Primavera del Fai forniscono un bel pretesto per fare una girovagata alla scoperta di quei beni che generalmente sono chiusi al pubblico. Lo scorso anno approfittammo dell'apertura di alcuni palazzi storici del centro di Firenze e nel pomeriggio andammo a visitare la casa di Giovanni Spadolini, personaggio di spicco della politica italiana fino agli anni '80. Sinceramente non è che questo tipo di iniziative, di solito, mi facciano impazzire... quella volta invece ne uscirono fuori un paio di ore piacevoli.
Anche quest'anno la "Fondazione Spadolini" apre al pubblico Villa Spadolini. A chi non ci sia già stato il mio modesto consiglio è di inserire tra le cose da fare nel weekend anche questa visita...

La dimora si trova in una bellissimo posto di Firenze, al Pian dei Giullari. Per coloro che non sanno dove si trovi esattamente, dico solo che è una zona collinare che si raggiunge grazie a strade strette tra stupende ville.... quella di Spadolini è in via Pian dei Giullari 139 ed è circondata da un enorme giardino dal quale si ammira la cupola del Duomo. Uno dei più beli panorami di Firenze che abbia mai visto.


Al suo interno fanno da guida un gruppo di volontari della "Fondazione G. Spadolini Nuova Antologia", capitanati dalla nipote dello statista (oltre che Segretario del Partito Repubblicano Spadolini fu tra le altre cariche anche Presidente del Consiglio), una signora gentile e prodiga di aneddoti e racconti interessanti.
Non mi dilungherò per non annoiare ulteriormente, se non per dire che la casa, su due piani, è stracolma di libri rari e preziosi (molti inerenti alla storia d'Italia, a Garibaldi e a Napoleone per il quale Spadolini aveva una passione) e di cimeli regalati da illustri personaggi del mondo della politica e non solo... matrioske donate da Gorbaciov, macchine fotografiche, statue e davvero di tutto di più.

Uno spaccato della vita di uno dei più eminenti politici di qualche decennio fa. Tra le numerose fotografie in cui risulta in compagnia di presidenti e anche del Papa, non si possono non notare le famose caricature disegnate dal vignettista Forattini e le statuette e tutto ciò che raffigurava Spadolini in forma ironica.
La villa ospita tra le altre cose anche una collezione privata del pittore Morandi.


Tra gli altri beni che si possono visitare tra sabato e domenica (qui la lista completa) segnalo in Toscana le visite guidate ad opera degli studenti delle scuole superiori del Castello Sonnino a Montespertoli (FI), del Molino dei Conti Galli Tassi e della Pieve di San Vincenzo a Torri, della Chiesa di S. Giorgio a Porta a Mare (PI), del Museo del Tessuto a Prato, del Caffè storico, dello stabilimento Terme Excelsior a Montecatini (PT), del Palazzo Thevenin e della casa natale del Vasari ad Arezzo ed il trekking risorgimentale a Montepulciano.
Nella lista non ho visto l'apertura della Banca d'Italia (costruita quando Firenze fu capitale d'Italia) in via dell'Oriuolo che invece so aderire alle Giornate Fai.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento