mercoledì 9 gennaio 2013

Viaggio a New York: l’hotel, la metropolitana e il City Pass

New York Manhattan
foto di Ilaria Guerzoni
America dreaming continua! Dopo averci dato alcuni preziosi consigli sull’organizzazione di un viaggio in Usa e Canada e averci parlato della visita a Washington, Ilaria ci dà alcune informazioni pratiche su New York!

Siamo a NY!!!!!

L’arrivo nella grande mela per noi è stato spettacolare! Siamo arrivati dalla parte del New Jersey per poi passare sotto il Lincoln Tunnel e dalla strada abbiamo subito visto la sagoma delle Freedom Tower e dell’Empire State Building, col sole che li illuminava, un’emozione unica. Ero partita con un itinerario preciso ma la grandezza della città e gli orari per alcune attrazioni mi hanno fatto scombussolare il tutto facendoci tornare spesso a fianco di quello che avevamo già visto. Ma vivere una città vuole dire anche questo, lasciarsi trascinare dal momento!
Megabus (link) ci ha scaricato sulla 44° e con 5 euro di taxi siamo giunti all’hotel.

Il nostro Hotel

Sempre su Booking ho prenotato il Clarion Hotel Park Avenue a 730 dollari per  5 notti. Ho preferito rimanere in pieno centro a Manhattan e dopo aver usato la metro e i taxi newyorkersi si è rivelata la soluzione migliore per noi. Tenete presente però che ci sono numerosi hotel meno costosi a Brooklyn o nei quartieri più periferici.
L’hotel Clarion è molto carino, reception elegante e personale gentile. La stanza era pulita ma era una trappola ad incastro, intorno al letto c’erano  15 cm, giusto per passare da tutti i lati, e le valigie potevi aprirle solo sulla scrivania… solo dopo aver chiuso la porta di ingresso potevi andare in bagno, pulito e neanche troppo piccolo (almeno per le nostre esigenze). Ho scelto questo hotel anche perché dava la colazione inclusa, a NY la vita costa cara e una bella colazione abbondante ci ha fatto sicuramente risparmiare un bel po’ di soldi.

La NY City Subway

La rete della metro taglia in verticale Manhattan, i bus invece girano in orizzontale unendo le linee.
Alcuni ingressi sono divisi per uptown o downtown, noi siamo abituati a quelle europee in cui scendi e scegli il lato, invece la fermata di fianco all’hotel aveva l’ingresso specifico dall’esterno e una volta entrati e timbrato il biglietto, se eri sul lato sbagliato perdevi la corsa! Una bella fregatura. Quindi è sempre meglio guardare il cartello FUORI dalla metro, ancora prima di scendere le scale.
Noi abbiamo fatto il PASS settimanale di 24 dollari (altrimenti c’è il giornaliero da 7 dollari e quello mensile da 76) (link).

New York subway
foto di Paul Lowry su Flickr
New York metro card
foto di Paul Wothington su Flickr

Il Pass visite

Ne esistono di due tipi in base alle esigenze:
il NY city pass che comprende 6 ingressi ad alcune attrazioni specifiche  al costo di 89 dollari. Validità 9 giorni consecutivi dopo il primo utilizzo (link).
Il NY PASS che vale per 2-3 o 7 gg e con cui puoi visitare più di 70 attrazioni liberamente.
Noi abbiamo pagato 168 dollari a testa per quello di 7 giorni (e ne è valsa la pena avremmo speso 300 dollari a testa altrimenti) ma ora sul sito ho visto che costa 200 dollari. 155 dollari quello per 3 gg.
Conviene sempre comprarlo on line in quanto spesso è scontato, a NY ha un prezzo pieno ancora più alto (link).
Teoricamente questi pass dovrebbero farti evitare le file per l’acquisto del biglietto. All’Empire e alla Cruise non è successo ma negli altri posti sì. Cercate bene dove dovete prendere i biglietti perché solitamente ci sono mini cartelli poco visibili. Il problema maggiore è che ti attirano dicendo che salterai le file, in realtà io non ho mai trovato troppa fila per comprare i biglietti, la fila vera è quella per entrare…  sempre mostruosa e ti tocca farla tutta!

To be continued….

Prossimamente “6 giorni a New York: il diario di viaggio di Ilaria”
Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento