mercoledì 7 dicembre 2011

Un bagno con le tartarughe ed i delfini? Alle isole Fernando de Noronha, paradiso del Brasile

L'arcipelago Fernando de Noronha, a 350 km dalle coste del Brasile! Una meta da sogno.

Il paradiso esiste, "adesso c'ho le prove!"
(cit. Massimo Ceccherini ne "Il ciclone")
Quando viene pronunciata la parola Brasile vengono in mente tante cose: il Carnevale, l'allegria, il calcio, la samba, la povertà delle favelas, l'Amazzonia... E le spiagge dorate ed infinite come quelle di Rio. Ma non tutti sanno che questo immenso Paese  vanta delle spiagge da sogno lambite da acque cristalline popolate da una fauna ricchissima.
L'arcipelago Fernando de Noronha è uno di questi luoghi paradisiaci!

Questo gruppetto di 21 isole e isolette si trova 350 km al largo delle coste nord-orientali del Brasile, in pieno Oceano Atlantico: dall'aeroporto di Recife, il più vicino ed il più a est del continente sudamericano, o da Natal, ci si arriva in circa un'ora di viaggio.

Il nome è legato all'esploratore portoghese Fernão de Noronha, anche se per molte fonti non fu colui che le scoprì negli anni 1501/1502. Quel che è certo è che fu il fiorentino Amerigo Vespucci nel 1503 il primo a parlarne.

Le isole Fernando de Noronha sono di origine vulcanica, con un ecosistema molto delicato e particolarmente importante dal punto di vista ambientale, tanto da essere paragonate all'arcipelago delle isole Galapagos per la loro biodiversità.

 

Dal 1988 il l'arcipelago Fernando Noronha è stato dichiarato Parco Nazionale marino e nel 2001 l'Unesco lo ha inserito tra i Patrimoni naturali dell'Umanità. 

Oltre alle specie endemiche di uccelli e di piante, è la fauna marina che esalta chi ha la fortuna di nuotare e fare immersioni nelle sue acque, sempre calde (tra i 26° e i 28°) e trasparenti. La visibilità subacquea arriva fino a 30 metri!.
Con facilità si possono fare degli incontri ravvicinati con razze, tartarughe verdi e tartarughe embricate, balene e persino squali limone e squali del reef... già, c'è anche la barriera corallina (intatta) e una miriade di pesci colorati tropicali!
Pesci pagliaccio che sbucano da anemoni di mare come il Nemo della Walt Disney, peschi chirurgo, pesci pappagallo, pesci Napoleone...


LE SPIAGGE PIU' BELLE DELL'ARCIPELAGO FERNANDO DE NORONHA


L'isola principale, che dà il nome a tutto l'arcipelago e da sola rappresenta il 90% della superficie totale, copre un'area di circa 18 kmq, con una lunghezza che arriva a 10 km e una larghezza massima di 3,5 km.
Sulla costa meridionale si apre la Baia do Sueste dove ha sede il Projeto Tamar, un piano per la salvaguardia di alcune specie di tartarughe. Qui è possibile nuotarci insieme! A patto di non infastidirle :-)

Poco distante, di fronte alla Praia do Leao si trova l'isolotto Ilha Morro do Leao e tra dicembre e maggio  vengono organizzate visite guidate per piccoli gruppi di 6-8 persone per assistere alla schiusa delle migliaia di uova deposte dalle tartarughe verdi e alla corsa dei piccolini verso il loro primo bagno! 


Sull'altro versante dell'isola invece potete ammirare dall'alto i delfini sguazzare nella Praia do Boldrò o nuotare insieme a loro, toccarli e giocarci insieme nella Baia dos Golfinhos! All'alba centinaia di questi cetacei che appartengono alla specie Stenelle dal lungo rostro saltano fuori dall'acqua: è il momento migliore per raggiungerli in barca e farsi una nuotata in loro compagnia.


ALTRE SPIAGGE DA NON PERDERE?

 
Baia do Sancho: di fianco alla baia dei delfini, sabbia bianca, palme e acque limpidissime! Perfetta per lo snorkeling grazie anche alla presenza di tanti pesci

Praia da Atalaia: con la bassa marea si formano delle piscine naturali ed emergono delle rocce vulcaniche scure che contrastano con il colore turchese dell'acqua, uno spettacolo!

Praia do Porcos: a detta di molti, la più scenografica dell'isola

Praia Do Conceicào: altra spiaggia stupenda proprio di fianco al simbolo dell'isola, il corno roccioso Morro do Pico che si erge per oltre 300 metri come un dito verso il cielo. E' anche uno dei luoghi migliori per godersi il tramonto.


COM'E' IL CLIMA ALLE ISOLE FERNANDO DE NORONHA?


Tropicale. Si distinguono due stagioni, quella delle piogge (deboli per la verità) che corrisponde alla nostra estate e quella secca che coincide con il nostro inverno, quando il mare è leggermente mosso e le temperature poco più basse degli standard. In generale ogni periodo dell'anno va bene in quanto si va da un minimo di 25° a un massimo di 35°, ma se proprio potete scegliere allora è meglio andarci tra agosto e febbraio.


Il problema semmai è economico. Sull'arcipelago ci sono solo 2000 persone, la maggior parte pescatori e contadini. Le strutture (posade e ristoranti) sono poche e piuttosto care... e alla spesa non corrisponde un servizio adeguato: ad esempio spesso manca l'acqua calda.
Ma è un piccolo sacrificio che secondo molti vale la pena di sopportare.
Se il paradiso sulla Terra esiste, l'arcipelago Fernando de Noronha è uno dei maggiori candidati...

L'afflusso dei turisti è limitato dal numero dei posti letto: circa 500 nell'isola principale. Occorre quindi muoversi con un buon anticipo per prenotare, ma se avete la fortuna e la possibilità di andarci troverete un'isola semi-deserta e non avrete difficoltà a trovare una spiaggia tutta per voi.

Ti potrebbe anche interessare:
Testo di Mr Joshua. Foto tratte dall'album di Chrys Rochat su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento