lunedì 30 marzo 2015

Viaggio nella Terra di Mezzo, tra la Laguna Veneta, Padova e Venezia | Tur Rivers

Slow Tourism è la parola chiave di un itinerario nelle terre dell'Antico Dogado, tra le province di Venezia e Padova, tra la terra e il mare...
turivers gal antico dogado
La mitica Terra di Mezzo, che immediatamente riporterà alla memoria dei fan di Tolkien paesaggi straordinari e battaglie epiche tra il Bene e il Male, esiste e non è così irraggiungibile come si immagina. E' il luogo d'incontro tra la Laguna Veneta e l'entroterra, così chiamato ("Terra di Mezzo") proprio perchè talvolta il confine tra le terre emerse, i fiumi e la grande laguna è sfumato, ed è il territorio dell'Antico Dogado della Serenissima, equamente distribuito tra i comuni del Padovano (Arzergrande, Bovolenta, Candiana, Codevigo, Correzzola, Pontelongo e Terrassa Padovana, in rigoroso ordine alfabetico) e del Veneziano (Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Cavarzere, Chioggia, Cona e Mira).

venerdì 27 marzo 2015

I piatti e i prodotti tipici della cucina del Cilento (e dove mangiarli!)

Alcune specialità gastronomiche cilentane che potete trovare nei ristoranti o nella case dove si cucina ancora come una volta!
cucina cilento
Olio extra vergine di oliva e vino. Le distese di ulivi e i filari di viti che sono passati davanti ai nostri occhi mentre percorrevamo le strade del Cilento ci avevano destato il leggerissimo sospetto che questi due fossero tra i prodotti tipici del territorio. Non certo i soli però! I fichi bianchi, il formaggio caprino, la pasta fatta in casa, la soppressata, il pomodoro, la cipolla di Vatolla, sono le materie prime a cui attinge la cucina cilentana; una gastronomia semplice che affonda le sue radici nella tradizione contadina e su cui poggia le basi la "dieta mediterranea", il modello alimentare formulato dal nutrizionista americano Angel Keys che insieme ai suoi collaboratori si trasferì a Pioppi, nel parco naturale del Cilento, proprio per studiare la relazione tra salute e alimentazione.

martedì 24 marzo 2015

Trekking in Val Canzoi verso la cascate delle Anguane, Dolomiti Bellunesi

A piedi nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, dal lago della Stua alla cascata delle Anguane.
parco dolomiti bellunesi trekking anguane
Se amate la montagna a prescindere dalla stagione e vi piace scoprirla attraverso i sentieri che si diramano tra boschi e crinali erbosi, passo dopo passo, incrociando rovi, alberi d'alto fusto e vegetazione di vario tipo, ma non siete esattamente preparati per lunghi (e faticosi) percorsi, vi segnalo una camminata di difficoltà medio-facile nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi (l'unico presente nel Veneto) che in poche ore vi mostrerà alcuni scorci di indiscutibile bellezza.

sabato 21 marzo 2015

Chioggia in 10 fotografie: più che una Piccola Venezia

chioggia
Chioggia non è stata una sorpresa. Già sapevo che è un gioiellino per qualche misterioso motivo risparmiato dalle rotte turistiche e sinceramente faccio fatica a pensare che la presenza fagocitante della sua dirimpettaia di Laguna sia la causa principale. 
Città di pescatori, operosa, tranquilla, con quel fascino che le è valso l'appellativo di "piccola Venezia" (ma non ditelo a un chioggiotto, non gli farà troppo piacere!). Molti la conoscono per questa sua somiglianza fatta di canali, ponticelli, barchette e atmosfera lagunare, altrettanti, se non di più, per il suo radicchio, il radicio de Ciosa marcato IGP.

mercoledì 18 marzo 2015

Da Mondavio e Saltara a Fabriano, un tuffo nella scienza e nella storia della carta

mondavio
Mondavio, uno dei borghi più belli d'Italia e sede della rocca roveresca, ci accoglie al tramonto con la sua possente cerchia di mura inclinate. Proprio da questo si vede la sua età (!!) in quanto la rocca fu costruita alla fine del Quattrocento in funzione difensiva contro le armi da fuoco, non più contro gli assalti dei nemici con armi da taglio, archi, frecce e affini.

martedì 17 marzo 2015

Una giornata alle Terme & Wellness Lifeclass di Portorose, in Slovenia

Una giornata alle Terme & Wellness Lifeclass di Portoroz - a 25 km dal confine italiano - alla ricerca del benessere...
lifeclass terme wellness portorose
"La più completa offerta termale, curativa e wellness in Europa." Questo recita il sito del LifeClass di Portorose, una catena alberghiera di 6 hotel&Spa da 4 e 5 stelle che alla tradizione plurisecolare unisce modernità e comfort. Uno slogan impegnativo e importante, come d'altra parte lo sono i suoi numeri: 6 alberghi (Grand Hotel 5* recentemente rinnovato, Apollo 4*, Mirnache 4*, Neptun 4*, Riviera 4* e Slovenija 4*) per un totale di 1600 posti letto, un complesso di piscine con una superficie complessiva d'acqua da 750 mq, 7 centri wellness, 6 ristoranti. E a tutto questo potete accedere senza nemmeno mettere il piede fuori dal complesso... con la sola eccezione del Centro Wai Thai infatti tutte le strutture sono collegate internamente!
Posso dirlo? Una gran figata :)))))

sabato 14 marzo 2015

Paestum, un'emozione senza tempo, una meta imperdibile del Cilento

Paestum cilento cilentoinside
Paestum! Inizio il racconto del nostro ultimo fine settimana nel Cilento dal suo luogo più famoso, dalla colonia meglio conservata della Magna Grecia, dalla perla che insieme al sito archeologico di Velia, alla Certosa di Padula, al Parco nazionale e al Vallo di Diano fa parte del Patrimonio dell'Unesco dal 1998. Una scelta per alcuni versi scontata ma quasi obbligatoria. Com'è obbligatorio dedicargli almeno una mezza giornata e, magari, goderselo alla calda luce del tramonto che passa attraverso i colonnati e infiamma tutta l'area.

giovedì 12 marzo 2015

#Come2Italy: perchè visitare l'Italia durante e dopo l'EXPO2015

#Come2Italy: un hashtag per parlare dell'Italia nell'imminenza dell'Expo2015 a Milano (ed anche dopo!)
come2italy chioggia
Expo2015: un sicuro volano per la crescita economica dell'Italia o un'occasione sprecata? I sostenitori della seconda teoria, spalleggiati dai detrattori a prescindere e dai pessimisti cronici, rappresentano molto probabilmente la maggioranza; ci sono valide motivazioni che inducono a schierarsi con loro, inutile nascondersi dietro un dito: gli anni che hanno preceduto il lancio di Expo2015 non ci hanno risparmiato storie, tipicamente italiche, di ritardi e corruzione. Purtroppo ci siamo così tristemente abituati a sentir piovere critiche sul nostro Paese che spesso la reazione spontanea, dopo una prima reazione di stizza, è la rassegnazione.