Page Nav

HIDE

Grid Style

GRID_STYLE

Post/Page

Weather Location

San Miniato, il tartufo bianco e il vitello d'oro

La 44^ edizione della Mostra Mercato del Tartufo Bianco
si svolgerà il 15-16, 22-23, 29-30 novembre e 6-8 dicembre 2014
tartufo bianco San Miniato
Da 40 anni la cittadina di San Miniato festeggia il suo prodotto più famoso, il tartufo bianco, negli ultimi 3 fine settimana del mese di novembre nell'ambito dell'annuale Mostra Mercato Nazionale del tartufo bianco delle Colline Sanminiatesi.
La mostra ha luogo nella storica piazza del duomo ai piedi del colle della Rocca, con numerose bancarelle che offrono anche molti altri prodotti tipici della zona e della Toscana in generale.
Il Tartufo Bianco delle Colline Samminiatesi è il Tuber Magnatum Pico, "il Cibo dei Re", il fungo sotterraneo più pregiato che si trova a pochi centimetri di profondità dalla superficie. Tra le sue denominazione anche quella di Bianco di San Miniato che lo accomuna al Tartufo Bianco di Alba del quale ha le stesse caratteristiche organolettiche.

Nei mesi precedenti, da metà settembre fino a dicembre, intere famiglie (oltre 400 sono i tartufai) battono i boschi di San Miniato a caccia dei tartufi, tenendo segreto il luogo della raccolta. Secondo una leggenda il merito dell'abbondanza del pregiato tubero si deve a un misterioso vitello d'oro nascosto nel territorio dove il tartufo è noto fin dal Medioevo.
Un antico detto popolare, ancor oggi insegnato ai bambini della campagna samminiatese, dice che fra Doderi, Montoderi e Poggioderi (tre siti di cui resta traccia nei documenti medievali dell’Archivio Storico di San Miniato) viva l'animale dorato...

Qui è stato trovato il tartufo più grande del mondo: 2 Kg e 520 grammi! Che fu donato nel 1954 al Presidente degli U.S.A. Truman.

(Foto in alto tratta dall'album di Tuscanycious su Flickr)

Anche qui si parla di tartufo:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

1 commento

AleB ha detto...

Non posso non segnalare la presenza "cioccolatosa"!
In piazza del Popolo ci sono i presidi SlowFood e banchi che propongono birra, formaggio e... la cioccolata belga di
SILLY, cittadina gemellata con San Miniato!

Ma non c'è solo il cibo alla Mostra del Tartufo: anche artigianto locale e regionale, antiquariato e modernariato, fiori e piante.

Il 30 novembre a conclusione dei tre finesettimana dedicati alla rassegna, ci sarà la consegna del "tartufo d'oro"