lunedì 24 giugno 2013

Dolomiti della Paganella, paradiso del benessere fisico e mentale | Il nostro weekend alla #paganelladaurlo

C'è una gioia nei boschi inesplorati,
c'è un'estasi sulla spiaggia solitaria, 
c'è vita dove nessuno arriva vicino al mare profondo, 
e c'è musica nel suo boato (Christopher McCandless)
paganella da urlo
Un turbinio di emozioni, un'abbuffata di bellezze e prelibatezze che ha soddisfatto la nostra perenne ricerca di nuovi territori da esplorare. Dal nostro weekend alla Paganella siamo tornati con l'entusiasmo dei bambini al suono della campanella della ricreazione e la consapevolezza che torneremo presto a camminare sulle rive del lago di Molveno e per i sentieri del parco Adamello-Brenta, entrambi generosi dispensatori di benessere interiore. Un bene inestimabile, il motore della vita e dell'amore, che spesso non sappiamo nemmeno dove ricercare perchè travolti da mille impegni che ci distolgono da ciò che è veramente importante.

Negli ultimi anni la nostra frequentazione del Trentino è stata così assidua che è diventato quasi la nostra seconda casa. Ogni volta che ci torniamo è come ritrovare un vecchio amico con nuove storie da raccontarci e a questo giro il protagonista  è stato l'Altopiano della Paganella.

dolomiti paganella paganelladaurlo

Per i quattro gatti che non lo sapessero, il Comprensorio si trova nel Trentino occidentale, tra il Veneto ed il Parco naturale Adamello-Brenta. Ne fanno parte i comuni di Andalo, Molveno, Spormaggiore, Fai della Paganella e Cavedago che abbracciano un territorio vario per conformazione - dalle Dolomiti del Brenta patrimonio dell'Unesco al Parco Faunistico di Spormaggiore fino alle acque limpide del lago di Molveno - e da sempre ospitale. L'offerta turistica coinvolge 130 tra alberghi, garnì e residence e più di 1300 altre strutture (B&B, appartamenti in affitto, agriturismi, affittacamere e campeggi) la maggior parte di questi a gestione familiare.

dolomiti paganella paganelladaurlo

Noi abbiamo soggiornato all'hotel Du Lac a due passi dal centro di Molveno e altrettanti dallo splendido lago. Un albergo che probabilmente merita più delle sue 3 stelle superior grazie a un'invidiabile posizione, ampie sale, una piscina esterna riscaldata, una palestra cardio-fitness ed anche una parete per il free climbing (bulder-room) che però non sono riuscito a vedere. L'hotel mette anche a disposizione, gratuitamente, delle mountain bike e questo già da solo gli vale nella mia considerazione un bel  segno "+". La nostra camera, un sogno! Per dimensioni quasi un appartamento con tanto di bagno dotato di sauna e un terrazza panoramica che si affacciava sulle acque del lago. Svegliarsi al mattino con questa visuale aiuta non poco a iniziare la giornata col piede giusto.

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

Se poi aggiungiamo all'imprinting mattutino anche una ricca colazione che spazia dai cornetti, le marmellate fatte in casa e lo yogurt trentino alle varie tipologie di salato, allora facciamo Bingo!

Se non fosse stato già chiarissimo il motivo per cui il blog tour a cui eravamo stati invitati dall'Azienda per il Turismo Dolomiti di Brenta-Paganella si chiamasse #paganelladaurlo, dopo la prima cena a Molveno lo avremmo capito....
All'interno dell'hotel Du Lac si trova il ristorante "La Dispensa" in cui abbiamo mangiato la prima sera. Le fotografie purtroppo non rendono giustizia alla ricercatezza dei piatti e alla deliziosa ed originale combinazione di sapori. Un gourmet raffinato con delle squisitezze come il fagottino al grano saraceno ripieno ed il raviolo di cacao con erbette, il canederlo di grano saraceno con zuppa di porcini affinata al fieno o la bontà assoluta, il maialino del Bleggio in oliocottura in salsa di birra.

dolomiti paganella paganelladaurlo

Il mattino seguente, archiviata la cena luculliana della sera prima con un cappuccino e qualche assaggio della tavola imbandita della sala colazioni, ci siamo cimentati insieme agli altri blogger in una divertente caccia al tesoro in chiave 2.0, battezzata "Caccia alla foto". Lo stesso motivo che aveva messo a repentaglio la nostra presenza in quei giorni (al cui segreto ero vincolato da un giuramento), ossia un piccolo problema al ginocchio dovuto a un affaticamento delle settimane precedenti, costringe Sara a lasciarmi da solo nella ricerca di sei punti d'interesse della zona che avrei dovuto fotografare, instagram-are e taggare facendo il check-in su Foursquare. Solo e con lo smartphone semi-scarico (questo lo avrei scoperto a gara in corso), l'impresa di riuscire a eseguire tutte le operazioni richieste si presentava quasi proibitiva e infatti non credo di essere riuscito a fare bella figura, considerando anche la statura dei miei competitor :)

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

Al di là del gioco poter andare sulla riva del lago di Molveno al mattino del sabato, semi deserto e illuminato dalla luce del mattino, mi/ci ha consentito di ammirare dei bellissimi scorci.
Molveno, oltre a essere uno dei borghi insigniti dal Touring Club Italiano della Bandiera Arancione può fregiarsi anche delle Cinque Vele, il massimo punteggio assegnato dalla Guida Blu di Legambiente (un riconoscimento di cui possono vantarsi solamente altre 5 località lacustri in Italia; in Trentino quello di Molveno è l'unico lago!).

E' sufficiente il solo cangiar colore delle sue acque dal celeste al verde smeraldo per poi passare all'azzurro ed al blu, a rendere questo lago una piccola meraviglia! Nonostante la temperatura non sia delle più calde (ma chi è abituato ad andare al mare in Croazia, ad esempio, non avrà difficoltà a farci il bagno) il lago di Molveno è assolutamente balneabile e se per un attimo ci scordiamo di stare in Trentino, guardando i pedalò, la torretta di soccorso del bagnino e la spiaggia di sassolini bianchi, si ha l'impressione di trovarsi a ben altre latitudini.

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

Passeggiando sul pratone verde, dove a ogni passo c'è una nuova immagine da immortalare, scopro anche che dietro la spiaggia si trova la segheria veneziana Taialacqua che un tempo produceva con una ruota idraulica la tavole "molvene" di cui ho sentito parlare da mio padre, falegname di vecchio corso.

dolomiti paganella paganelladaurlo

E così abbiamo appurato che il lago di Molveno è uno dei più belli ed il più grande d'Italia tra quelli naturali oltre gli 800 metri di altezza. Ma....
COS'ALTRO SI PUO' FARE AL COMPRENSORIO DELLA PAGANELLA?

Una domanda tanto banale quanto necessaria di una risposta articolata. In due parole si potrebbe liquidare la questione con un conciso ma veritiero "di tutto!".

Tralasciando le attività invernali (che spero tanto di poter testare, grazie all'aiuto di chi sta leggendo il post in questo momento... alla conclusione, se ci arriverai come spero, il significato di questa parentesi sarà chiaro) in primavera ed estate, stagioni che vedono la presenza di oltre la metà dei turisti della Paganella, si ha letteralmente l'imbarazzo della scelta. E' possibile infatti:
  • fare passeggiate rilassanti sui sentieri di montagna o sul lungolago
  • praticare trekking di difficoltà adatte ad ogni pubblico seguendo i numerosi itinerari panoramici che segnano il parco naturale Adamello-Brenta
  • avventurarsi sugli stessi percorsi con la mountain-bike
  • dedicarsi all'arrampicata su pareti di roccia naturale di ben 25 metri
  • buttarsi a capofitto sulle piste di down-hill e free-ride
  • praticare Nordic Walking
  • concedersi una gita in barca sul lago
  • fare sport d'acqua come la canoa, il windsurf o la vela, questi ultimi grazie all'Ora, il vento del Garda
  • sempre grazie all'Ora... lanciarsi col parapendio!!!!
  • vedere da vicino gli animali del Parco Faunistico di Spormaggiore
  • partecipare alle visite agli orti e alle stalle durante le quali i contadini mostrano il loro lavoro e offrono degustazioni di prodotti tipici 
  • passeggiare a cavallo al centro di equitazione
  • rilassarsi al centro AcquaIN
  • nuotare nelle acque del lago (o della piscina ludica) e crogiolarsi al sole sul pratone d'erba
  • divertirsi nei campetti da beach volley, tennis, basket, calcio e calcetto che sono collocati all'interno dei 10 ettari di prato inglese che si frappongono tra le sponde del lago ed il paese
E sicuramente c'è ancora dell'altro che mi sto dimenticando!

Alcune di queste attività abbiamo potuto toccarle con mano e nei prossimi giorni ne parlerò più approfonditamente. Per il momento mi limito, per non tediarvi troppo, a mostrare qualche fotografia di quello che abbiamo fatto nel weekend di #paganelladaurlo e a raccontarlo brevemente (premetto che la sintesi non è mai stata una mia qualità...).

Sabato mattina, dopo la "Caccia alla fotografia" ci siamo diretti al Rifugio Pradel, collegato con Molveno da una bigavia (per capire l'etimologia del nome, basta dare un'occhiata alle immagini) che in pochi minuti conduce a quota 1367 metri partendo dagli 823 metri di Molveno.

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

SENTIERI DA URLO SCAVATI NELLE DOLOMITI

Da qui, accompagnati dalla guida Alpina Claudio Kerschbaumer, in un'ora di facile trekking lungo un suggestivo sentiero che in alcuni tratti è scavato sulla roccia, arriviamo al rifugio Croz dell'Altissimo, a 1480 metri sul livello del mare. Cosa dire di questo percorso! Semplicemente spettacolare! Si cammina in totale sicurezza (ma occhio a non sottovalutare mai un camminamento di montagna) su un crinale che regala visuali da urlo!

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

IL RIFUGLIO CROZ DELL'ALTISSIMO

Arrivati al rifugio ci attende secondo programma un "pranzo frugale".
Frugale? Secondo me questo termine non esiste proprio nel vocabolario trentino... Attesi alla stregua delle comitive e dei ben più allenati alpinisti che si fermano qua per riposarsi e rifocillarsi prima di riprendere la loro faticosa marcia, siamo travolti da piatti di polenta, gnocchi di patate con funghi e formaggio di malga (che delizia, mamma mia!!!), funghi porcini, speck, carne di stufato ed altre squisitezze.
Non c'è problema, abbiamo solo un volo in parapendio che ci attende :)

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

Fingiamo di non pensare al nostro comune chiodo fisso, stampato in mente fin dallo squillo della sveglia (o da qualche settimana?) mentre facciamo fuori tutto quel ben di Dio e parliamo a raffica per riempire lo stallo tra un boccone e l'altro. Il tempo scorre inesorabile ed è già l'ora di lasciare il rifugio, fare il percorso al contrario e prendere la seggiovia biposto che porta alla Malga Tovre (1452 metri).


dolomiti paganella paganelladaurlo

Un cartello indica che non abbiamo sbagliato strada. Purtroppo o per fortuna lo scopriremo dopo.

-3, 2, 1.... VOLOOOOO!!!

Eccoci al momento tanto aspettato/temuto da settimane. Siamo in 14 e tutti tranne Chris non hanno mai provato l'emozione del lancio in tandem. Stranamente non sono per niente agitato. Non sono un temerario né un amante degli sport estremi, ma le parole di chi ha già provato questa esperienza sono rassicuranti e nemmeno per un secondo penso di stare per fare una pazzia.
Il primo gruppo è atterrato, rimaniamo solo in sette ad aspettare che gli istruttori ritornino su. In quei frangenti ognuno reagisce a modo suo ed io mi rilasso guardando l'azzurro del cielo e facendo qualche foto. Che paesaggio straordinario! Da lassù il lago di Molveno sembra una pozza d'acqua azzurra nel fondo di un catino formato dalle pareti delle montagne. A riva il verde viene esaltato dal contrasto con la striscia bianca di sabbia.

dolomiti paganella paganelladaurlo

Arrivano i nostri istruttori... Alessandra scende, anzi, sale per prima! Il vento si è alzato ed il parapendio viene trascinato in alto. Si sentono delle urla! Ma sono solo grida di gioia ("Che meravigliaaaaaaaa!").

dolomiti paganella paganelladaurlo

E' il turno di Sara. Fotografie e filmati si sprecano. Anche lei è piuttosto calma. Che gli scenari della Paganella siano terapeutici contro l'ansia?

paganella dolomiti trentino

Infine tocca a me. Il mio istruttore ha 23 anni, più di metà dei quali trascorsi su un parapendio ed a gareggiare. Non in competizioni amatoriali (ammesso che ce ne siano) ma di livello nazionale e mondiale. Attendiamo l'attimo giusto e.... via!

dolomiti paganella paganelladaurlo

Il resto (con le immagini scattate sul parapendio dalla telecamera GoPro e dalla mia fotocamera) lo leggerete, se vorrete, in un post dedicato al lancio!

dolomiti paganella paganelladaurlo

Anticipo solo che è stata una delle esperienza più emozionanti che abbia mai provato! BELLISSIMO!!!! In pochi secondi il timore svanisce e la sensazione che si prova non saprei paragonarla ad altro se non a uno spettacolo in 3D visto in prima fila, seduto comodamente in poltrona! Mai avrei creduto di rilassarmi in aria, fluttuando dolcemente in mezzo alle nuvole e alle montagne.

dolomiti paganella paganelladaurlo

ADRENALINA IN CIRCOLO

Finisce qui #paganelladaurlo? Ma neanche per sogno! Il gruppo riunito nella zona di atterraggio si divide tra coloro che scelgono di seguire un corso di cucina per carpire i consigli dello chef che ci preparerà la cena della sera e una piccola comitiva di ignari impavidi che viene trasportata al Paganella Bike Park in località Sentel.
paganella dolomiti trentino
Qualcosa di diversamente adrenalinico, che richiede però un minimo di preparazione atletica, passione per questo sport e di sana incoscienza (posso dirlo? Tutte qualità di cui al momento sono sprovvisto, sebbene comprenda quanto possa essere stimolante per chi lo pratica).
In quattro scendono a tutta velocità sul percorso definito più facile, con quattro curve a gomito una dietro l'altra nei primissimi metri ed un bosco (quindi pieno di... alberi!) che compare all'orizzonte. In quattro sono partiti ed in quattro arrivano al traguardo, stanchi morti ma soddisfatti. Complimenti a loro!

Nel frattempo, terminato il corso di cucina, Sara viene irresistibilmente attirata dall'AcquaIN, il Centro Pubblico Piscine & Benessere ed Estetica di Andalo. Un'esperienza breve che però lei stessa definisce magnificamente rilassante! Peccato non aver potuto fare qualche foto all'interno.

UN APERITIVO? ALL'HOTEL ARISTON DI MOLVENO

Ed eccoci alla cena, anzi, all'aperitivo nel pieno centro di Molveno di fronte alla chiesa. La terrazza panoramica dell'hotel Ariston è davvero un bel posto dove gustare un bicchiere di Bellini o di Campari, scambiare due chiacchiere e godersi la visuale del lago che si staglia sullo sfondo.

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

AL RISTORANTE EL FILO' DI MOLVENO

Sono le 20:30, ci aspetta la cena al ristorante El Filò, a qualche centinaio di metri di distanza. Anche questo mi sento assolutamente di consigliarlo: in primo luogo la location è estremamente carina. Oddio, da fuori non l'avrei detto... si entra in quella che appare come una galleria e si scendono le scale. L'ambiente che si presenta ai nostri occhi è quello tipicamente rustico degli chalet di montagna. Ogni piccola casetta corrisponde ad una sala. Dopo un abbondante antipasto di mare con gamberoni e un delizioso pesce di lago, il salmerino, arriva il mio preferito: mezzelune ripiene di patate, porcini e radicchio. Dopo un buon secondo di carne conclude la serata un semifreddo alla sperula su chantilly al rhum.

dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo
dolomiti paganella paganelladaurlo

BALLA COI LUPI. E CON GLI ORSI

La domenica si conclude purtroppo la nostra permanenza alla Paganella andando a visitare il Parco Faunistico di Spormaggiore ed il castello di Belfort. Da sempre amo gli animali, soprattutto osservarli dal vivo, quindi non vedo l'ora di vedere com'è quest'area di 7000 metri quadrati nota come il parco dell'orso. Per adesso metto da parte le mie impressioni e lascio nuovamente spazio alle fotografie.

lupi parco faunistico spormaggiore
paganella dolomiti trentino

Solo qualche nota: il parco è suddiviso in aeree isolate da reti metalliche, mura e recinti ed è abitato da tre orsi (l'orsa Bel, tuttora viva e vegeta e con 47 anni l'orso bruno in cattività più vecchio d'Europa, fu la prima a popolare il parco insieme al compagno Fort), tre lupi (tre gemelle per la precisione, Sissi, Luna e Vanessa), gufi reali, gatti selvatici, pony, pavoni e conigli e capre di varie specie.

COME DENTRO UN FILM: IL CASTEL BELFORT

A poche centinaia di metri, laddove i visitatori possono lasciare l'auto per dirigersi verso il parco, si trova il Castel Belfort. Inconfondibile, non avrete difficoltà a trovarlo sulla strada che collega Spormaggiore a Cavedago. Nonostante sia quasi completamente diroccato, possiede un fascino particolare che va oltre la sua veneranda età (risale al 1311).

dolomiti paganella paganelladaurlo
paganella dolomiti trentino

SUL MIELE ED I RIMEDI DELLA NONNA...

Un rapido giro all'interno del castello e passiamo all'apicoltura Belfort, proprio lì a fianco. Fuori dal negozio, dove potrete assaggiare le varie tipologie di miele (mela e tarassaco il mio preferito) e melate (dolcissima quella dei fiori di bosco) e acquistare tutti i prodotti che volete, ci sono gli alveari e l'apicoltore e proprietario ci spiega le differenze tra le api carniche, italiane ed austriache prendendole letteralmente per le ali dopo averle stordite con un po' di fumo. Tra le tante cose che non sapevo (l'unica di cui ero già a conoscenza era la lunga durata della vita delle api regine, circa 4 anni, in confronti ai poveri fuchi, 40 giorni, che dopo il rapporto sessuale si vedono, si fa per dire, mozzare la testa!) ce n'è una che non mi è andata tanto giù: dopo aver passato la mia infanzia a bere latte caldo e miele perché "fa bene alla gola" e fa sciogliere il muco, ho scoperto che affinchè questo rimedio sia davvero efficace occorre aggiungere il miele e mescolarlo nel latte solo dopo che questi ha raggiunto una temperatura ambiente...

paganella dolomiti trentino
paganella dolomiti trentino

SAPORI TRENTINI

Prima dei saluti un'ultimo pranzo, al Filo d'Erba di Fai di Paganella, un agriturismo che prepara piatti tipici della tradizione trentina. Quale miglior modo per accrescere il magone dei commensali, già proiettati alla settimana lavorativa ed al solito tran tran?...
Polenta, canederli al burro, purè di patate e uno strepitoso strudel di mele hanno allietato i nostri stomaci e rafforzato la convinzione che occorrerà tornare di nuovo per fare un bis!

paganella dolomiti trentino


Adesso avete capito come mai l'hashtag coniato dall'Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella è #paganelladaurlo?

Detto in tutta franchezza, non ci dispiacerebbe tornare alla Paganella il prossimo inverno per rivedere il lago e fare una ciaspolata... Se volete darci una mano per realizzare questo nostro desiderio lasciate un commento qui sotto oppure cliccate "Mi piace" sulla pagina Facebook dell’APT Dolomiti Paganella. Grazieeeee!

INFORMAZIONI UTILI:

Hotel Du Lac
via nazionale 4, Molveno (TN)
tel.0461.586965, mail: info@hoteldulac.it
www.hoteldulac.it
Ristorante La Dispensa
www.ristoranteladispensa.it

Il Parapendio in tandem biposto è stato possibile grazie agli istruttori di
www.iflytandem.it

Rifugio Croz dell'Altissimo
Valle delle seghe, Molveno
www.rifugiocrozaltissimo.it

Paganella Bike Park
località Santel, Fai Della Paganella (TN)
info@paganellabikepark.com
www.paganellabikepark.com

Hotel Ariston
via Lungolago 3, Molveno
www.aristonmolveno.it
tel.0461.586907

Ristorante El Filò
piazza Scuole, Molveno (TN)
www.ristorantelfilo.it
tel.0461.586151

Parco Faunistico Spormaggiore
www.parcofaunistico.tn.it
info@parcofaunistico.tn.it
tel.0461.653622

Apicoltura Castel Belfort 
località Castel Belfort 2
www.apicolturacastelbelfort.it

Agriturismo Filo d'Erba
via delle Late, Fai di Paganella (TN)
www.agriturilfiloderba.it
mail: info@agriturilfiloderba.it
tel.335.7788048

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento