giovedì 27 aprile 2017

Fritto Misto, il Festival della frittura ad Ascoli tra cibo, vini e arte

Da 13 anni "Fritto Misto" fa rima con Ascoli Piceno, città inaspettatamente ricca di bellezza che meriterebbe più notorietà di quella che le deriva dall'essere la patria delle olive ascolane.

fritto misto ascoli piceno marche
Cos'è Fritto Misto? E' uno dei più grandi eventi enogastronomici dedicati alla frittura! Con protagonisti i piatti e il cibo di strada della tradizione italiana e internazionale e un denominatore comune: la qualità delle materie prime e il legame con il territorio d'origine.

Piatto fritto mi ci ficco! Non è lo slogan dell'edizione 2017 - in scena dal 22 aprile fino al 1° maggio, affrettatevi! - che invece è l'indovinato "il fritto è uguale per tutti" ma il mio personale mantra che ho adottato nel primo weekend di svolgimento della manifestazione (ah, se qualcuno degli organizzatori stesse già pensando al claim del prossimo anno mi tenga presente per i diritti d'autore! 😄).

La frittura, quale altro elemento è presente in tutte le tradizioni culinarie di ogni parte del mondo?

In una giornata dai connotati estivi siamo arrivati nelle Marche attraversando le terre martoriate dal terremoto, carichi di emozioni contrastanti, con lo stomaco che si contorceva dallo sgomento nel vedere i borghi di Pescara del Tronto e Acquasanta Terme devastati dal sisma e gli occhi colmi di meraviglia di fronte allo scenario delle montagne imbiancate dei Sibillini. 

fritto misto ascoli piceno marche

Impossibile non pensare a quei territori così belli e sfortunati, impossibile non pensare alle persone e alle attività di quelle zone in crisi che stanno cercando di risollevarsi con dignità e immensa forza di volontà: il mio post inizia con un pensiero rivolto a loro e al padiglione Good Morning Sibillini! in piazza del Popolo (aperto tutti i giorni con orario 12-15 e 18-22:30) che ospita le eccellenze enogastronomiche delle aziende agricole e le offerte turistiche dei Sibillini e dell'entroterra marchigiano. Io e Sara abbiamo comprato il vero pecorino trombarolo (assaggiato ieri sera, buonissimo!) ma ci sono anche il salame al tartufo, il ciauscolo spalmabile e altri prodotti tipici.

fritto misto ascoli piceno marche
fritto misto ascoli piceno marche

Piazza del Popolo è una delle due location di Fritto Misto ma non è la principale: il fulcro della manifestazione si trova infatti nella piazza che contende alla prima il titolo della più bella di Ascoli, piazza Arringo. Davanti alla chiesa di Sant'Emidio e al Battistero è stato allestito il Palafritto, un mega stand di 1000 mq che al suo interno vede una quindicina di postazioni occupate da altrettante regioni o nazioni estere, ognuna delle quali presenta da una a quattro specialità di fritto. 

I FRITTI DI FRITTO MISTO


Troverete ad esempio la gnocco fritto e la friggella accompagnate dal prosciutto crudo dolce di Parma o se preferite dal crudo salato di Modena, le mezzemaniche alla gricia di Grisciano di Accumoli (Rieti), il formaggio fritto abruzzese e le olive ascolane, gli spiedini e i cremini (mai assaggiati? Io ho scoperto di esserne dipendente) preparate dal Fritto Misto staff.

fritto misto ascoli piceno marche
fritto misto ascoli piceno marche
fritto misto ascoli piceno marche
fritto misto ascoli piceno marche

Una vera e propria tana dei golosi che non limita il suo campo all'ambito nazionale ma va oltre i confini e portandoci i sapori dell'America Latina con le arepas (in farina di mais bianco con formaggio di feta greca e sottiletta), le empanadas e le fajtas (riempite entrambe con peperone, cipolle, zucchine, paprika, kurkuma e carne di manzo), del Giappone con la tempura, del Messico con i tacos, i churros e i Papa Rellena, e del Belgio con i donuts.

fritto misto ascoli piceno marche

Tra tante leccornie (come citarle tutte? Ci sono anche o supplì romano, i panzerotti alle cime di rapa pugliesi, i culargiones sardi con verdure pastellate in salsa di mirto, i maccheroncini di Capofilone Igp con ragù di pallottole abruzzesi...) la mia personale preferenza va a queste due:
  • le alici fritte spinate dello chef Federico Palestini dell'Osteria Caserma Guelfa di Porto d'Ascoli (una mia vecchia conoscenza! Ci sono stato a pranzo 5 anni fa e adesso come allora la frittura di pesce si conferma una delle più buone che abbia mai mangiato).
fritto misto ascoli piceno marche
  • I cannoli siciliani di Lucia Mazzullo... 
fritto misto ascoli piceno marche


Da segnalare anche l'angolo delle Fritture senza glutine allestito dall'Associazione Italiana Celiachia in collaborazione con Gusto Alternativo che propone il classico cartoccio da passeggio con un mix di olive ascolane, cremino (ancora tu!), pollo, supplì e formaggio.


COME FUNZIONA LA FRITTO CARD?


E' tutto molto semplice. In piazza Arringo oltre al Palafritto ci sono altri stand più piccoli, tra questi l'info point. Qui potete acquistare un carnet con 12 ticket (+ 2 degustazioni omaggio di Amaro Averna e Zedda Piras ai loro stand) al prezzo di 12 €.
Ognuno dei piatti del Palafritto sopra menzionati possono essere scambiati con un numero di ticket variabile da 2 a 4.

fritto misto 2017 ascoli
fritto misto ascoli piceno marche

Alla postazione sudamericana c'è anche la Sangria e agli altri stand in piazza d'Arringo è possibile scoprire quale birra si abbina meglio al vostro cartoccio nello spazio "A tutta birra!" del Birrificio il Mastio di Urbisaglia o quali siano i vini più adatti tra quelli selezionati dall'Enoteca delle Marche (l'orario di apertura di entrambe è 12-15 e 18-22:30) ma se preferite un sorso d'acqua, insieme con il carnet di biglietti viene consegnata una bottiglietta vuota dell’azienda ascolana Plastec da riempire ogni volta che ne sentite la necessità all'erogatore pubblico gratuito messo a disposizione dal BIM (Bacino Imbrifero del Tronto): l'acqua, naturale o gassata, è quella della sorgente Pescara del Tronto e il distributore è l'omaggio a un borgo che non esiste più.

L'AREA "VINI E STREET FOOD DI MARCA"


Il Palafritto è il cuore della manifestazione ma come ho già accennato ci sono altri spazi in piazza Arringo all'interno dei quali per tutta la durata della manifestazione si alternano degustazioni e lezioni di vinocooking show con laboratori, corsi e approfondimenti curati da esperti del settore, incontri e seminari, cene a tema (menù completo a 20 €) servite ogni sera da uno chef diverso.

Noi la sera del sabato ci siamo deliziati con i piatti di Sabatino Lattanzi del ristorante Zunica 1990 di Civitella del Tronto e abbiamo mangiato:
  • carpaccio di spalla di maiale con mandorle tostate e mela verde;
  • tacchino allo specchio con lamponi disidratati, carciofi grigliati e aceto balsamico;
  • bocconcino d'agnello fritto su crema di peperoni arrosto;
  • carbonara di zafferano.

fritto misto ascoli piceno marche

Per il programma completo vi rimando al sito ufficiale www.frittomistoallitaliana.it/2017 ma sbirciando ho visto alcuni piatti che stimolano la curiosità e l'appetito, ad esempio i tortellini fritti, lo spezzatino di agnello di Andy Luotto o la frolla alla mela rosa dei Sibillini.

Per quel che riguarda i vini date un'occhiata al calendario per non perdere le Lezioni da bere, un viaggio tra le eccellenze vinicole Igt delle Marche a cura del sommelier Francesco Felix in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Piceni e l’Istituto Marchigiano Tutela Vini. Noi nel pomeriggio del sabato abbiamo seguito la "Verticale" di Rosso Piceno Superiore Doc con la degustazione di varie annate del pregiato vino marchigiano.

fritto misto ascoli piceno marche
fritto misto ascoli piceno marche

NON SOLO CIBO... CULTURALMENTE FRITTO!


A Fritto Misto non si mangia (e non si beve) soltanto! Per tutta la durata del festival Picenum Tour organizza 9 escursioni su 3 itinerari tematici diversi per mostrare quanto sia bella e interessante la città di Ascoli. 
L'iniziativa si chiama #culturalmentefritto e al costo di 10 € comprende una visita itinerante della durata di 3 ore su uno dei percorsi con la guida turistica Valentina Carradori più un cartoccio di fritto e un calice di vino al termine della camminata.

culturalmente fritto ascoli picenum tour

Noi siamo andati in cerca dei Tesori romanici in travertino, partendo dal Battistero in piazza Arringo e seguendo un giro a piedi di alcuni chilometri che ci ha portato a vedere la chiesa di San Gregorio Magno del XIII secolo, la chiesa di Santa Maria Intervineas (una delle più antiche di Ascoli, risalente al V secolo), la chiesa dei S.S. Vincenzo e Anastasio, caratterizzata dalla facciata formata da 64 formelle quadrate che un tempo contenevano ciascuna un affresco e infine in rua delle stelle, un angolo rurale all'interno della città, una piccola chicca davvero sorprendente se pensiamo che si trova a un passo dal centro storico.

Di ogni singola tappa parlerò più approfonditamente nel prossimo articolo, intanto vi lascio con qualche foto.

culturalmente fritto ascoli picenum tour
il Battistero
culturalmente fritto ascoli picenum tour
Santa Maria Intervineas 
culturalmente fritto ascoli picenum tour
chiesa SS Vincenzo e Anastasio 
culturalmente fritto ascoli picenum tour
Rua delle Stelle
I prossimi itinerari di #culturalmente fritto tratteranno dell'Ascoli romana (29 e 30 aprile, partenza ore 10) e della maiolica ascolana (1 maggio ore 10).
La prenotazione è obbligatoria al numero 324.5938465.

UN SELFIE PER I SIBILLINI


Concludo parlando del concorso "Il selfie è uguale per tutti" che alle prime tre foto che ricevono più like permetterà di vincere un weekend nel parco dei Sibillini. Per partecipare basta scattare un selfie dove ci siete voi che state gustando uno dei fritti e taggare #frittomisto su Facebook o su Instagram (insieme con @frittomistagram). In bocca al lupo!


Un ringraziamento speciale a Fritto Misto che ha organizzato il nostro weekend ad Ascoli.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento