venerdì 11 giugno 2010

Cosa vedere a Berlino: lo Schloss Charlottenburg

berlino charlottenburg
Berlino è una città molto estesa e per vederla in modo esauriente occorrono almeno 4/5 giorni. Le sue bellezze sono distribuite in un'area molto grande che va dal centro alla lontana periferia per cui non è così importante la scelta di una sistemazione centrale: la vasta scelta di alberghi permette di valutare più di altre volte il rapporto qualità/prezzo rispetto alla posizione... in ogni caso dovrete spostarvi un bel po'!
Tra ciò che merita assolutamente una visita c'è lo Schloss Charlottenburg, il più grande palazzo storico rimasto in città dopo la seconda guerra mondiale.

Iniziato a costruire nel 1695 per ordine del principe Federico III di Brandeburgo, venne inaugurato quattro anni più tardi e divenne la residenza estiva della moglie Sophie Charlotte, da cui prese il nome dopo la sua morte nel 1705. Nel corso dei decenni il castello ha avuto numerosi ampliamenti: tra il 1701 e il 1714 venne aggiunta l'Orangerie (all'inizio serra poi luogo di sfarzose feste ai tempi della dinastia degli Hohenzollern) e tra il 1740 e il 1746 una nuova ala per volere di Federico il Grande ma fu con Federico Guglielmo II che il castello venne completato definitivamente con la costruzione della nuova ala occidentale, delle caratteristiche torri e della Piccola Orangerie.

Berlino Charlottenburg
foto di Geomangio su Flickr
Il palazzo subì dei gravi danni durante la seconda guerra mondiale ma dopo il 1950 venne restaurato e recuperò l'originaria eleganza che ne fa una delle mete più frequentate dai turisiti. Per visitarlo occorre andare nel quartiere periferico di Charlottenburg, a 10 km dal centro, ragion per cui in un breve soggiorno la scelta di un hotel nel cuore della città può risultare meno adatta rispetto a una decentrata ma vicina alle attrazioni da visitare.

DA VEDERE

La galleria con la pareti a specchio Porzellankabinett che ospita raffinate porcellane di provenienza cinese e giapponese, la splendida Galleria dorata lunga 42 metri e destinata ai balli e ai ricevimenti (immagine a lato), l'Insegna di Gersaint del 1720, opera di Antoine Watteau che fa parte con altre 7 tele dello stesso autore della collezione francese di Federico il Grande (la più importante del '700 fuori di Francia), l'Ahnengalerie, una lunga galleria decorata con grandi dipinti a olio e pannelli di quercia (ultimata nel 1713) e gli eleganti appartamenti barocchi di Federico il Grande arredati con gli stupendi mobili del re.

Berlino Charlottenburg
foto di The Ridg su Flickr
Al di fuori del Palazzo Antico meritano anche l’Ala Nuova con gli arredi e i decori in stile rococò, il padiglione Schinkel, costruito come residenza estiva per Federico Guglielmo II, il mausoleo della regina Luisa di Prussia e i bellissimi giardini in stile barocco (visitabili gratuitamente).

INFO UTLI
  • prezzi: 10 € (7 € il ridotto) il Palazzo Antico e 6 € (5 €) l'Ala Nuova;
  • orario d'apertura: dall'1 aprile al 31 ottobre dal martedi alla domenica 10-18 e dall'1 novembre al 31 marzo dal martedi alla domenica 10-17.
Qui un depliant in italiano su Castelli e Giardini di Berlino (pdf)

Testo di Mr Joshua.

(Foto in alto di wecand su Flickr)

Leggi anche:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento