giovedì 20 marzo 2014

Che bellezza lo Yosemite National Park! Tra sequoie giganti e panorami sensazionali

...hanno lasciato San Francisco con qualche rimpianto,
ma li attendono i grandi parchi naturali americani!
Il viaggio on the road nel West di Ilaria&Davide continua...
Yosemete Park Sequoia
Sabato 13 luglio 2013. Dopo 211 miglia e 4 ore di marcia senza sosta arriviamo allo Yosemite National Park! At last! Non indugiamo nemmeno un secondo: immediatamente compriamo l’ingresso annuale per i parchi nazionali americani al costo di 80 dollari che ci farà risparmiare un po' di soldini.
Essendo già pomeriggio andiamo direttamente al Mariposa Grove of Giant Sequoias, più a sud rispetto alla Valley, per vedere le sequoie giganti. Ci sarebbe tanto piaciuto visitare il Sequoia National Park che si trova ancora più giù, ma il nostro programma è già parecchio denso e non si può fare tutto... sigh! 
Pazienza, le sequoie del Mariposa Grove (il boschetto delle farfalle, che nome carino!) sono un degnissimo sostituto! Oltre 500 alberi dall'altezza incredibile, alcuni fino a 75 metri e con più di 2500 anni di vita!

Yosemete Park Sequoia

Nel periodo estivo è disponibile un trenino che fa un giro completo del parco, ma è molto caro e non permette di fare le foto liberamente, quindi scegliamo di salire sul bus navetta che ci porta gratuitamente all’inizio del sentiero circolare di 4 km da fare a piedi. 
Partendo dalla Ranger Station incontriamo subito il Fallen Monarch, una sequoia caduta al suolo dalle dimensioni davvero impressionanti... le sue radici sono immense e toccarle fa pure un certo effetto. 

Yosemete Park Sequoia

Accanto a questo gigante troviamo le Three Graces, tre magnifiche sequoie cresciute insieme a poca distanza l'una dall'altra, e poi il Grizzly Giant, la più vecchia sequoia al mondo: 2700 anni e una circonferenza di quasi 30 metri!

Yosemete Park Sequoia

Il bosco è pieno di scoiattoli e varie razze di uccelli dal manto colorato. Camminare in mezzo a questo inno alla natura dona una pace interiore indicibile e riempie gli occhi di meraviglia. 

Ed eccoci davanti a un'altra delle attrazioni del parco, il California Tree, una bellissima sequoia in cui è stato scavato un tunnel. Ci passiamo sotto e ovviamente ci scateniamo con la fotocamera.

Yosemete Park Sequoia
Yosemete Park Sequoia

Il parco non regala solamente la possibilità di muoversi tra questi giganti della natura ma anche scenari mozzafiato. Riprendiamo il bus dalla ranger station e ci dirigiamo in macchina  verso la Valley facendo una piccola deviazione al Glacier Point, accessibile solo in estate. La strada per arrivarci è un po’ lunga ma il panorama che vi aspetta ne vale certamente la pena: vi troverete a più di 1000 metri di altitudine con davanti la visuale di tutta la valle dall’Half Dome, la montagna dalla cima incurvata, simbolo del parco, alle Yosemite Falls, le cascate più alte del Nord America, che si gettano da 740 metri facendo due salti. 
La portata massima la raggiungono tra maggio e giugno ma fortunatamente a luglio erano ancora in piena! Ad agosto invece sono spesso in secca, con grande dispiacere per i turisti che si perdono uno spettacolo notevole.

Yosemete Park Sequoia
Yosemete Park Sequoia

Riprendiamo la strada per la Valley e ci fermiamo al primo bellissimo punto panoramico subito dopo la galleria, il Tunnel View. Da qui si vedono non solo l'Half Dome ma anche El Capitan, la più grande roccia esposta del mondo, Cathedral Rocks e le Bridalveil Fall che saranno la successiva tappa. Per raggiungerle è necessario percorrere un semplicissimo sentiero di 10-15 minuti fino ai piedi di questa flebile cascata di 189 metri che ci aspetta con un bellissimo arcobaleno riflesso.

Yosemete Park Sequoia
la Yosemite Valley vista dal Tunnel View
Ormai è sera. Decidiamo di fare un primo giro veloce nella Valley seguendo la strada a senso unico. Il traffico è sparito e possiamo goderci e apprezzare ancora di più la bellezza del parco. Riusciamo a vedere anche un coyote che si avvicina al bordo della strada! E alcuni elegantissimi cervi in cerca di cibo, per nulla intimoriti dalla nostra presenza, che non si fanno pregare e si avvicinano a noi. Emozioni!
Yosemete Park Sequoia

Sul Merced river il panorama è stupendo. Siamo avvolti dalla straordinarietà della natura e ci lasciamo incantare dall’arrivo del tramonto che inizia a colorare la punta dei monti che ci circondano.

Qualche altra tappa fotografica e poi è l'ora di fermarsi in hotel. Lo Yosemite View Lodge si trova poco fuori dal parco, a El Portal. Purtroppo essendo sabato era l’unico rimasto libero... Se volete dormire nei pressi dello Yosemite Park vi consiglio di prenotare in anticipo perché il prezzo che abbiamo pagato è stato davvero spropositato: più di 200 dollari per una camera davvero bella con balcone e vista sul fiume, ma comunque troppo!
Prenotando in anticipo con 100 euro potete dormire in tenda all'interno della Valley, oppure se avete più tempo potete uscire dal parco e alloggiare nei paesi vicini anche se i chilometri da macinare sono un bel po'.

In ogni caso, prima di partire vi consiglio di scaricare la cartina del parco dal sito www.nps.gov (le mappe le trovate qui: http://www.nps.gov/yose/planyourvisit/maps.htm)
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento