lunedì 6 maggio 2013

Sulle strade di Cuba: nella Valle de Yumurì, nei pressi di Matanzas

Cuba Valle Yumurì Matanzas
Il ricordo che mi resterà di Cuba negli anni a venire rimarrà legato indissolubilmente al sorriso talvolta amaro della gente che abbiamo incontrato durante il viaggio ed a mille altre cose di cui in parte ho già parlato sulle colonne di questo blog. Ma probabilmente quelli che più faticheranno a scolorirsi nel tempo saranno i momenti trascorsi "on the road", lungo le strade della Costa Atlantica.
Il nostro primo lungo tratto lo abbiamo percorso da Varadero all'Havana su un'utilitaria che a ripensarci costava quasi come una settimana in una casa particular... un paio di estati fa a Cuba noleggiare un'auto significava dissanguarsi e credo che da questo punto di vista poco sia cambiato: le agenzie di noleggio praticano pressochè tutte il solito prezzo, al massimo ci può essere una differenza risibile di pochi euro su una cifra che va già in tripla cifra (e sto parlando di CUC, pesos cubani convertibili il cui valore non si discostava di molto da quello dell'euro) per l'autonoleggio di un solo giorno.
Anche se a volte è costoso, viaggiare in macchina è la soluzione che preferisco per gli spostamenti perchè rappresenta il massimo della libertà. Significa soffermarsi al bordo della Via Blanca e contrattare il prezzo di una forma di formaggio o di un casco di banane da uno dei tanti venditori che incontrano sul cammino in direzione di Matanzas.

Cuba Valle Yumurì Matanzas

Oppure fare una sosta nel primo spiazzo panoramico della Valle de Yumurì, un grande territorio formato da dolci colline di un verde intenso su cui svettano alte piante di palme reali. Chilometri e chilometri di vegetazione lussureggiante. Un paesaggio di una bellezza inaspettata.

Cuba Valle Yumurì Matanzas

E mentre lo sguardo viene ipnotizzato da questo strano paesaggio tropicale dove ogni tanto tra i palmeti spuntano dei prati con mucche al pascolo, ecco finalmente il fiume che dà il nome alla vallata ed il ponte che presto attraverseremo. Ci rimettiamo in moto ma dopo 10 minuti ci fermiamo di nuovo in un punto di sosta spettacolare per ammirare il ponte di Bacunayagua (anno di costruzione, 1965), il più alto di Cuba. 313,5 metri di lunghezza e ben 110 metri che si elevano su una gola da cui emergono decine e decine di uccelli. Alcuni di questi hanno una grande apertura alare e sembrano salire in cielo senza alcun sforzo. Al Caffè del belvedere - che poi ho scoperto esser famoso per la sua Piña Colada... io però preferisco il Mojito e non sapendo quale fosse la loro specialità non l'ho ordinata - ci dicono che sono degli sparvieri di montagna. Li vedremo ancora a Matanzas, a pochi chilometri da qui, vicino alla spiaggia o sorvolare sulla città.

Cuba Valle Yumurì Matanzas

Il nostro viaggio prosegue verso Matanzas, la città dei ponti battezzata la Venezia creola. Il mio diario di dolci ricordi si chiude qui ma riaprirà presto con il racconto di quest'altra città cubana.

Sulla pagina Facebook (link) del blog potrete trovare altre foto di Cuba.

Ti potrebbero interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento