martedì 23 dicembre 2014

Un giorno a San Diego: cosa visitare?

san diego
Mercoledi 24 luglio 2013. Da Kingman a San Diego ci vogliono quasi 6 ore in auto, fortunatamente siamo riusciti a percorrerne la metà la sera precedente, in mezzo a un deserto in fiamme e ai suoi adorabili joshua tree che sembravano salutarci con i loro buffi rami. Così il giorno seguente, alzati di buon ora, in due ore e mezza arriviamo a destinazione, nel sud della California.

Dall'Arizona alla California il paesaggio cambia tantissimo e tra wall mart, rivenditori di auto usate e ville da sogno adagiate sulle colline è stato come un ritorno alla civiltà e le ore sono volate via.

Prima di dedicarci alla visita della città non poteva mancare la tappa a un outlet! Le All Star a 10 dollari e altri piccoli acquisti sono cose che si possono fare solo in America.

Il tempo a nostra disposizione è poco, lasciamo la macchina in un parcheggio sotterraneo del centro e iniziamo il giro di San Diego da uno dei quartieri piu famosi: il Gaslamp Quarter. Qui si trovano i migliori negozi e ristoranti ma anche numerosi edifici d’epoca in stile vittoriano. La sera, illuminato dalle luci delle lampade a gas è molto pittoresco.

san diego
san diego

La passeggiata ci porta sul lungo mare, al Seaport Village. Un delizioso pontile è l'ingresso di questa magica parte della città, tutta legno e fiori, piena (anche qui) di negozi e ristoranti. Attraversiamo la Marina, osserviamo l’embarcadero e arriviamo a una gigantesca statua che scopriamo essere una ripoduzione alta quasi 8 metri della famosa fotografia scattata da Alfred Eisenstaedt alla fine della seconda guerra mondiale, in Time Square a New York: un marinaio nell’atto di baciare un’infermiera. Ovviamente non si può resistere a farsi una romantica foto sotto questa statua simbolo di vittoria e speranza ;)

san diego
san diego
san diego
san diego

Proprio sullo sfondo c'è una portaerei militare veramente gigantesca e poco oltre si trova il museo marittimo dove vengono conservate tre navi storiche; noi le guardiamo dal molo senza salirci sopra ma sono veramente molto belle.

san diego

Alla fine della strada troviamo la Santa Fe Depot, l'affascinante stazione ferroviaria coloniale che in un certo senso delinea il confine di separazione con la zona più moderna, irta di grattacieli, quella dove ci saremmo potuti rinfrescare con le fontane della famosa Horton Plaza se non le avessimo trovate in fase di ristrutturazione...

san diego

Più nord si trova la Old Town. Non lasciatevela scappere! Sede del primo insediamente spagnolo, oggi è un parco storico in cui si possono ammirare le tipiche case di mattoni cotti al sole, chiamate adobe, ed è anche possibile visitarle (l'entrata è libera)! Oltre alle dimore storiche e ai tantissimi negozi di souvenir di tutti i tipi c'è anche il Presidio Park "la Mission", una delle prime californiane e sempre ovviamente di origine spagnola.

san diego

Il nostro tempo è finito e tante attrazioni non riusciamo a visitarle ma vi consiglio vivamente di non fare come noi e di dedicare più tempo tempo a questa città. Cos'altro c'è di interessante?
  • il Balboa Park, un’immenso museo all’aperto! Oltre a splendidi giardini a San Diego troverete la maggior concentrazione di musei degli Stati Uniti!
  • le spiagge, tantissime: Ocean Beach, Point Loma, Mission Beach, Pacific Beach...
  • SeaWorld, un grande parco acquatico adatto ai bambini ma anche agli adulti
  • la messicana Tijuana! A un passo c'è il Mexico! Perchè non farci una scappata?
...to be continued.
Foto e testo di Ilaria Guerzoni.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento