giovedì 9 gennaio 2014

10 cose da sapere prima di un viaggio a Cracovia

cracovia chiesa santa maria
Tornati a casa alla vigilia di Natale, raccolte le idee e soprattutto le centinaia e centinaia (stima al ribasso) di fotografie che abbiamo scattato nei nostri quattro giorni di visita a Cracovia e dintorni, eccoci finalmente a parlare di un viaggio che ci ha colpito dritto al cuore come pochi altri. 
Non solo perché l'antica capitale polacca è una città davvero stupenda. Non solo perché Auschwitz ti scuote più di un elettroshock. Cracovia regala quelle emozioni vere che si provano solo di fronte alla pura bellezza. Cosa vuoi dire quando ti trovi faccia a faccia con la Nascita di Venere del Botticelli o al Bacio di Klimt? Puoi solo stare li fermo a bocca aperta, come fossi ipnotizzato da tanta incomparabile perfezione. La stessa cosa ho provato io girovagando nel cuore del centro storico, tra i monumenti di Glowny Rinek, la Piazza del Mercato.

Prima di inoltrarci nei racconti di quello che abbiamo visto, alcuni consigli che ci sentiamo di condividere con voi e che speriamo possano tornarvi utili per il vostro prossimo viaggio a Cracovia.

COME SI ARRIVA A CRACOVIA?


Dall'Italia la scelta più comoda e veloce per raggiungere la Polonia è senza dubbio l'aereo. Ci sono linee internazionali di autobus come Eurolines che collegano le maggiori città europee ma per darvi un'idea la durata di una corsa da Roma a Cracovia è di 27 ore... Ovviamente si può prendere il treno ma a causa dei cambi il tempo di percorrenza non si discosta di molto da quello impiegato da un pullman e quindi, salvo particolari casi, non rappresenta l'ideale nè dal lato pratico nè economico.

volo cracovia

Le compagnie aeree che collegano Cracovia con gli aeroporti italiani sono molte, dall'Italia alla polacca LOT, da Austrian Airways alla Lufthansa, ma anche Ryanair, Air Berlin, Jet Airways, Aeroflot, Air Baltic...
Potete partire, con un volo diretto o facendo uno scalo, da Milano (Malpensa e Linate), Roma (Fiumicino e Ciampino), Pisa, Bergamo, Bologna, Venezia, Catania, Bari, Torino, Trapani, Napoli, Palermo... e noi per scegliere la soluzione più economica ci siamo affidati al motore di ricerca Volagratis che analizza e mette in comparazione tutte le soluzioni possibili di volo: una volta che siete sulla schermata in homepage non dovete fare altro che inserire l'aeroporto di partenza, quello di arrivo e il periodo del viaggio.
Semplice e veloce! I voli partono da 34 € a tratta, quindi direi che si può definire tranquillamente Cracovia come una destinazione low cost!

DALL'AEROPORTO KAROL WOYTILA AL CENTRO E VICEVERSA


L'aeroporto di Cracovia è dedicato a Papa Giovanni Paolo II e si trova a Balice, ad appena 11 km a ovest del centro. I voli internazionali (e quindi anche quelli provenienti dall'Italia o dallo scalo nel caso il volo non sia diretto) atterrano al Terminal I e da qui parte l'Airport Shuttle Bus (gratuito) che passa anche al Terminal II (voli domestici) e in pochi minuti porta alla stazione dei treni (in ogni caso distante dall'uscita dell'aeroporto circa 300 metri).

aeroporto cracovia balice

Per raggiungere la città vi si prospettano queste soluzioni:

1. Treno. E' il mezzo più veloce: in 20' si arriva a Krakow Glowny, la stazione centrale di Cracovia, a nord est di Piazza del Mercato Centrale (10 minuti di distanza a piedi). Ma ha due punti a suo sfavore: costa quasi 3 volte il prezzo del biglietto del bus (una corsa 11 zloty) e ha una frequenza molto bassa, 1 o al massimo 2 ogni ora. Sul blog Viaggiatori Low Cost trovate il link all'orario dei treni

treno cracovia

2. Bus. Usciti dall'aeroporto dirigetevi a destra e in 50 metri arriverete alla fermata degli autobus 208292 e del notturno 602. All'andata noi abbiamo preso il 292 che è arrivato alla stazione Krakow Glowny in 1h e 20'. L'ultimo tratto è stato il più lento a causa del traffico mentre il resto del percorso attraversa la campagna e la periferie quindi non credo che in generale possiate impiegarci più di quel tempo. Il prezzo di un biglietto (zona I e II) è di 4 zloty (circa 1 euro).


I biglietti si acquistano alla macchinetta alla fermata e solamente in zloty, quindi partite dall'Italia con la moneta polacca oppure scambiate lo stretto necessario al Change all'aeroporto che applica dei tassi svantaggiosissimi!

cracovia autobus
cracovia autobus

3. Taxi. Una corsa in centro costa dai 50 ai 70 zloty a seconda della zona dove desiderate andare. A meno che non troviate un tassista non autorizzato (esperienza che non abbiamo provato) che dicono abbia prezzi più contenuti.

IN INVERNO NON FA COSI' FREDDO!


Tutti, con l'eccezione di coloro che ci sono già stati, quando pensano a Cracovia in inverno se la immaginano coperta di neve, spazzata da venti siberiani e con la colonnina di mercurio dei termometri che scende abbondantemente sotto lo zero. Ok, tra dicembre e marzo non troverete le mimose in fiore come sulla Costa Azzurra, ma se controllate le temperature vi accorgerete che non fa più freddo che a Firenze o a Bologna! Nel nostro recente soggiorno (20-23/12) solo la prima sera c'è stato un vento gelido che martellava le guance e - io che notoriamente sono un orso polare - sono stato "costretto" a tirare su il cappuccio del giubbotto... è bastato però un po' di vin brulè di una delle grosse botti che stazionavano nella Piazza del Mercato per scaldarmi a sufficienza e togliermi dalla testa quell'ingombro inutile.

cracovia vin brule

Fino a circa 10 anni fa la neve qui era di casa e non di rado di notte si toccavano anche i -20°, ma la situazione climatica è fortemente cambiata e l'inverno rigido di un tempo non esiste più.
Durante il giorno siamo stati fortunati, abbiamo avuto un bel c....ielo azzurro! Di solito le nuvole e la pioggia sono frequenti, evidentemente il nostro angelo protettore dei viaggi ci ha voluto bene.

QUANTI GIORNI A CRACOVIA?


Il classico weekend dal venerdi (sera)-domenica non è sufficiente per vedere quello che offre la città. Il nostro itinerario di 3 giorni + 1 (dedicato ad Auschwitz e Wieliczka) ci ha permesso di visitare le bellezze principali e anche qualche attrazione meno turistica soprattutto grazie a Margherita dell'ufficio Turistico di Cracovia (parlerò di lei e dell'Ente polacco in un post a parte, per adesso un solo aggettivo: straordinari!) che per farci perdere il meno possibile ha ridotto ai minimi termini la pausa pranzo... 

wavel cracovia

Tenete presente che almeno un giorno intero è necessario per girare il centro storico dagli edifici intorno alla Piazza del Mercato Centrale (Rynek Glowny) alla cittadella fortificata del Wavel.
E un altro giorno è consigliabile spenderlo tra il quartiere ebraico Kazimierz e Podgorze dove si trovano la Fabbrica di Schindler la Farmacia sotto l'Aquila. Poi, allontanandosi dal centro, ci sarebbero il quartiere delle Nuove Acciaierie, Nowa Huta, il Tumulo di Kosciuzko, il Monastero Camaldolese a Bielany (se ci andate informatevi bene sugli orari di ingresso e i giorni accessibili alle donne) e l'Abbazia cistercense a Mogila.

SCARPE COMODE E CAMMINARE, CAMMINARE, CAMMINARE


Per dare in breve un'idea della grandezza del centro storico diciamo che il cuore di Cracovia è la Piazza del Mercato Centrale, uno scrigno che contiene numerose perle (la chiesa di Santa Maria, il Fondaco dei tessuti..) . Al Wavel ci si arriva percorrendo l'elegante strada pedonale Drogzka, a 300 metri di distanza, più o meno. Il quartiere ebraico è invece un po' più lontano, diciamo 1 km dal nostro punto di riferimento.
Cosa conviene fare per spostarsi? Per godersi i particolari, le decorazioni delle case e le strade acciottolate è assolutamente consigliabile di prepararsi all'idea di camminare abbastanza. Le distanze non sono enormi ma alla fine della giornata avrete percorso chilometri...

tramvia cracovia

I mezzi pubblici (tramvia e autobus) non entrano nel centro storico, ma se volete andare nei quartieri periferici come Podgorze diventano quasi necessari (una corsa costa 2 zloty) a meno che non prendiate un taxi, ipotesi che in fin dei conti se siete almeno in due non è da scartare (vedi punto successivo).

Una soluzione carina, anche se un po' turistica, è salire su uno dei taxi elettrici che fanno da spola dalla Fabryka Schindlera al Wavel e/o Kazimiers o vi fanno fare il tour del quartiere ebraico (tariffe fisse, solitamente per piccoli gruppi a partire da 30-40 zloty).

taxi elettrici cracovia

IL TAXI? SI', MA SOLO SU CHIAMATA


I prezzi dei taxi - se si eccettua la corsa dall'aeroporto al centro città - sono tutto sommato a buon mercato. Ad esempio da Dietla (900 metri dalla Piazza del Mercato) fino alla Fabbrica di Schindler (3,5 km) noi abbiamo pagato circa 20 zloty, compresa una sosta di 15 minuti alla Farmacia dell'Aquila.
Ma attenzione: non fermate i taxi per strada, sono molto più economici se li chiamate al telefono al +48 12 19191 o al +48 800 191 919!

IN POLONIA CI SONO GLI ZLOTY... DOVE CONVERTIRE GLI EURO?


Mi riallaccio al punto 2. Se arrivate all'aeroporto Giovanni Paolo II a Balice si presenterà subito la necessità di avere qualche spicciolo con voi. In Polonia la moneta è lo Zloty (PLN), letteralmente "oro", e non ci sono problemi a trovare uffici di cambio (kantor, alcuni aperti 24h) o banche (l'orario di chiusura può variare dalle 17 alle 19). 

Al cambio attuale 1 Euro = 4,15 PLN.

Se non partite dall'italia con qualche spicciolo o non prelevate a un bancomat (anche questi molto diffusi) il mio consiglio è di cambiare pochi euro all'aeroporto e poi fare il cambio degli euro in città. Gli uffici dove il cambio è più conveniente si trovano in Slawkowska, una delle strade parallele che partono dal lato nord della Piazza del Mercato e soprattutto in Wielopola, appena fuori il primo viale alberato che circonda il centro storico, a est.

BUDGET GIORNALIERO


Cracovia è ancora una città in cui i prezzi sono buoni per noi italiani. Difficile riuscire a estrapolare una regola generale in pochi giorni di permanenza, ma in generale ho visto che si va da un -20% fino a -50% dei prezzi italiani. Dipende poi ovviamente da quello che prendiamo in considerazione... Una corsa in bus costa l'equivalente di 0,5 €, il classico bretzel polacco (obwarzanek) ossia una ciambella di pane con sopra semi di papavero, sesamo o sale costa da 1,5 a 2,5 zloty, una birra da 7/8 zloty in su.
Noi abbiamo sempre cenato in ristoranti carini (non di lusso, ma nemmeno catapecchie) spendendo al massimo l'equivalente di 10 € a testa ma con 7-8 euro ordinavamo un bel piatto di carne con contorno, una zuppa di funghi e da bere.

ristorante cracovia

DOVE DORMIRE? CERCATE UN ALLOGGIO NEI QUARTIERI CENTRALI


L'ubicazione dell'alloggio è fondamentale per ottimizzare i tempi. In ogni città in generale, in particolare per Cracovia, dato che gli autobus non entrano nella prima cerchia di viali alberati che circondano la città. 
Una buona soluzione è a mio avviso un hotel o un appartamento tra questa prima corona e la seconda, ovviamente più ampia e grande. Noi per Cracovia abbiamo optato per l'appartamento per avere più libertà e per sperimentare qualche dolce a colazione (le pasticcerie sono tante e riservano sorprese!)... una scelta possibile anche grazie al basso costo della vita di cui ho parlato sopra.

cracovia

La scelta di Only-apartments.it si è rivelata felicissima! In un post a parte vi farò vedere la bellezza del nostro appartamento di 59 mq (!) disposto su due piani, con cucina, sala, camera da letto arredata con gusto e bagno. Come altri appartamenti (che differivano solo per la posizione, ma tutti in un raggio di 800-900 metri dal centro) il nostro era (è) situato in Josef Dietla, a circa 800 metri da Piazza del Mercato (10 minuti a piedi) e dal Wavel e a 400 metri da Plac Nowy nel quartiere Kazimiers, quindi comodissimo per ogni spostamento

LASCIATEVI ALMENO UN GIORNO PER LE ESCURSIONI


Cracovia è meravigliosa, ma sarebbe un peccato non approfittare della vicinanza ai campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau (70 km a ovest) per fare un'escursione almeno di mezza giornata. Un'esperienza davvero toccante e imperdibile! Il mio personale e umile consiglio è di andarci senza esitazione, e prepararvi mentalmente con un po' di anticipo. Il vostro stato d'animo verrà messo a dura prova....

auschwitz cracovia

Un'altra escursione, "differentemente imperdibile" se mi perdonate il termine, è la visita alla miniera di sale di Wielickza (15 km a sud-est). Non mi dilungo in altre considerazioni perché entrambi saranno oggetto di un post.
Più distante si trova invece uno dei frequentati luoghi di pellegrinaggi del mondo cristiano, il santuario di Czestochowa (145 km a nord) che custodisce l'immagine sacra della Madonna nera.
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento