giovedì 17 gennaio 2008

Il Carnevale in Toscana

Tantissimi sono gli appuntamenti in Toscana nel periodo del Carnevale a rivelare proprio la passione di questa terra per le maschere, i "frizzi e i lazzi".
La prossima domenica è il giorno ufficiale di apertura dei corsi mascherati in tutta Italia, ci sono però delle eccezioni, ad esempio a Torre del Lago (Lucca) dal 18 al 21 gennaio si svolge il Carnevale Puccini 2008, con protagonista la maschera Gambe di Merlo, personaggio ispirato a un amico realmente esistito del compositore torrelaghese Giacomo Puccini. Il Carnevale rionale giunto al 35° anno di vita, sfilerà di sera sul viale Marconi dal 18 al 20 gennaio dalle ore 19 alle 24.


Sempre in Lucchesia, dal 20 gennaio si segnalano questi 3 storici Carnevali:
il Carnevale pietrasantino che si svolge dai primi del '900 a Pietrasanta (ma dai!...) con corsi mascherati nel pomeriggio del 20 e del 27 gennaio e il Veglione mascherato dalle 17 del 10 febbraio, il tutto accompagnato dalla Sagra del Carnevale con i dolci preparati dalle contrade.
Dal 1933 Il Carnevale di Seravezza rinnova la disfida storica tra 2 Caffè della cittadina a colpi d
i coriandoli. Le sfilate dei grandi carri allegorici ci saranno il 20 e il 27 di gennaio nel pomeriggio.
Il CarnevalMarlia (primo corso mascherato datato 1904) addirittura propone 5 sfilate a partire dal 13 gennaio fino al 10 febbbraio, con i carri e le sfilate in maschera accompagnate dai Karacongioli, dei saltimbanchi e trampolieri che animano la festa.

Cambiando zona... ad Arezzo c'è il Carnevale dell'Orciolaia, il 20,27 di gennaio e il 3,5 febbraio con Carri Allegorici, trenini per il divertimento dei bambini, gruppi macherati e bande musicali (martedi grasso festa serale). E nelle stesse date l'antico Carnevale di Stia che ebbe inizio nel 1889 con carri e gruppi in costume . E' tradizione che il lunedì precedente il martedi grasso (quest'anno il 4 Febbraio) la Società del Carnevale organizzi un lauto banchetto presso il teatro Comunale, a cui il paese prende parte con i suoi personaggi più caratteristici. Durante l'ultima domenica, organizzato dalla pro-loco, si tiene il concorso Maschera d'Oro che premia le migliori maschere singole ed i migliori gruppi. Il carnevale stiano si caratterizza per la numerosa e pregevole fattura dei costumi e dei carri allegorici e per la partecipazione in grande allegria dì persone di ogni età: tutto ciò ne fa una delle manifestazioni del genere sicuramente più interessanti e divertenti della Toscana (fonte: Saimicadove)
Posta un commento