giovedì 12 dicembre 2013

5 trucchi per prenotare un hotel low cost

trucchi prenotare hotel low cost
Oggi vi svelerò qualche trucco per risparmiare qua e là nelle prenotazioni online di hotel e ostelli. Ormai da qualche anno non prepariamo più la mailing list (o spam list, direi) per chiedere a tutti gli hotel di una città se hanno stanze disponibili. L’evoluzione del turismo 2.0 ci ha reso ormai completamente  autonomi e sicuramente ha accorciato i tempi di ricerca. 

Chi di voi non si è mai affidato a siti come booking.com o expedia.it per cercare last second un tetto per la notte?  Sono sicuramente intuitivi, con un sistema di filtri preciso (quartiere, categoria hotel, prezzo etc.) e un archivio di giudizi degli ospiti precedenti. Ovviamente bisogna sempre prendere con le pinze questi commenti, perché ognuno di noi ha esigenze specifiche. Ammetto, però, che prima di premere definitivamente “Prenota”, faccio sempre qualche altro ricerca per essere sicura di portarmi a casa l’offerta migliore. E’ fondamentale armarsi di tempo e pazienza, ma d’altronde la cose migliori non si ottengono facilmente.

Ecco la mia prenotazione-tipo, che mi piacerebbe condividere con voi.
  • Scegliere un alloggio in base alle proprie esigenze.
  • Fare un giro di comparazione sui vari siti di prenotazioni online.
  • Ricordarsi di controllare la tariffa anche sul sito ufficiale della struttura. Mi è infatti capitato di portare a casa ottime promozioni contattando direttamente l’hotel e facendo una sorta di “contrattazione” tra la loro tariffa e quella dell’agenzia online. 
  • Verificare i prezzi della struttura utilizzando la versione app del sito prenotazioni, se disponibile. Un paio di volte ho trovato tariffa più basse sull’app, probabilmente per una strategia di marketing che punta a spingere questo nuovo canale.
  • Cercare su Google se esistono codici promozionali da poter utilizzare su questi siti o sulle app per usufruire di uno sconto, ad esempio del 5% o 10%, sul prezzo totale della prenotazione. 
Finora vi ho raccontato solo come scovare la migliore offerta, senza far riferimento alla tipologia di alloggio da cercare. Sicuramente se il budget è limitato e non si è particolarmente pretenziosi, gli ostelli sono il miglior modo di risparmiare, senza dover necessariamente rinunciare a livelli di qualità standard. Se invece potete permettervi di spendere qualcosa in più, esistono molti b&b carinissimi in cui spesso si è a stretto contatto con i proprietari e le loro tradizioni.

camere Ibis hotel

In generale, quando pensiamo alla parola “lowcost” censuriamo dalla nostra mente le famose catene alberghiere, dando per scontato che abbiano solo tariffe da capogiro. Sapete invece che anche dietro i più blasonati brand possono nascondersi offerte interessantissime? Ne è un esempio la catena Ibis.

Recentemente ho partecipato all’evento #ibispicsofhospitality durante il quale ci hanno raccontato le novità del mondo Ibis e ci hanno mostrato uno dei loro hotel.

Ammetto di essere rimasta piacevolmente colpita e incuriosita ho fatto un po’ di ricerche online. Con mio stupore ho visto che i prezzi medi a persona sono generalmente bassi (35-40 euro) e si trovano anche in posizioni centrali, garantendo un ottimo rapporto qualità-prezzo. 
Inoltre, visto che ai partecipanti all’evento è stato regalato un omaggio per un soggiorno in un hotel Ibis, potrò provare di persona la qualità dei servizi offerti dalla catena. Sarò felice di raccontarvi la mia esperienza.

E voi, siete pronti a rimboccarvi le maniche per scovare le migliori offerte?

Testo di Debora Dosi.
Foto tratte dal sito www.ibis.com/it.

Altri post della stessa autrice:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento