giovedì 18 febbraio 2016

La Battaglia dei Fiori del Carnevale di Nizza: foto e info utili

Ogni Carnevale ha il suo punto di forza che in genere è rappresentato dal corso mascherato. Nizza no. "Le Carnaval" di grandi eventi in grado di calamitare centinaia di migliaia di visitatori provenienti da ogni punto del globo ne ha addirittura due, uno letteralmente più spettacolare dell'altro: la Battaglia dei Fiori e la Sfilata dei carri. Da anni avevamo messo nel mirino questa manifestazione, la più importante dell'inverno della Costa Azzurra, e quest'anno finalmente abbiamo realizzato il nostro desiderio!
battaglia fiori nizza carnevale
A dare inizio al Carnaval de Nice (edizione 2017: dall'11 al 25 febbraio) è stata la Bataille de Fleurs, il pomeriggio del primo giorno, ed è da questa originale parata che comincia il racconto del nostro fine settimana nizzardo, che ci ha accolto venerdì con una pioggia battente e ci ha salutato la domenica successiva con un cielo privo di nuvole che si fondeva con il celeste acceso del mare. Proprio come se non volesse lasciarci andare via...

Noi in effetti non avremmo voluto andarcene più. Di tempo per vedere la città per girovagare come piace a noi non ne abbiamo avuto tantissimo ma lo abbiamo speso bene: abbiamo passeggiato per le vie della Vieux Nice e siamo saliti sulla collina del castello per ammirarla dall'alto, abbiamo assaggiato il meglio della cucina nizzarda e in particolare i dolci del Carnevale (dovreste sentire quanto sono buone le bugnes! Per darvi un'idea sono molto simili alle nostre chiacchiere), siamo andati al museo di Chagall e al mercato di Cours Saleya.

battaglia fiori nizza carnevale
le bugnes, i dolci nizzardi del Carnevale 
Alla fine quei tre giorni scarsi ci hanno regalato un sacco di emozioni e adesso parlarne e mettere ordine tra i ricordi riaccenderà la voglia di tornarci. Sicuramente della Battaglia dei Fiori mi rimarrà impresso nella mente il clima di allegria travolgente, l'eleganza (e la bellezza!) delle ballerine e dei loro costumi, l'entusiasmo degli animatori che coinvolgono gli spettatori con le loro incursioni in mezzo alle gradinate, e naturalmente i fiori! Quasi 100.000, lanciati dalle mannequin al pubblico da sopra i carri. 
E cosa dire dei colori? Il giallo delle mimose, il rosso delle stelle filanti, il blu e il fuxia delle piume dei vestiti e milioni di coriandoli... la Battaglia dei Fiori è una gioia per gli occhi.

battaglia fiori nizza carnevale

Nizza poi è una città che fa economia di tonalità brillanti e di sfumature. Che ti colpisce quando ti affacci sulla Promenade des Anglais a osservare il turchese dell'acqua e il bianco della spuma che si rifrangono sulla spiaggia; che ti avvolge con la freschezza e la vivacità del mercato dei fiori; che ti stupisce con l'accostamento del rosa e dell'arancione sulle pareti dei palazzi che circondano Place Massena.

battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
place Massena

COS'E' LA BATTAGLIA DEI FIORI?


A dispetto del nome, la Battaglia dei Fiori non è uno scontro o un combattimento tra fazioni (come accade al Carnevale di Ivrea nella Battaglia delle Arance, tanto per capirci), tutt'altro! La prima Bataille - nata da un'idea di Andriot Saëtone - avvenne nel 1876 e fu un semplice scambio di bouquet tra aristocratici. Negli anni seguenti sulla Promenade des Anglais sfilarono auto addobbate dai fiori dei produttori locali e successivamente subentrarono carri fioriti. Ancora oggi la Battaglia dei Fiori si svolge sul primo tratto della passeggiata più lunga (e forse più bella) d'Europa, dall'altezza di Cours Saleya (dove ci sono tre degli otto accessi al percorso sfilata) fino al Jardin Albert I. Un circuito della lunghezza di circa 2 km (uno per ogni senso di direzione) che viene coperto per due volte da 20 carri di 7 metri di lunghezza (e 6 di altezza) decorati da ben 4500 fiori

battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale

Alla testa della parata sfila la reginetta del Carnevale, prodiga nel dispensare sorrisi e mazzi di fiori, ovviamente!

battaglia fiori nizza carnevale

Ogni carro è il frutto della lavoro di un atelier che crea il proprio modello e inserisce i fiori (freschi di raccolto) nelle ultime frenetiche ore che precedono l'evento. La scenografia è completata dai ballerini in costume, dalle maschere e dalla fantasia di ogni singolo carro in processione: quest'anno ci sono ballerine brasiliane, musicisti jazz, equilibristi sui trampoli minuti di rollerblade, danzatrici hawaiane e tanti bizzarri personaggi (dicono che ce ne siano un migliaio in totale!), persino delle api gigantesche che sfrecciano su piccoli scooter e una delegazione montenegrina di Kotor accompagnata dalla banda musicale!

battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale

Novità del 2017: un nuovo percorso - che sarà lo stesso seguito nella sfilata dei carri diurna e notturna- lungo Place Massena e la Promenade du Paillon.


BATTAGLIA DEI FIORI, ISTRUZIONI PER L'USO


  • Prima cosa da sapere: nessuno dei 100.000 fiori (fiore più, fiore meno) lanciati al pubblico verrà disperso... alla fine delle due ore di spettacolo vedrete mazzi inverosimili per dimensioni di mimose, gigli e gerbere tra le braccia degli spettatori! Se anche voi volete portarvi a casa un piccolo trofeo fiorito siate lesti nei movimenti e furbi più di una volpe... Soprattutto fate attenzione alla foga delle persone più insospettabili, pronte a tuffarsi su un mazzo di margherite che casualmente è caduto a un paio di metri di distanza. Un breve momento di deconcentrazione - magari distratti dalle prorompenti ballerini o nell'atto di catturare un bello scatto - potrebbe costarvi un bernoccolo in fronte (chi dice che le mannequin lanciano in aria senza prendere la mira è in malafede o non è mai stato alla Battaglia dei Fiori di Nizza!) :)
battaglia fiori nizza carnevale
battaglia fiori nizza carnevale
  • Potete vedere la parata della Battaglia dei Fiori seduti in tribuna (26  € il biglietto intero) o in piedi al di fuori delle transenne (12 €). Tutti i prezzi li trovate sul sito ufficiale del Carnevale di Nizza. In ogni caso assisterete a uno spettacolo che vale ogni centesimo speso.
battaglia fiori nizza carnevale
  • Le date delle Flower Parade edizione 2017: 11, 15, 18, 22 e 25 febbraio alle ore 14:30.
  • Per qualsiasi informazione relative al Carnevale o alla visita della città potete rivolgervi all'Ufficio del Turismo di Nizza che ha tre sedi: davanti alla stazione Nice Ville, in Promenade du Paillon e in Promenade des Anglais 5.

AL CARNEVALE DI NIZZA IN TRENO (A PREZZI LOW COST)


Siamo andati a Nizza in treno e devo dire che è una buona soluzione. I treni Thello partono da Milano Centrale e arrivano alla stazione di Nizza Ville per tre volte al giorno (ore 7:05, 11:10 e 15:10) passando per varie stazioni, tra cui Genova Piazza Principe. La durata del viaggio è di quasi 5 ore ma a fare da contraltare ci sono tre indubitabili vantaggi:
  • muoversi a Nizza a piedi o con i mezzi della French Riviera Pass è comodissimo. La Battaglia dei Fiori, così come la Sfilata dei Carri, si svolge in pieno centro ed è agevole arrivarci se prenotate un hotel in città. Noi abbiamo dormito al bellissimo hotel Ellington in Boulevard Dobouchage (potete leggere il nostro feedback in "5 cose imperdibili da fare a Nizza in 2 giorni", evitandovi così una bella coda in auto al termine delle manifestazioni.
  • Il prezzo del biglietto è molto conveniente: al momento sul sito www.thello.com è in corso una promozione e si trovano tratte da Milano a partire da 15 € a persona.
thello treni nizza milano
  • Da Genova fino a Nizza lo scenario dal finestrino è molto rilassante e piacevole.
thello treni nizza milano

Allora, vi ho convinto a fare un salto al Carnevale di Nizza? 
E ancora non vi ho parlato della Parade of Lights! ;)

carri Carnevale Nizza lights parade
il Re e la Regina del Carnevale in attesa del debutto nella Sfilata illuminata
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento