venerdì 20 aprile 2012

Cosa vedere a Perugia: 12 cose da non perdere (secondo me)

piazza Priori Perugia
Perugia è una città molto carina e secondo me un po' sottovalutata. Io e la mia ragazza l'abbiamo visitata in più occasioni, sempre per brevi soggiorni (l'ultimo a fine marzo), ed ogni volta abbiamo scoperto un pezzettino nuovo.
Prima di addentrarmi nelle cose che mi sono piaciute di più, faccio una premessa: non si finisce mai di conoscere un luogo veramente... anche posti che si frequentano da una vita riservano a volte delle belle sorprese, figuriamoci quelli che si sono visitati solo per pochi giorni! Le indicazioni ed i consigli che trovate in questo blog sono sempre dati con la consapevolezza che quel che si scrive non è la certezza assoluta, ma un punto di vista. In buona fede ma per forza di cose, parziale. Come ho letto da qualche parte, "l'esigenza del viaggiatore è quella di condividere le informazioni" e questa è la molla che mi spinge ogni volta a scrivere qui. Chiusa la parentesi (se vi va, dite la vostra nei commenti) ecco le cose principali che SECONDO ME (prometto che poi non lo ripeto più!) vale la pena di vedere nel centro di Perugia :-)

PALAZZO DEI PRIORI


Scelta scontata. Un edificio medievale maestoso i cui lavori di costruzione iniziarono nel 1293 e si portarono avanti per ben 150 anni, che concentra su di sè gran parte delle attenzioni rivolte al centro storico di Perugia. Dal magnifico Portale delle Arti del 1346 che si affaccia su Corso Vannucci si entra all'interno del complesso che ospita al 1° piano le sale comunali e al 2° il più importante museo della regione (vedi punto successivo):

Perugia

LA GALLERIA NAZIONALE DELL'UMBRIA



Nelle sue 40 sale accoglie opere che vanno dal Duecento al Novecento: tra le opere più prestigiose ci sono il Polittico di Sant'Antonio di Piero della Francesca, il Polittico di San Domenico di Beato Angelico, la Pala di Santa Maria dei Fossi del Pinturicchio e la scultura Donna alla Fonte di Arnolfo di Cambio.

LA FORTEZZA E LA TEMPERANZA


E' uno dei capolavori del Perugino che mi piacciono di più. Lo potete vedere nella Sala dell'Udienza al Collegio del Cambio - che si trova accanto al Palazzo dei Priori, sul lato destro dell'Arco dei Priori - insieme al ciclo degli affreschi (1496-1500) del pittore di Città della Pieve.

LA SALA DEI NOTARI


Abbiamo visto di sfuggita questa splendida sala con la volta a tutto sesto in quanto si stava svolgendo un congresso... ma anche in quei pochi minuti abbiamo potuto ammirare la bellezza delle decorazioni pittoriche che risalgono alla fine del 1200.

Sala Notari

PIAZZA IV NOVEMBRE


Tra il Palazzo dei Priori e il Duomo si apre la piazza centrale, luogo di ritrovo dei perugini e dei turisti che amano in particolar modo sedersi sulle gradinate dove si affaccia il portale gotico, sotto le pareti in marmo che presentano motivi rosa su sfondo bianco. La visione migliore della piazza si ha dal terrazzo a cui si accede alla Sala dei Notari, in cima alla bellissima scalinata.

LA FONTANA MAGGIORE


Nel mezzo della piazza fa mostra di sé la Fontana Maggiore (1275-78) da molti ritenuta la più bella del Medioevo, con una doppia vasca poligonale in marmo che presenta dal basso verso l'alto 25 e 24 lati (ed altrettante sculture in buona parte di personaggi storici o biblici) sormontate da un'ultima vasca in bronzo.


IL BELVEDERE DALLA CHIESA DI SANT'ANGELO DELLA PACE



Perugia panorama

Il panorama che si ammira dal belvedere accanto alla chiesa di Sant'Angelo della Pace (in via delle Prome a Porta Sole) che come riporta la targa esplicativa "venne ricavata da una loggia preesistente e risale al XVI secolo". Ci si arriva in pochi minuti di cammino da Piazza Danti (a qualche decina di metri da Piazza IV Novembre) percorrendo via Bontempi.

VIA ULISSE ROCCHI


Da piazza Danti scende una stradina stretta che si chiama via Ulisse Rocchi. Forse sono le pareti delle case che sembra che si pieghino verso di te o forse sono gli ottimi ristoranti che si trovano man mano che si procede... però questa viuzza mi ha sempre affascinato.

PORTA PAOLINA E PORTA MARZIA


Se giungete dal Piazzale Partigiani (leggi qui alcuni consigli su dove parcheggiare) le scale mobili vi condurranno all'interno della Rocca volute nel 1540 da Papa Paolo III Farnese. L'atmosfera sa un po' di catacomba anche se i soffitti sono altissimi... fa parte della Rocca anche la Porta Marzia, di origine etrusca, che potete vedere all'uscita in via Baglioni.


IL MERCATO COPERTO


Dai portici di fianco al rinascimentale Palazzo del Capitano del Popolo in piazza Matteotti si accede al mercato coperto, una grande terrazza dalla quale si può ammirare un'altra zona della città, il retro del palazzo e le fondamenta della piazza che sprofondano per una quindicina di metri.

Perugia panorama

LA CHIESA DI SAN MICHELE ARCANGELO


Dalla medievale via Garibaldi, a nord della città, si raggiunge un piccolo gioiello, la chiesa paleocristiana di San Michele Arcangelo (o di Sant'Angelo) in via del Tempio. Piccola, a pianta circolare, sulle pareti ha degli affreschi del XIV secolo ma risale addirittura alla fine del V secolo! Nelle vicinanze ci sono anche altri complessi monastici, ad esempio il monastero di San Benedetto e il monastero della Beata Colomba, luogo d'incontro tra San Domenico e San Francesco.

IL MONASTERO BENEDETTINO DI SAN PIETRO


Percorrendo Corso Cavour nella parte meridionale della città, dopo aver attraversato l'Arco di San Pietro si trova questo complesso del X secolo che oggi è sede della facoltà di Agraria ed abbiamo avuto il piacere di visitare durante le Giornate di Primavera del FAI.

Se state cercando dove dormire a Perugia date un'occhiata a Hundredrooms, il portale che compara le case vacanze nel mondo e in Italia.

Altre foto le potete trovare sulla pagina Facebook del blog.

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento